440 utenti online in questo momento
440 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Virtual Tour - #GMBCORNER

GMBCORNER.jpg

 

Siamo giunti all’ultimo giorno della Google Video Week.
Difficile associare un vero e proprio video a Google My Business, ma un elemento che si può avvicinare è il tour virtuale.

 

Con il Virtual Tour gli utenti posso “virtualmente” entrare nella nostra attività commerciale.
E’ un’esperienza interattiva a 360° e sicuramente cattura l’attenzione!

 

Nel 2015 è stata svolta una ricerca, (focalizzata su ristoranti e hotel) per studiare l’impatto dei tour virtuali sugli utenti e capire se e come possa incidere sulla probabilità di prenotazione.

 

E’ stato analizzato un campione di circa 1200 persone che nei 30 giorni precedenti avevano cercato hotel o ristoranti.
Sono state create diverse versioni delle schede delle attività commerciali, (con e senza foto e virtual tour) e sono state mostrate in modo casuale.

 

Vediamo cosa ne è emerso:
Se volete vedere i dettagli dello svolgimento della ricerca li trovate qui.

 

- piace

il 67% degli intervistati (due persone su tre) vorrebbe più tour virtuali.
In effetti se dovessimo prenotare in hotel, o nel caso di indecisione tra più strutture, non daremmo una sbirciatina al tour?
Si certo, ci sono comunque le foto, ma il fatto di poter passeggiare tra i corridoi, vedere la spa e fare un salto al ristorante o passeggiare il giardino è un’esperienza diversa e ci fa assaporare già la nostra vacanza.

 

- raddoppia l'interesse

o meglio, con il tour virtuale abbiamo il doppio delle possibilità essere presi in considerazione per una prenotazione
In particolare la fascia di età 18-34 è più propensa a prenotare, con un percentuale del 130% in più.
Sembra che solo con la scheda dell’attività commerciale l’interesse a “convertire” possa essere del 24%, questo numero sale se riempiamo la nostra scheda con delle foto e si sposta fino al 48% nel caso di tour virtuale.

 

Chiaramente è da valutare perché ha un costo, ma una volta realizzato è di nostra proprietà e sarà visibile su Maps, su Google My Business e può anche essere inserito anche nel sito web.

 

 

Fonte: https://www.google.com/intl/it/maps/streetview/trusted/

Bio Gloria Bassi

Sono Top Contributor di AdWords e di Google My Business. Nel mio percorso di studio, la decisione di passare dall'adv tradizionale a quella digitale, è stata azzeccata. AdWords mi ha sempre incuriosito, così ho deciso di approfondire e il mio lavoro di AdWords Account Manager mi dà grande soddisfazione! Google My Business è uno strumento straordinario e in poche mosse può dare un grande aiuto. Se vengono uniti, sono ancora più potenti!

Commenti
da Roberto Cavasin
in data ‎21-06-2016 12:35

I contenuti visivi sono sempre un aiuto alla conversione e a maggior ragione il tour virtuale permette agli utenti una scelta priva di dubbi. Ottimo articolo!

da Susanna B
in data ‎05-01-2017 23:39

I Virtual Tour stanno divendando un mezzo quasi indispensabile anche alle aziende che non rientrano nella categoria della ristorazione e del turismo.

Pelletterie, profumerie, centri estetici,negozi di abbigliamento, palestre, scuole private, insomma chiunque abbia un'attività e ci tiene alla cura e alla presentazione della stessa.

Google Maps è sempre più utilizzato e più la scheda Google my Business è curata è più è possibile avere visibilità soprattutto in contesti con grande concorrenza ( come posso essere le grandi città)

Ovviamente se mi trovo in una zona di Roma (ad esempio) e cerco un negozio di prodotti per animali è quasi certo che vado a scegliere quello con la scheda più completa.Se ho addirittura la possibilità di passeggiare tra le corsie del negozio vendendo nel dettaglio i prodotti esposti sono sicuro di andare a colpo sicuro.

Esistono fotografi certificati e consulenti che possono aiutarvi a curare il meglio la vostra scheda.