450 utenti online in questo momento
450 utenti online in questo momento
Forum di Supporto per aiutarti a migliorare le performanc delle tue campagne pubblicitarie con Google AdWords
Guidami
star_border
Rispondere

Campagna Poliambulatorio Specialistico

Matricola ✭ ✭

Ciao a tutti, sono il responsabile di un poliambulatorio specialistico privato a Milano e da 4 mesi circa usiamo google adwords per pubblicizzare l'attività. Sono io che mi occupo sia del sito che della campagna ma non ho grandissime competenze anche se cerco di arrangiarmi. Rispetto ai primi mesi abbiamo avuto un buon riscontro ma non riesco a capire se la campagna sta ottenendo il massimo o il minimo e ho le idee molto confuse: (Cpc Automatico? Manuale? Meglio cpc basso per ottenere più click ma poi siamo troppo indietro come pagina? Se il cpc è troppo alto esauriamo subito il budget?) Insomma, queste sono i numerosi dubbi e domande che mi pongo. Qualcuno potrebbe darmi qualche dritta o aiuto? Sarebbe ben accetta! Vi ringrazio in anticipo!

2 Risposte degli espertiverified_user

Soluzioni accettate
Selezionata come risposta migliore.
Soluzione
Accettato da autore argomento Marco G
‎26-01-2016 10:43

Rif.: Campagna Poliambulatorio Specialistico

Collaboratore Principale
Ciao Marco.
L'offerta economica è solo uno dei fattori che influenza il tuo posizionamento. Gli altri - altrettanto importanti - sono il punteggio di qualità delle tue keyword e il comportamento della concorrenza (in termini, anche qui, di accoppiata Offerta e Punteggio di Qualità).

In prima battuta ti suggerisco di aggiungere, nel report "Parole Chiave" la colonna "Punteggio di Qualità", in modo da verificare come Google valuta le keyword che attivano i tuoi annunci. Ovviamente il tuo obiettivo deve essere avvicinarti quanto più possibile al 10/10 che è il massimo; questo lo puoi ottenere ottimizzando la tua landing page (è una landing page e non la home del tuo sito? è responsive? è di facile navigabilità? etc. etc.), perfezionando la pertinenza dei tuoi annunci (hai creato diversi gruppi di annunci raggruppandovi le keyword per macroesigenze espresse nella query? hai inserito la tua "king keyword" nel titolo dell'annuncio? La hai inserita in corrispondenza esatta in un gruppo do annunci a se stante e, più in generale, hai fatto uso delle corrispondenze esatte? hai inserito una call2action nelle righe sotto al titolo? hai inserito almeno le estensioni di località, callout, chiamata?) e avendo una buona probabilità di ricevere clic (che è una diretta conseguenza delle attività di prima ma che, personalmente, attribuisco molto all’uso delle corrispondenze inverse per evitare di far visualizzare annunci per query che non mi interessano).

Una volta che hai effettuato questi check (Google ti aiuta a capire dove migliorare: clicca sulla nuvoletta accanto allo Stato di ogni parola chiave e scoprirai dove devi migliorare) puoi concentrarti sull’offerta.

In linea di massima, come sai, ogni query digitata dall’utente fa scattare un’asta tra tutti gli inserzionisti che hanno inserito quella query (attraverso tutte le possibili declinazioni dei vari tipi di corrispondenza). Per Google l’asta significa fare due cose DISTINTE E SEPARATE:

1. Attribuire a tutti gli inserzionisti che partecipano all’asta un ranking, ovvero un punteggio per quella specifica query dato dal prodotto tra Punteggio di Qualità e Offerta. Ogni inserzionista dell’asta ha quindi un suo ranking specifico per quell’asta. Ordinando gli inserzionisti per ranking decrescente, Google stila una sorta di classifica per quell’asta e attribuisce le posizioni nella pagina: più alto è il ranking più in alto sarà visualizzato l’annuncio

2. definire quanto ciascun inserzionista deve pagare l’eventuale clic ricevuto. E qui viene il bello: tu non paghi quanto hai offerto, ma paghi la cifra strettamente necessaria per “battere” l’inserzionista che è subito dopo di te in “classifica”. Se, dopo il calcolo di cui al punto 1, il tuo annuncio si piazza in posizione 2, il clic eventualmente ricevuto sarà pagato ad un costo tale da “battere” l’inserzionista in posizione 3.

