386 utenti online in questo momento
386 utenti online in questo momento
Dubbi e domande su Filtri alle viste e Spam Referral? Chiedi qui!
Guidami
star_border
Rispondere

FAQ Analytics #8: Come impostare il monitoraggio interdominio?

Laureato ✭ ✭ ✭

Come impostare il monitoraggio interdominio (cross-domain)?

Messaggio tipo: “Buongiorno a tutti, ho due siti attinenti la stessa attività da monitorare, qual è il modo migliore per monitorarli entrambi?

 

Molto spesso capita alle imprese di dover monitorare più di un sito web relativi allo stesso tipo di attività, diciamo due siti complementari e non di certo concorrenziali. Tra i motivi per i quali si rende necessario il monitoraggio interdominio, quelli più ricorrenti sono: esistenza di un sito web di informazioni sul prodotto affiancato a uno e-commerce, per l’acquisto del prodotto; un sito e un blog; un sito e-commerce e un altro per la gestione del carrello e degli acquisti; per un sito dotato di ulteriori sub-domain.

 

Per risolvere la situazione si possono prendere in esame almeno due ipotesi: la prima consiste nel creare 2 proprietà Analytics con 2 codici di monitoraggio differenti; la seconda prevede di utilizzare lo stesso codice di monitoraggio per entrambi i domini e aggiungere una stringa di codice per fare in modo di tracciarli entrambi.

Chiaramente l’utilità del primo metodo è quella di avere le analisi ben distinte, ma quella del secondo è di comprendere come avviene la navigazione “cross-domain”, appunto tra i due siti. Noi preferiamo proporre la seconda soluzione, anche perché è possibile risolvere il problema della separazione dei dati duplicando la vista e aggiungendo appositi filtri.

 

Andiamo adesso a descrivere cosa fare per attivare un monitoraggio cross-domain se utilizzi Universal Analyitics.

 

  1. Crea una proprietà Analytics con il rispettivo codice di monitoraggio (oppure recupera quello del sito già esistente). Quello sarà il codice che utilizzerai per tutti i domini da collegare.
  2. Modifica il codice di monitoraggio, aggiungendo alcuni parametri alla stringa “ ga('create', 'UA-XXXXXXX-Y', 'auto', “ , alla fine il codice di monitoraggio dovrà apparire in questo modo (le parti in corsivo sono quelle da aggiungere):

 

<script>

 

(function(i,s,o,g,r,a,m){i['GoogleAnalyticsObject']=r;i[r]=i[r]||function(){ (i[r].q=i[r].q||[]).push(arguments)},i[r].l=1*new Date();a=s.createElement(o), m=s.getElementsByTagName(o)[0];a.async=1;a.src=g;m.parentNode.insertBefore(a,m) })(window,document,'script','//www.google-analytics.com/analytics.js','ga');

 

ga('create', 'UA-XXXXXXX-Y', 'auto', {'allowLinker': true});

ga('require', 'linker');

ga('linker:autoLink', ['miosito2.com'] );

ga('send', 'pageview');

 

</script>

 

Rispettivamente, nel sito web secondario va effettuata una modifica che consenta di collegare i due siti, di seguito la stringa di codice da aggiungere (quella in corsivo):

 

ga('create', 'UA-XXXXXXX-Y', 'auto', {'allowLinker': true});

ga('require', 'linker');

ga('linker:autoLink', ['miosito1.com'] );

ga('send', 'pageview');

 

Si possono monitorare con lo stesso codice anche più di 2 siti, aggiungendo gli altri in questo modo:

 

ga('linker:autoLink', ['miosito1.com', 'miosito3.com'] );

 

A questo punto cosa ti aspetti di trovare a livello di statistiche? Io so per certo che in questo modo troverai una confusione immane nelle statistiche, perché saranno confuse, è quello che vuoi però, una media. Il problema c’è se entrambi i siti hanno pagine con stessi URL, questo accade, soprattutto se si tratta magari di due domini con stessi contenuti in lingua diversa.

