139 utenti online in questo momento
139 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Mobile & Local - #GMBCORNER

GMBCORNER.jpg

 

“La ricerca da mobile è la nuova porta di ingresso del tuo negozio”, recita Think with Google.
Ogni mese le persone visitano 1.5 miliardi di destinazioni legate a ciò che hanno cercato precedentemente su Google.

 

Se ci pensiamo effettivamente non possiamo dare torto a queste statistiche.
Che si tratti di un hotel, di un ristorate, di un museo o anche di un intera città.
Leggiamo le recensioni, studiamo gli itinerari, ci documentiamo sugli orari di apertura, guardiamo foto, magari entriamo direttamente nella struttura con il virtual tour.

 

Ci sono molte più ricerche da mobile che da desktop e addirittura più della metà del traffico web arriva da smartphone e tablet.

Chi come me usa il computer per lavorare magari non ci pensa, cerchiamo sia da smartphone che da desktop, dipende cosa abbiamo più vicino.
Ma non tutti hanno un computer sempre sottomano, né è detto che ce l’abbiano.
Mia mamma lo accederà una volta al mese e vede la tastiera come la bocca di uno squalo pronto a mordere, ma naviga e va in giro per il mondo con il mio (ex) tablet.
In molti invece utilizzano lo smartphone, lo abbiamo sempre sottomano e ci consente di fare un sacco di cose, cosa c’è di più comodo?

Ma veniamo la punto: la ricerca locale.
Think with Google dice: “Mobile is the new loca guide”.

 

Sicuramente cerchiamo da mobile nel momento in cui si manifesta la necessità, quando c’è un’urgenza, abbiamo bisogno di qualcosa e lo dobbiamo cercare nel raggio di qualche chilometro.

 

Il 30% delle ricerche da mobile sono legate alla località.
Negli ultimi anni si è notato un aumento di ricerche legate a un bisogno “urgente”, in particolare negozi aperti in quel momento, ma non solo, anche dove poter trovare del cibo, che uno spuntino dopo la discoteca oppure un un ristorante con una cucina che non chiuda alle 21!

 

Aumentano anche le ricerche su dove poter trovare, fare o comprare qualcosa.
il 76% degli utenti che cerano da smartphone un’attività vicina, si reca presso lo store nell’arco di una giornata e il 28% di questi conclude la visita con un acquisto.

 

Ecco perchè è importante Google My Business e la sua relazione con Google Maps.

 

 

 

Fonte: https://www.thinkwithgoogle.com/infographics/mobile-search-trends-consumers-to-stores.html

Bio Gloria Bassi

Sono Top Contributor di AdWords e di Google My Business. Nel mio percorso di studio, la decisione di passare dall'adv tradizionale a quella digitale, è stata azzeccata. AdWords mi ha sempre incuriosito, così ho deciso di approfondire e il mio lavoro di AdWords Account Manager mi dà grande soddisfazione! Google My Business è uno strumento straordinario e in poche mosse può dare un grande aiuto. Se vengono uniti, sono ancora più potenti!

Commenti
da stefania s
in data ‎17-05-2017 22:42

Caio @Gloria B

 

molto interessante l'articolo e i tuoi altri contributi su quest'argomento. 

 

A tal proposito, ho letto recentemente uno studio sullo smartphone, usabilità e conversioni per e-commerce. Volevo condivire alcune considerazioni. 

 

Ad oggi, ci sono 2,32 miliardi di persone proprietarie di smartphone al mondo e la crescita toccherà circa il 50% delle vendite online da qui al 2020. Tuttavia, le conversioni da mobile sono basse. 

 

conversioni mobile.png

 

Il motivo di queste conversioni basse è dovuto alla poca usabilità degli e-commerce che hanno ancora molti punti di attrito, soprattutto nella fase del check-out. Il vero problema è che molti siti, ad oggi, non sono ottimizzati per mobile e spesso la versione responsive si adatta allo schermo dello smartphone ma non è leggibile. 

 

D'altra parte, i Big Players - Amazon, Apple, PayPal - sono già corsi ai ripari e propongono i Digital Wallet, i quali permettono con un click di effettuare l'intero processo di acquisto online. 

 

Insomma, c'è ancora molta strada da fare! 

 

Grazie ancora per i tuoi contributi e a presto, 

Stefania