In termini matematici il tutto suona cosi (in un’asta – per esempio – a 2 inserzionisti, A e B, con Pdq= Punteggio di Qualità e Cpc=Offerta Cpc massimo offerto):

RankingA = PdqA x CpcA
RankingB = PdqB x CpcB

Sulla base di questo prodotto Google stilerà la sua classifica e, ad esempio, farà uscire in posizione 1 l’inserzionista A e i posizione 2 l’inserzionista B. Ma quanto paga il clic che riceve A? Lo paga quanto pagherebbe per essere appena sopra B, ovvero per avere il suo Ranking.

Matematicamente imposta l’equazione:
RankingB=RankingA ovvero
PdqB x CpcB = PdqA x CpcA ovvero
CpcA = (PdqB/PdqA) x CpcB

Questo significa che quanto più è alto il Punteggio di Qualità di A, anzi quanto maggiore è la differenza tra punteggio di qualità di A e punteggio di qualità di B ovvero quanto Google ritiene l’annuncio di A migliore dell’annuncio di B tanto minore sarà il costo per clic pagato da A; non solo: il costo pagato da A dipenderà dall’offerta di B!

Tutto questo per dirti che la tua domanda su quale sia la strategia di offerta più efficace sottende un mondo che è il cuore di AdWords.
Ottimizza la tua campagna, analizza la concorrenza, verifica i risultati (conversioni) e concentrati sulle keyword per te più profittevoli.
L’obiettivo non è spendere poco o molto: l’obiettivo è guadagnare. Quando sarai certo che quanto speso per AdWords è per te un costo variabile con un ROI positivo potrai ritenerti soddisfatto (ma questo non significa che dovrai smettere di ottimizzare la campagna ;-)))

Ti suggerisco di dare uno sguardo al video di Hal Varian , Chief Economist di Google https://support.google.com/adwords/answer/1752122?hl=en

Scrivimi per ogni dubbio
Gaetano

Visualizza soluzione nel messaggio originale


Tutte le risposte
Selezionata come risposta migliore.
Soluzione
Accettato da autore argomento Marco G
‎26-01-2016 10:43

Rif.: Campagna Poliambulatorio Specialistico

Collaboratore Principale
Ciao Marco.
L'offerta economica è solo uno dei fattori che influenza il tuo posizionamento. Gli altri - altrettanto importanti - sono il punteggio di qualità delle tue keyword e il comportamento della concorrenza (in termini, anche qui, di accoppiata Offerta e Punteggio di Qualità).

In prima battuta ti suggerisco di aggiungere, nel report "Parole Chiave" la colonna "Punteggio di Qualità", in modo da verificare come Google valuta le keyword che attivano i tuoi annunci. Ovviamente il tuo obiettivo deve essere avvicinarti quanto più possibile al 10/10 che è il massimo; questo lo puoi ottenere ottimizzando la tua landing page (è una landing page e non la home del tuo sito? è responsive? è di facile navigabilità? etc. etc.), perfezionando la pertinenza dei tuoi annunci (hai creato diversi gruppi di annunci raggruppandovi le keyword per macroesigenze espresse nella query? hai inserito la tua "king keyword" nel titolo dell'annuncio? La hai inserita in corrispondenza esatta in un gruppo do annunci a se stante e, più in generale, hai fatto uso delle corrispondenze esatte? hai inserito una call2action nelle righe sotto al titolo? hai inserito almeno le estensioni di località, callout, chiamata?) e avendo una buona probabilità di ricevere clic (che è una diretta conseguenza delle attività di prima ma che, personalmente, attribuisco molto all’uso delle corrispondenze inverse per evitare di far visualizzare annunci per query che non mi interessano).

Una volta che hai effettuato questi check (Google ti aiuta a capire dove migliorare: clicca sulla nuvoletta accanto allo Stato di ogni parola chiave e scoprirai dove devi migliorare) puoi concentrarti sull’offerta.

In linea di massima, come sai, ogni query digitata dall’utente fa scattare un’asta tra tutti gli inserzionisti che hanno inserito quella query (attraverso tutte le possibili declinazioni dei vari tipi di corrispondenza). Per Google l’asta significa fare due cose DISTINTE E SEPARATE:

1. Attribuire a tutti gli inserzionisti che partecipano all’asta un ranking, ovvero un punteggio per quella specifica query dato dal prodotto tra Punteggio di Qualità e Offerta. Ogni inserzionista dell’asta ha quindi un suo ranking specifico per quell’asta. Ordinando gli inserzionisti per ranking decrescente, Google stila una sorta di classifica per quell’asta e attribuisce le posizioni nella pagina: più alto è il ranking più in alto sarà visualizzato l’annuncio

2. definire quanto ciascun inserzionista deve pagare l’eventuale clic ricevuto. E qui viene il bello: tu non paghi quanto hai offerto, ma paghi la cifra strettamente necessaria per “battere” l’inserzionista che è subito dopo di te in “classifica”. Se, dopo il calcolo di cui al punto 1, il tuo annuncio si piazza in posizione 2, il clic eventualmente ricevuto sarà pagato ad un costo tale da “battere” l’inserzionista in posizione 3.

