106 utenti online in questo momento
106 utenti online in questo momento
Forum di Supporto per aiutarti a migliorare le performanc delle tue campagne pubblicitarie con Google AdWords
Guidami
star_border
Rispondere

Quesito difficile su Google Shopping

[ Modificato ]
Studente ✭ ✭

Ciao a tutti,

 

vorrei chiedere il contributo di tutti i membri della community (nella speranza che qualcuno stavolta risponda Smiley TristeSmiley Triste ) in merito agli annunci pubblicitari che compaiono di google shopping. Come si può vedere dallo screenshot allegato, in alcuni annunci compare il link di altri comparatori di prezzo diversi da Google Shopping ( es. in questo caso, Stileo, Twenga e Shopping FM).

 

Fatta questa premessa, volevo chiedere se un inserzionista, che oltre alla campagna shopping su Google AdWords è presente sempre con lo stesso feed di prodotti, anche su uno di questi comparatori, nel momento in cui la campagna è attiva, finisce per farsi concorrenza da solo, tra il proprio feed Merchant center di Adwords e quello dell'aggregatore su cui è presente?

 

Ringrazio in anticipo chiunque riesca a darmi info in merito.

@AndreaTesta @mbiagiotti @Gaetano Trap @Yuri @Luna M @Ivan Cicconi @JVB

 

Schermata 2018-06-26 alle 11.40.08.png

2 Risposte degli espertiverified_user

Quesito difficile su Google Shopping

Laureato ✭

In teoria si, in pratica è anche meglio.

Vero che forse pagherei qualcosina in più in termini di cpc su adwords (oltre ai costi da pagare al comparatore di turno) ma sei anche presente con 2 annunci in unica serp cosa da non sottovalutare.

Non so se poi google è in grado di riconoscere che quelle schede annunci hanno la stessa URL di destinazione e quindi ne nostra solo uno, ma non credo.

 

 

 

Quesito difficile su Google Shopping

Studente ✭ ✭

 

mmm... non mi convince la cosa. @Giuseppe Scollo

Tra l'altro un'altra cosa che mi chiedo, è che se su adwords posso lavorare di fino nell'ottimizzazione della campagna shopping, su quella genarata da un comparatore non si può intervenire sull'ottimizzazione.

Che ne pesi @Giuseppe Scollo? Altri timorati che provano a riflettere sulla questione?
Grazie comunque Giuseppe per il contributo

Quesito difficile su Google Shopping

Laureato ✭

Premesso che non ho mai lavorato con i comparatori ma immagino si lavori di feed anche li. Quindi l'ottimizzazione in shopping, come sulle altre piattaforme in cui si lavori con i feed va fatta a monte del feed, lavorando su titoli e descrizioni, prezzi, e altre possibilità che offre il feed per quella specifica piattaforma. Inoltre poi ci sono vari strumenti esterni che ti permettono di capire come sei posizionato come prezzo e quindi anche il prezzo diventa una variabile di ottimizzazione molto importante. 

Certo in adwords hai la possibilità di intervenire con keywords negative e spaccando i gruppi fino ad arrivare ad insiemi di prodotti molto piccoli e magari con grossi margini. I comparatori non saprei ma immagino abbiamo dei meccanismi simili.

 

Almeno questa è la mia modesta e parziale visione

 

 

Rif.: Quesito difficile su Google Shopping

Apprendista ✭ ✭ ✭

Saturare tutte le posizioni di ricerca ed aumentare le quote di impression del Brand in tutti i canali possibili è sicuramente consigliato e sono assolutamente d'accordo sul fatto che sia meglio.

 

Dato l'aumento della concorrenza, "tante piccole spinte", utili a portare l'utente verso la conversione, costano sicuramente meno che un'unica grande spinta (fermo restando che siamo in grado di darla). I grandi merchant, Amazon primo fra tutti, utilizza questo sistema e la sua capillarità pubblicitaria raggiunge livelli che i piccoli e medi advertiser non sono in grado di fare. 

 

Non parlerei di concorrenza ma di presenza. Considera inoltre che se non ci sei te c'è qualcun'altro.

 

 

 

 

Quesito difficile su Google Shopping

Astri Nascenti

Ciao @Pierfra, dunque in questo caso un minimo di concorrenza è inevitabile. Ma comunque non è una cosa che va ad intaccare le performance delle campagne in maniera così drastica. 

Al contrario di quanto consigliato sopra, soprattutto su shopping, sconsiglio di saturare le posizioni di ricerca. Quindi diminuisci la tua quota di impression sulla rete di ricerca. 

Non avendo accesso al tuo account, ho la sensazione che hai un cpc un po' troppo alto, perchè il prodotto viene pubblicizzato insieme a molti altri, troppi direi! Il tuo obiettivo non è fare impression o coprire più posizioni nella serp, ma è semplicemente vendere. Quindi meglio poche impression che portano a conversione piuttosto che tante impression che ti portano solo ad una concorrenza più elevata e ad un target sbagliato. In sintesi, inizierei ad abbassare un po' il cpc e a lavorare di inverse

Ivan - BytekMarketing.it
ivan@bytekmarketing.it

Rif.: Quesito difficile su Google Shopping

Studente ✭ ✭

Caro @Ivan Cicconi su questo ti avevo già anticipato, infatti controllo i termini di ricerca quotidianamente e faccio una scrematura di ricerche, escludendo le possibili ricerche che possono essere più generiche e poco specifiche e quindi meno orientate verso la conversione. Per quanto riguarda il cpc si aggira su un cpc medio di 0,14€ in linea con il cpc benchmark max. A questo punto non so se è alto sencondo te? Aggiungo inoltre che uso una strategia ROAS.

 

A questo punto mi chiedo se strizzare ancora di più i termini di ricerca per far abbassare le impression che negli ultimi tempi ho visto che sono aumentate.

 

Comunque grazie a tutti per i vostri contributi. @Ivan Cicconi @alessandro p @Giuseppe Scollo

Quesito difficile su Google Shopping

Astri Nascenti

Sempre opinione personale...Mettiti 2/3 centesimi sotto il cpc benchmark e passa a CPC ottimizzato Smiley Strizza l'occhio

Ivan - BytekMarketing.it
ivan@bytekmarketing.it

Quesito difficile su Google Shopping

Apprendista ✭ ✭ ✭

"Al contrario di quanto consigliato sopra, soprattutto su shopping, sconsiglio di saturare le posizioni di ricerca. Quindi diminuisci la tua quota di impression sulla rete di ricerca. "

se era riferito a: 

"Saturare tutte le posizioni di ricerca ed aumentare le quote di impression del Brand in tutti i canali possibili è sicuramente consigliato e sono assolutamente d'accordo sul fatto che sia meglio."

 

probabilmente mi sono espresso male. Non intendo saturare le posizioni su google shopping, per il quale ritengo che il bid, salvo strategie particolari, debba essere fatto in ottica di redditività e sostenibilità e soprattutto ad audience scelta con cura. Mi riferisco allo sfruttare tutte le piattaforme di advertising per avere un marketing mix sufficientemente performante ed aumentare la visibilità del brand.

 

Saluti

Alessandro

Quesito difficile su Google Shopping

JVB Astri Nascenti
Astri Nascenti

Io non so risponderti, lavoro quasi sempre su campagne e siti con obiettivi di contatto, non sono competente per lo shopping ;-) ... però rileggerò spesso questa domanda e le risposte che ti hanno dato finora.. con i vari collegamenti e tempo permettendo.. così magari riuscirò a capirci qualcosa, ciao @Pierfra

Vincenzo