332 utenti online in questo momento
332 utenti online in questo momento
Forum di Supporto per aiutarti a migliorare le performanc delle tue campagne pubblicitarie con Google AdWords
Guidami
star_border
Rispondere

Come evitare annunci inutili nei risultati di ricerca?

Matricola ✭ ✭

Salve a tutti.


Ho notato che Google visualizza annunci AdWords anche quando non serve, facendo, a mio avviso, perdere denaro agli inserzionisti abbastanza inutilmente.
 
Esempio pratico (che non mi riguarda ma che rende l'idea):
 
Se digito "Booking" su Google è ovvio che sto cercando il sito di Booking, giusto? E' una chiave di ricerca precisa ed immediata. Ed infatti i primo risultato di ricerca è quello relativo al sito di Booking. Ma appena sopra compare anche l'annuncio pubblicitario di Booking! Così, se un utente disattento clicca l'annuncio anziché il primo sito della lista di ricerca ecco che fa perdere denaro all'inserzionista, secondo me inutilmente.
 
Sbaglio?
 
C'è una logica dietro a questo strano fenomeno?
 
 E come si può evitare? Come posso fare in modo che AdWord non mostri pubblicità dei mio sito nelle ricerche di Google, se tali ricerche mi mettono già in prima pagina, o addirittura come primo risultato della ricerca?
 
Grazie mille a chiunque sia in grado di rispondermi.
3 Risposte degli espertiverified_user

Soluzioni accettate
Selezionata come risposta migliore.
Soluzione
Accettato da autore argomento Renzo C
‎08-11-2016 15:43

Rif.: Come evitare annunci inutili nei risultati di ricerca?

Collaboratore Principale

Ciao @Renzo C

la risposta secca alla tua domanda precisa è "Non esiste una funzione che puoi selezionare e che ti permetta di non comparire con risultati a pagamento se sei già in prima posizione nei risultati organici"

Detto questo però occorre considerare che parti da un affermazione che è una tua convinzione, ovvero che comparire a pagamento sia inutile ed uno spreco di soldi se sono già posizionato a livello organico.

Che sia una campagna Brand o una campagna con una parola chiave che corrisponde al tuo brand oppure all'URL del tuo sito, in ogni caso gli annunci a pagamento, soprattutto oggi con la nuova struttura della SERP, ti permettono di comparire nel primo 80% di "spazio" riservato ai risultati a pagamento, dopo vengono i risultati organici. Che ci piaccia o meno è così :-)

Il caso che dici tu si verifica spesso con le campagne Brand perché è una buona tecnica che ti porta ad avere il predominio dello spazio nello schermo dell'utente, e secondo, se non lo facessi, lasceresti i competitor con il potenziale di comparire prima di te anche quando gli utenti cercano te (ci si può arrivare anche senza biddare precisamente sul tuo brand ma con la struttura giusta ed una pletora di negative)

Se invece hai un sito saluminostraniveneti.it/prodotti.php e le ricerche degli utenti sono "salumi nostrani veneti" sei stato bravo a comprare il dominio e a posizionarti da un punto di vista organico, tuttavia ricorda che ogni ricerca di un utente potrebbe avere una SERP diversa, potresti comparire per primo da un punto di vista organico ma non è detto che la risposta che stai dando alla query dell'utente, e l'URL dove lo mandi, sia efficace rispetto alla conversione che gli chiedi di fare. Adwords ti permette questo controllo granulare, annuncio per annuncio, sitelinks per sitelinks associato, avere il controllo al 100% dei copy, delle CTA e tante altre cose.

Detto questo, in alcuni casi quello che dici potrebbe essere utile qualora entrambi i risultati (organico e a pagamento) avessero una serie di variabili identiche e quindi la risposta all'utente, dalla ricerca alla landing di destinazione, fossero uguali. Bisognerebbe vedere in quanti casi si presentano queste condizioni.