In termini matematici il tutto suona cosi (in un’asta – per esempio – a 2 inserzionisti, A e B, con Pdq= Punteggio di Qualità e Cpc=Offerta Cpc massimo offerto):

RankingA = PdqA x CpcA
RankingB = PdqB x CpcB

Sulla base di questo prodotto Google stilerà la sua classifica e, ad esempio, farà uscire in posizione 1 l’inserzionista A e i posizione 2 l’inserzionista B. Ma quanto paga il clic che riceve A? Lo paga quanto pagherebbe per essere appena sopra B, ovvero per avere il suo Ranking.

Matematicamente imposta l’equazione:
RankingB=RankingA ovvero
PdqB x CpcB = PdqA x CpcA ovvero
CpcA = (PdqB/PdqA) x CpcB

Questo significa che quanto più è alto il Punteggio di Qualità di A, anzi quanto maggiore è la differenza tra punteggio di qualità di A e punteggio di qualità di B ovvero quanto Google ritiene l’annuncio di A migliore dell’annuncio di B tanto minore sarà il costo per clic pagato da A; non solo: il costo pagato da A dipenderà dall’offerta di B!

Tutto questo per dirti che la tua domanda su quale sia la strategia di offerta più efficace sottende un mondo che è il cuore di AdWords.
Ottimizza la tua campagna, analizza la concorrenza, verifica i risultati (conversioni) e concentrati sulle keyword per te più profittevoli.
L’obiettivo non è spendere poco o molto: l’obiettivo è guadagnare. Quando sarai certo che quanto speso per AdWords è per te un costo variabile con un ROI positivo potrai ritenerti soddisfatto (ma questo non significa che dovrai smettere di ottimizzare la campagna ;-)))

Ti suggerisco di dare uno sguardo al video di Hal Varian , Chief Economist di Google https://support.google.com/adwords/answer/1752122?hl=en

Scrivimi per ogni dubbio
Gaetano

Rif.: Campagna Poliambulatorio Specialistico

Collaboratore Principale
Buongiorno Marco,
lascio la spiegazione tecnico-scientifica a Gaetano e te ne faccio una più morbida.
Prima di capire se sei a regime minimo o massimo, riesci a quantificare se e quanti clienti ha portato?
Hai impostato un sistema che ti consenta di leggere quante conversioni hai ottenuto?

Andrea

Rif.: Campagna Poliambulatorio Specialistico

Matricola ✭ ✭
Ciao, non ho ancora impostato il sistema di conversioni semplicemente perchè sto cercando di farlo!

Rif.: Campagna Poliambulatorio Specialistico

Matricola ✭ ✭
Ciao, intanto grazie della dettagliata spiegazione. Ovviamente sono un principiante in materia e sto cercando appunto qualcuno che mi dia una mano a seguire le cose in maniera più specifica e concreta dove ovviamente le mie competenze non arrivano. La mia campagna ha dei gruppi di annunci, ogni gruppo delle parole chiave e il punteggio di qualità compare nelle colonne. Molti variano tra il 6-8 alcuni si fermano anche a 2 ma capire come fare per portarlo più in alto modificando la pagina web diventa complesso. L'estensione di località e chiamata le ho inserite mentre non mi è chiaro il call2action

Rif.: Campagna Poliambulatorio Specialistico

Collaboratore Principale
Ciao Marco,
indipendentemente dal suo settaggio "tecnologico", puoi intanto analizzare in modo semplice il numero di persone che entra nella pagina dei contatti (se presente).
A tal proposito, puoi configurare un obiettivo su Analytics, facendo appunto in modo che l'obiettivo venga raggiunto se l'utente entra nella pagina dei contatti.
Importa poi questo obiettivo in AdWords e lo vedrai comparire tra le conversioni.

Se hai difficoltà in questi passaggi, faccelo sapere che ti dettagliamo le istruzioni.

Andrea