243 utenti online in questo momento
243 utenti online in questo momento
Forum di Supporto per aiutarti a migliorare le performanc delle tue campagne pubblicitarie con Google AdWords
Guidami
star_border
Rispondere

Singolo annuncio o più annunci? Qual è la strategia migliore?

Matricola ✭

Buonasera, sono Giulia.
Sto sperimentando una campagna AdWords per la mia azienda ed è la prima volta che scrivo qui (e che faccio una campagna AdWords).
In merito a tale campagna, mi sono posta molte domande.
Spero di essere nella sezione adatta e, se così non fosse, vi chiedo di perdonarmi, non ripeterò l'errore.
Ma veniamo al dunque.

Come azienda, stiamo sponsorizzando un solo servizio, la decriptazione di dati/file.
Ho creato una campagna e un gruppo di annunci. All'interno dell'unico gruppo, inizialmente, ho creato 7 annunci, contenenti vari sinonimi (es. annuncio 1: decriptare dati; annuncio 2: recuperare; annuncio 3: file criptati; annuncio 4: decriptare file). Le parole chiave contengono già tutti queste parole e, in generale, tutte le parole utilizzate negli annunci. Confrontandomi, però, con un collega, è risultato che, secondo lui, non ha senso fare così tanti annunci ma è sufficiente un solo e unico annuncio e che l'importante sono solo le parole chiave.
La mia idea iniziale era che viene preso in considerazione anche testo e annuncio per apparire e "battere la concorrenza", non solo le parole chiave. Cioè, creando più annunci, ho più probabilità di azzeccare la parole ricercate dall'utente e di avere un annuncio più pertinente a tale ricerca, rispetto a qualcun altro.
Quindi, domanda numero 1: ha effettivamente più senso creare un solo annuncio, oppure più di uno? Quale strategia ha più senso?

Di conseguenza, abbiamo iniziato a porci altri quesiti:
2) Il ranking, è influenzato dalla coerenza dell'annuncio stesso, rispetto ai contenuti del sito?
3) Un numero maggiore di annunci pertinenti, influenza positivamente il ranking?

4) Il ranking si basa anche sul titolo e il testo dell'annuncio e della pertinenza di tale, in corrispondenza della ricerca effettuata dall'utente? Si basa anche sulla coerenza della pagina di arrivo cliccando sull'annuncio?

Ultima cosa.
Al momento stiamo puntando di ricevere più contatti possibili, tramite la compilazione di un form. La nostra campagna è attiva da più di un mese e quotidianamente la tengo d'occhio apportando modifiche qua e la. Inizialmente, per le prime due settimane circa, c'è stato un vero e proprio boom di contatti. Ma successivamente più nulla. Le impressioni ci sono, ma sono comunque calate molto rispetto all'inizio. Quale potrebbe essere il problema? Dove sto sbagliando? E' tutto abbastanza normale?

Scusate per l'enorme papiro e scusate se non sono stata molto chiara.
Spero tanto di riuscire a chiarirmi le idee.
Ringrazio chiunque vorrà aiutarmi.
Buona serata a tutti

1 Risposta degli espertiverified_user

Soluzioni accettate
Selezionata come risposta migliore.
Soluzione
Accettato da autore argomento Giulia F
‎28-03-2017 22:56

Rif.: Singolo annuncio o più annunci? Qual è la strategia migliore?

Collaboratore Principale

Ciao @Giulia F e Benvenuta nella Community 
si sei nel posto giusto :-)

seguendo ciò che dicono @enricnub e @Lorenzo M e andando per ordine sulle tue domande:

 

1) domanda numero 1: ha effettivamente più senso creare un solo annuncio, oppure più di uno? Quale strategia ha più senso?