Naturalmente esiste una soluzione a questo, altrimenti non ti avrei consigliato di adottare il sistema del cross-domain, la soluzione consiste nel creare un filtro che immetti l’URL completa delle pagine e non soltanto l’ultima parte (inserendo cioè anche il nome del dominio e non solo quello del percorso). Se non sono stata chiara seguimi nel passaggio:

Apri il pannello Analytics > Report (rapporti) > Comportamento > Contenuti del sito > Tutte le pagine.

Lì vedrai le pagine del tuo sito web che sono state visualizzate, le quali si presentano per esempio in questo modo:

 

/contacts

/products/shoes

 

(ricordo che la pagina indicata con “/” è la home page). Se vi si presenta questa situazione monitorando un solo dominio non c’è alcun problema, ma le cose si complicano con la presenza di due domini monitorati con lo stesso codice, semplicemente non sapreste su quale dei due è avvenuta la visualizzazione della determinata pagina.

Ecco che entra in gioco il filtro per rendere visibile il dominio il quel rapporto:

 

 

  • Tipo filtro: Filtro personalizzato > Avanzato
  • Campo A: Nome host Estratto A: (.*)
  • Campo B: URI della richiesta Estratto: (.*)
  • Output in: URI della richiesta Constructor: $A1$B1

 

 

Personalmente ti consiglio di creare almeno 2 ulteriori viste, o comunque una per ciascuno dei domini che vuoi monitorare ed escludere da ciascuna vista l’altro o gli altri domini attraverso dei filtri. Ricorda sempre però di lasciare una vista pulita, priva di ogni filtro, dal momento che anche eliminando in futuro il filtro, non si possono recuperare i dati precedentemente filtrati.

 

Anche questo appuntamento è giunto al termine, tu come hai preferito gestire il monitoraggio interdominio? Hai trovato difficoltà qui non discusse?

Aspetto le vostre curiosità e intanto vi lascio a nuovi estratti dalla community.

 

https://www.it.adwords-community.com/t5/Google-Analytics-e-Rapporti/Tracciamento-Cross-Domain/m-p/33...

https://www.it.adwords-community.com/t5/Google-Analytics-e-Rapporti/Analytics-per-2-dominio-della-st...

https://www.it.adwords-community.com/t5/Google-Analytics-e-Rapporti/Monitoraggio-interdominio-non-fu...

 

Rif.: FAQ Analytics #8: Come impostare il monitoraggio interdominio?

Collaboratori Principali Alumni

Vi invitiamo a dirci la vostra! 

E se avete perso gli altri articoli della serie di @Mariella B eccoli qui: http://goo.gl/ANLY9e

Rif.: FAQ Analytics #8: Come impostare il monitoraggio interdominio?

Matricola ✭
Buongiorno,
Articolo molto interessante per me. Vorrei chiedere alcune delucidazioni però: io per ora sto monitorando due siti con due ID Analytics diversi. Uno è il sito principale, istituzionale ed informativo, l'altro è un sottodominio contenente l'e-commerce. Ero interessata ad avere metriche separate, ma come descritto nell'articolo, ora sto facendo fatica a capire come gli utenti passino da un sito all'altro, dove e perchè... Secondo voi dovrei correggere questo uso e utilizzare uno dei due ID nella maniera descritta?
Altro dubbio: provando ad impostare i filtri come descritto a fondo articolo ho trovato delle incertezze.
Tipo filtro: Filtro personalizzato > Avanzato
Campo A: Nome host Estratto A: (.*) ---> ho messo il nome host
Campo B: URI della richiesta Estratto: (.*) ---> ho messo URL sito
Output in: URI della richiesta ---> HO INSERITO NEL CAMPO "Constructor: $A1$B1"

È corretto? quale effetto avrà sul mio account? come posso farmi guidare nell'impostazione di questo monitoraggio?
Grazie, buona giornata e buon lavoro