 

Cosa farei io:
I numeri alla fine ti dicono se ne vale la pena. Ricorda che hai sempre il controllo al 100% di quello che fai a pagamento per cui puoi anche non biddare o mettere in negativo certe keywords nel momento in cui sai che sei posizionato al top da un punto di vista organico. Fai un test, spegni le keywords in cui sei posizionato al primo posto in organico, vedi come cambia il ROAS e decidi di conseguenza :-) forse ne vale la pena.

Fammi sapere!

Riccardo
Performance Marketing Specialist
http://www.performancebased.com

Visualizza soluzione nel messaggio originale


Tutte le risposte

Come evitare annunci inutili nei risultati di ricerca?

Astri Nascenti

Ciao Renzo,

sono gli inserzionisti che decidono di far apparire gli annunci (anche) in base le determinate parole chiave.

 

Per evitare che Google mostri annunci in base determinate parole chiave puoi usare le parole chiave a corrispondenza inversa.

 

p.s.

Mostrare annunci per ricerche "brand" non necessariamente vuol dire sprecare soldi, anzi, a volte è molto utile Smiley Strizza l'occhio

 

Spero sia stato utile, buona giornata,

Yuri.

 

Come evitare annunci inutili nei risultati di ricerca?

Astri Nascenti

Ciao Renzo, innanzitutto booking è una parola chiave generica non si tratta di Nike o Adidas e comunque è giusto fare Adwords con queste ricerche, quello che non puoi fare è utilizzare nomi di Brand protetti, come i due che ti ho citato sopra. 

 

Come evitare annunci inutili nei risultati di ricerca?

[ Modificato ]
Matricola ✭ ✭

Si, è vero. Ho sbagliato esempio. Adidas è forse più adatto, ma probabilmente non ho saputo spiegare bene il problema che non centra niente con i Brand.

 

Se digito Adidas su Google mi compare come primo sito quella della Adidas, e questa è cosa buona e giusta.

Appena sopra, però, mi compare anche un annuncio (evidentemente pagato dalla Adidas ) che mi porta allo stesso identico sito e alla stessa identica pagina, ma che però lo fa a pagamento.

 

Se quell'annuncio non ci fosse l'utente arriverebbe lo stesso al sito che sta cercando (sempre Adidas nel nostro esempio) senza pagare un centesimo.

 

Ergo, quell'annuncio, in quella posizione, per quella parola chiave è inutile (per 'inserzionista) in quanto l'utente interessato potrebbe arrivare benissimo al sito gratis.

 

Questo problema non interessa solo i grandi marchi, ma tutti i siti che fanno pubblicità con AdWords. L'esempio serve solo a far capire visivamente e praticamente qual'è il problema.

 

La domanda alla fine è: come fosso fare per evitare che Google AdWords pubbichi annunci in testa ai risultati di ricerca se, con quella parola chiave, la mia pagina è già in testa ai risultati di ricerca e quindi gli utenti potrebbero arrivare al mio sito gratuitamente?

 

E' questa la mia domanda.

 

Grazie comunque per la precisazione.

 

Come evitare annunci inutili nei risultati di ricerca?

Matricola ✭ ✭

Si, può essere un'idea.

 

Cercavo però una soluzione più immediata, come "non mostrare annunci se sei in cima ai risultati di ricerca".

Così posso attirare solo le persone, nei miei siti, che spontaneamente non ci arriverebbero.

 

Come evitare annunci inutili nei risultati di ricerca?

Astri Nascenti

Non esiste che in una ricerca non ci sia Adwords, a meno chè la ricerca non abbia pochi risultati. Per un grande brand attivare camapgne  brand è la prima regola. Inoltre non sempre si viene indirizzati alla stessa pagina dei risultati organici, io ad esempio indirizzo gli utenti direttamente nella pagina saldi quanto attiva e nell'annuncio puoi indicare particolari promo. 

 

 

 

Come evitare annunci inutili nei risultati di ricerca?

Matricola ✭ ✭

Per le campagne brand posso essere d'accordo con te.