 

Devi crearne almeno 2 per ogni gruppo di annunci e leggermente diversi tra loro, questo perché gli utenti reagiscono in maniera diversa in base al testo che leggono ed inoltre crei un sistema virtuoso di competizione dove, dopo un po di tempo e dati raccolti, un annuncio vincerà sull'altro, quello che perde lo metti un pausa e ne crei uno nuovo. Ecco perché ti ho scritto "leggermente diversi tra loro" perché dovrai capire qual'è quella piccola differenza che ha fatto la differenza facendo vincere un annuncio ed utilizzarla per creare quello nuovo che sostituirà l'annuncio che ha perso ed hai messo in pausa. Continua così, questo processo non finisce mai ma ti permette di migliorare continuamente le performance delle tue campagne

E' importante che crei gruppi di annunci diversi per diversi prodotti, oppure come nel tuo caso visto che il prodotto è uno solo, creare gruppi di annunci diversi per diversi modi di cercare il tuo prodotto. Ogni gruppo dovrà avere almeno 2 annunci al suo interno.

Perché più gruppi? Perché ricorda sempre "Divide et impera" più suddividi in maniera granulare più avrai dati dettagliati ed un controllo preciso delle tue campagne. Inoltre c'è un tema di coerenza a cui ti rispondo nella domanda che arriva fra poco

 

2) Il ranking, è influenzato dalla coerenza dell'annuncio stesso, rispetto ai contenuti del sito?


Assolutamente si, il tema della coerenza è uno dei pilastri importanti. Google per valutare le tue campagne monitora fra le altre cose la coerenza che c'è fra la ricerca dell'utente, le keywords che hai scelto, le parole contenute nell'annuncio, la URL della pagina dove mandi l'utente, il titolo di quella pagina, il contenuto di quella pagina, come gestisci la privacy nella pagina ( devi avere una pagina linkata nel footer dove descrivi la tua privacy policy e nel form di contatto che fai compilare agli utenti devi avere un flag dove gli utenti accettano il trattamento dei dati, il classico box dal flaggare con la scritta "accetto il trattamento dei dati personali" e questa scritta deve essere cliccabile ed aprire una finestra modale dove descrivi in poche righe come tratterai quei dati )... anche la privacy è un elemento di quality score quindi di Ranking

 

3) Un numero maggiore di annunci pertinenti, influenza positivamente il ranking?

 

Non influenza direttamente il ranking, lo fa indirettamente per le ragioni di cui ti parlo nella risposta 1 perché aumenti le probabilità che un utente faccia un click nel tuo annuncio e quindi migliori il CTR e quindi il ranking ec etc 

4) Il ranking si basa anche sul titolo e il testo dell'annuncio e della pertinenza di tale, in corrispondenza della ricerca effettuata dall'utente? Si basa anche sulla coerenza della pagina di arrivo cliccando sull'annuncio?

 

Esatto, come da risposta alla domanda 2 :-)

 

5) Ultima cosa:

 

Non guardare solo le impressioni ma guarda quanti click facevi prima quando ti arrivavano i contatti e quanti ne fai adesso, guarda il CTR%, guarda la quota di Impression che avevi prima e che hai adesso. Se tutto funziona regolarmene e non avete avuto improvvisamente un problema di tracciamento ed il form continua a funzionare (verifica che non si sa mai, sono le cose più banali a volte che si trascurano) allora probabilmente potrebbe essere la reazione dei competitor che vedendo arrivare un concorrente in più ( tu ) hanno dovuto reagire alzando il proprio CPC perché stavano perdendo una fetta della torta. Il loro innalzo di CPC (ipotizzo) ha abbassato il tuo posizionamento, quindi compari comunque, ma vieni cliccata di meno.

Attenzione alle modifiche "qua e la" cerca di apportare modifiche basate sui dati, sugli errori, sui miglioramenti che intercetti, non andare a sensazione o a gusto, una delle cose che capita spesso è accorgersi il giorno dopo ( o 1 minuto dopo ) che un testo avremmo voluto farlo un po diverso, che magari ci starebbe una parola in più etc etc ... va benissimo e portare cambiamenti è ciò che ti farà migliorare tuttavia lascia anche il tempo al sistema di "settarsi" e fa si che siano i dati a dirti cosa fare.

 

Brand e Concorrenti:

Solo una precisazione sull'aspetto Brand e Concorrenti citato da @enricnub. E' un ottimo consiglio quello di fare una campagna Brand, ovvero una campagna dove le keywords sono il nome della tua azienda, del tuo marchio, del nome dei tuoi prodotti etc etc perché hanno costi bassissimi e diversi benefici:

a) evita che ci siano altri che compaiono prima di te usando come keywords proprio il tuo Brand, se tu compari solo con risultati organici e loro compaiono con risultati a pagamento naturalmente si vedono prima e ti portano via una parte di traffico ( qui si apre l'aspetto della protezione del Brand ma è un altro argomento )

b) se compari sia in organico sia a pagamento occupi molto più spazio e agli occhi dell'utente sei molto "presente" e più credibile 

 

c) puoi monitorare in quanti modi gli utenti ti cercano e scoprire cose molto interessanti, cosa che con Analytics puoi fare ma in modo più limitato

d) altre leggende metropolitane che si trovano scritte in giro di tanto in tanto :-) 

 

...tuttavia per quanto riguarda i concorrenti è importante ricordarsi che:

 

A) comparire per keywords con i nomi dei competitor è spesso inefficiente perché un utente che cerca un tuo concorrente ha già le idee chiare, è vero che puoi metterti in mezzo come alternativa e farti conoscere in questo modo, è una pratica che si fa, tuttavia sono pochissimi i settori in cui ne ricavi davvero un beneficio costi / ricavi

 

B) hanno tendenzialmente Quality Score basso o molto basso e compromettono il quality score generale del tuo account

 

C) potresti avere problemi legali da non trascurare. Non si tratta di usare il nome del concorrente negli annunci, ma anche usandoli solo come keywords è possibile che il concorrente se ne accorga e se va benino inizia a fare la stessa cosa con te ( e non vince nessuno dei 2 ), se va bene ti chiama e ti chiede di fermarti, se va male potrebbe inviarti una lettera di un legale perché proprio in Italia ci sono già sentenze in questo senso dove il giudice ha anche imposto di mettere il brand del competitor in negativo su tutto l'account (sai che puoi e devi inserire le keywords anche in negativo, ovvero quelle per cui NON vuoi che compaiano i tuoi annunci)

D) E' una pratica che si fa, o si tenta, ma se vuoi tentarla falla in una campagna separata che non vada ad influenzare le altre. 

Facci sapere come va! :-)

Riccardo
Performance Marketing Specialist
http://www.performancebased.com

Visualizza soluzione nel messaggio originale


Tutte le risposte

Singolo annuncio o più annunci? Qual è la strategia migliore?

Studente ✭ ✭ ✭

Ciao Giulia

Risposta a domanda numero 1:

Importante per una campagne sono il ctr per gli annunci e il punteggio di qualità per le parole chiave.

 

Quindi fai bene a diversificare gli annunci per gruppi d'annunci differenti cerca di riportare in concetto se non le parole chiave con più traffico di ricerca questo migliorerà il punteggio di qualità.

Un piccolo consiglio nelle varianti utilizza anche un titolo con queste {Keyword:Tuo_Topic} cos'ì l'annuncio si personalizzerà con la keywords che ha attivato quella serp Smiley Strizza l'occhio

 

Se è possibile a livello di budget dividi in più campagne per valutare un CPL costo per lead e attivare una strategia d'offerta smart.

 

A questo punto non sottovalutare questi aspetti :

Fai sempre una campagna Brand vedrai che non te ne pentirai con due gruppi d'annunci; tuo_brend e brend concorrenti ( ovviamente in quest' ultima non usare gli annunci con{Keyword:Tuo_Topic} ) .

 

Altra cosa per migliorare il CTR e punteggio di qualità utilizza tutte le estensioni annuncio possibili vedi qui https://support.google.com/adwords/answer/2375499?hl=it

 

Singolo annuncio o più annunci? Qual è la strategia migliore?

Apprendista ✭ ✭ ✭

Ciao Giulia.
Conviene fare più annunci, secondo me minimo 3, ma anche 4. E continua a testarli: dopo un po' di tempo, puoi eliminare/mettere in pausa il meno performante, provarne un altro e così via.
Il ranking è influenzato anche dalla coerenza dell'annuncio con la sua pagina di destinazione, ma anche dalle parole chiave scelte: controllane il punteggio di qualità e cerca di dividere il più possibile per gruppi di annunci che reputi pertinenti.
Per il ranking non conta il numero assoluto di annunci, anche se, come dicevo, è bene farne di più per essere sicuri di avere sempre attivi quelli che ti portano un CTR migliore.