 

Però se digito "salumi nostrani veneti" ed il primo risultato della ricerca di Google è "saluminostraniveneti.it/prodotti.php" e appena sopra, a ripetizione, mi mette un mio annuncio a pagamento che porta il cliente esattamente nella stessa pagina, capirai che è uno spreco di soldi. Il cliente ci arriverebbe comunque e gratis!

 

D'altronde non posso evitare di mettere "salumi nostrani veneti" come parola chiave, perché quello vendo! E serve anche ad AdSense per individuare siti coerenti nei quali far comparire il mio annuncio.

 

Quello che intendo è che, secondo me, AdWords dovrebbe attivare una funzione che impedisca agli annunci a pagamento di comparire nei risultati di ricerca se, con quella chiave, sei già il primo della lista. Una funzione facoltativa, che io userei ma che, magari Adidas non userebbe perché la cosa gli va bene così...

 

Ma forse questa possibilità esiste già. Ed era questo che volevo sapere. Che sappiate voi questa esclusione è possibile?

 

Grazie per l'interesse!

 

Selezionata come risposta migliore.
Soluzione
Accettato da autore argomento Renzo C
‎08-11-2016 15:43

Rif.: Come evitare annunci inutili nei risultati di ricerca?

Collaboratore Principale

Ciao @Renzo C

la risposta secca alla tua domanda precisa è "Non esiste una funzione che puoi selezionare e che ti permetta di non comparire con risultati a pagamento se sei già in prima posizione nei risultati organici"

Detto questo però occorre considerare che parti da un affermazione che è una tua convinzione, ovvero che comparire a pagamento sia inutile ed uno spreco di soldi se sono già posizionato a livello organico.

Che sia una campagna Brand o una campagna con una parola chiave che corrisponde al tuo brand oppure all'URL del tuo sito, in ogni caso gli annunci a pagamento, soprattutto oggi con la nuova struttura della SERP, ti permettono di comparire nel primo 80% di "spazio" riservato ai risultati a pagamento, dopo vengono i risultati organici. Che ci piaccia o meno è così :-)

Il caso che dici tu si verifica spesso con le campagne Brand perché è una buona tecnica che ti porta ad avere il predominio dello spazio nello schermo dell'utente, e secondo, se non lo facessi, lasceresti i competitor con il potenziale di comparire prima di te anche quando gli utenti cercano te (ci si può arrivare anche senza biddare precisamente sul tuo brand ma con la struttura giusta ed una pletora di negative)

Se invece hai un sito saluminostraniveneti.it/prodotti.php e le ricerche degli utenti sono "salumi nostrani veneti" sei stato bravo a comprare il dominio e a posizionarti da un punto di vista organico, tuttavia ricorda che ogni ricerca di un utente potrebbe avere una SERP diversa, potresti comparire per primo da un punto di vista organico ma non è detto che la risposta che stai dando alla query dell'utente, e l'URL dove lo mandi, sia efficace rispetto alla conversione che gli chiedi di fare. Adwords ti permette questo controllo granulare, annuncio per annuncio, sitelinks per sitelinks associato, avere il controllo al 100% dei copy, delle CTA e tante altre cose.

Detto questo, in alcuni casi quello che dici potrebbe essere utile qualora entrambi i risultati (organico e a pagamento) avessero una serie di variabili identiche e quindi la risposta all'utente, dalla ricerca alla landing di destinazione, fossero uguali. Bisognerebbe vedere in quanti casi si presentano queste condizioni.

 

Cosa farei io:
I numeri alla fine ti dicono se ne vale la pena. Ricorda che hai sempre il controllo al 100% di quello che fai a pagamento per cui puoi anche non biddare o mettere in negativo certe keywords nel momento in cui sai che sei posizionato al top da un punto di vista organico. Fai un test, spegni le keywords in cui sei posizionato al primo posto in organico, vedi come cambia il ROAS e decidi di conseguenza :-) forse ne vale la pena.

Fammi sapere!

Riccardo
Performance Marketing Specialist
http://www.performancebased.com

Come evitare annunci inutili nei risultati di ricerca?

Matricola ✭ ✭

Grande risposta.

 

Grazie :-)