 

E' difficile capire quale potrebbe essere il problema del calo di rendimento della campagna. Ma, se il CTR degli annunci rimane alto, lato AdWords non dovresti avere problemi, a meno che tu non stia intercettando in qualche modo le persone sbagliate.

Tieni presente, comunque, che ti ci vuole un certo campione di utenti per poter tirare un po' le somme: cambiare tutti i giorni non credo sia la strada giusta. L'ideale sarebbe fare dei test A/B e lavorare il più possibile "data-driven", basandosi più su dati certi che sulle sensazioni.

Selezionata come risposta migliore.
Soluzione
Accettato da autore argomento Giulia F
‎28-03-2017 22:56

Rif.: Singolo annuncio o più annunci? Qual è la strategia migliore?

Collaboratore Principale

Ciao @Giulia F e Benvenuta nella Community 
si sei nel posto giusto :-)

seguendo ciò che dicono @enricnub e @Lorenzo M e andando per ordine sulle tue domande:

 

1) domanda numero 1: ha effettivamente più senso creare un solo annuncio, oppure più di uno? Quale strategia ha più senso?

 

Devi crearne almeno 2 per ogni gruppo di annunci e leggermente diversi tra loro, questo perché gli utenti reagiscono in maniera diversa in base al testo che leggono ed inoltre crei un sistema virtuoso di competizione dove, dopo un po di tempo e dati raccolti, un annuncio vincerà sull'altro, quello che perde lo metti un pausa e ne crei uno nuovo. Ecco perché ti ho scritto "leggermente diversi tra loro" perché dovrai capire qual'è quella piccola differenza che ha fatto la differenza facendo vincere un annuncio ed utilizzarla per creare quello nuovo che sostituirà l'annuncio che ha perso ed hai messo in pausa. Continua così, questo processo non finisce mai ma ti permette di migliorare continuamente le performance delle tue campagne

E' importante che crei gruppi di annunci diversi per diversi prodotti, oppure come nel tuo caso visto che il prodotto è uno solo, creare gruppi di annunci diversi per diversi modi di cercare il tuo prodotto. Ogni gruppo dovrà avere almeno 2 annunci al suo interno.

Perché più gruppi? Perché ricorda sempre "Divide et impera" più suddividi in maniera granulare più avrai dati dettagliati ed un controllo preciso delle tue campagne. Inoltre c'è un tema di coerenza a cui ti rispondo nella domanda che arriva fra poco

 

2) Il ranking, è influenzato dalla coerenza dell'annuncio stesso, rispetto ai contenuti del sito?


Assolutamente si, il tema della coerenza è uno dei pilastri importanti. Google per valutare le tue campagne monitora fra le altre cose la coerenza che c'è fra la ricerca dell'utente, le keywords che hai scelto, le parole contenute nell'annuncio, la URL della pagina dove mandi l'utente, il titolo di quella pagina, il contenuto di quella pagina, come gestisci la privacy nella pagina ( devi avere una pagina linkata nel footer dove descrivi la tua privacy policy e nel form di contatto che fai compilare agli utenti devi avere un flag dove gli utenti accettano il trattamento dei dati, il classico box dal flaggare con la scritta "accetto il trattamento dei dati personali" e questa scritta deve essere cliccabile ed aprire una finestra modale dove descrivi in poche righe come tratterai quei dati )... anche la privacy è un elemento di quality score quindi di Ranking

 

3) Un numero maggiore di annunci pertinenti, influenza positivamente il ranking?

 

Non influenza direttamente il ranking, lo fa indirettamente per le ragioni di cui ti parlo nella risposta 1 perché aumenti le probabilità che un utente faccia un click nel tuo annuncio e quindi migliori il CTR e quindi il ranking ec etc 

4) Il ranking si basa anche sul titolo e il testo dell'annuncio e della pertinenza di tale, in corrispondenza della ricerca effettuata dall'utente? Si basa anche sulla coerenza della pagina di arrivo cliccando sull'annuncio?

 

Esatto, come da risposta alla domanda 2 :-)

 

5) Ultima cosa:

 

Non guardare solo le impressioni ma guarda quanti click facevi prima quando ti arrivavano i contatti e quanti ne fai adesso, guarda il CTR%, guarda la quota di Impression che avevi prima e che hai adesso. Se tutto funziona regolarmene e non avete avuto improvvisamente un problema di tracciamento ed il form continua a funzionare (verifica che non si sa mai, sono le cose più banali a volte che si trascurano) allora probabilmente potrebbe essere la reazione dei competitor che vedendo arrivare un concorrente in più ( tu ) hanno dovuto reagire alzando il proprio CPC perché stavano perdendo una fetta della torta. Il loro innalzo di CPC (ipotizzo) ha abbassato il tuo posizionamento, quindi compari comunque, ma vieni cliccata di meno.

Attenzione alle modifiche "qua e la" cerca di apportare modifiche basate sui dati, sugli errori, sui miglioramenti che intercetti, non andare a sensazione o a gusto, una delle cose che capita spesso è accorgersi il giorno dopo ( o 1 minuto dopo ) che un testo avremmo voluto farlo un po diverso, che magari ci starebbe una parola in più etc etc ... va benissimo e portare cambiamenti è ciò che ti farà migliorare tuttavia lascia anche il tempo al sistema di "settarsi" e fa si che siano i dati a dirti cosa fare.

 

Brand e Concorrenti:

Solo una precisazione sull'aspetto Brand e Concorrenti citato da @enricnub. E' un ottimo consiglio quello di fare una campagna Brand, ovvero una campagna dove le keywords sono il nome della tua azienda, del tuo marchio, del nome dei tuoi prodotti etc etc perché hanno costi bassissimi e diversi benefici:

a) evita che ci siano altri che compaiono prima di te usando come keywords proprio il tuo Brand, se tu compari solo con risultati organici e loro compaiono con risultati a pagamento naturalmente si vedono prima e ti portano via una parte di traffico ( qui si apre l'aspetto della protezione del Brand ma è un altro argomento )

b) se compari sia in organico sia a pagamento occupi molto più spazio e agli occhi dell'utente sei molto "presente" e più credibile 

 

c) puoi monitorare in quanti modi gli utenti ti cercano e scoprire cose molto interessanti, cosa che con Analytics puoi fare ma in modo più limitato

d) altre leggende metropolitane che si trovano scritte in giro di tanto in tanto :-) 

 

...tuttavia per quanto riguarda i concorrenti è importante ricordarsi che:

 

A) comparire per keywords con i nomi dei competitor è spesso inefficiente perché un utente che cerca un tuo concorrente ha già le idee chiare, è vero che puoi metterti in mezzo come alternativa e farti conoscere in questo modo, è una pratica che si fa, tuttavia sono pochissimi i settori in cui ne ricavi davvero un beneficio costi / ricavi

 

B) hanno tendenzialmente Quality Score basso o molto basso e compromettono il quality score generale del tuo account

 

C) potresti avere problemi legali da non trascurare. Non si tratta di usare il nome del concorrente negli annunci, ma anche usandoli solo come keywords è possibile che il concorrente se ne accorga e se va benino inizia a fare la stessa cosa con te ( e non vince nessuno dei 2 ), se va bene ti chiama e ti chiede di fermarti, se va male potrebbe inviarti una lettera di un legale perché proprio in Italia ci sono già sentenze in questo senso dove il giudice ha anche imposto di mettere il brand del competitor in negativo su tutto l'account (sai che puoi e devi inserire le keywords anche in negativo, ovvero quelle per cui NON vuoi che compaiano i tuoi annunci)

D) E' una pratica che si fa, o si tenta, ma se vuoi tentarla falla in una campagna separata che non vada ad influenzare le altre. 

Facci sapere come va! :-)

Riccardo
Performance Marketing Specialist
http://www.performancebased.com

Singolo annuncio o più annunci? Qual è la strategia migliore?

Matricola ✭

Ciao a tutti! 

Grazie mille per tutte le risposte!

Ho già provato a mettere in pratica qualcosina e si sono subito visti i risultati!

Direi che adesso ho le idee più chiare e so come continuare.

Grazie ancora a tutti!