202 utenti online in questo momento
202 utenti online in questo momento
Qui troverai le novità della Community e maggiori informazioni sui nostri membri. Vuoi presentarti alla Community? Puoi farlo qui!
Guidami
star_border
Rispondere

30 consigli AdWords in 30 giorni - Giorno 9 - Utilizza le parole chiave a corrispondenza inversa

[ Modificato ]
Collaboratori Principali Alumni

Link: http://goo.gl/gPTfQ2

Autore: Brian Valentini

 

Che cos'è che contribuisce a rendere più efficace il tuo budget, ad aumentare possibilmente i tuoi CTR e a consentirti potenzialmente di non pubblicare annunci con parole chiave non in linea con la tua azienda? Sono le parole chiave a corrispondenza inversa.

 

Se utilizzi la corrispondenza generica, il modificatore di corrispondenza generica e/o la corrispondenza a frase (e probabilmenti dovresti), devi utilizzare parole chiave a corrispondenza inversa.

 

Consiglio 9. Tre cose da sapere sulle parole chiave a corrispondenza inversa

  1.  Utilizza parole chiave a corrispondenza inversa: per parola chiave a corrispondenza inversa si intende una o più parole che inserisci nel tuo account AdWords che impediscono la pubblicazione dei tuoi annunci se sono contenute nelle query degli utenti.

Ad esempio, supponiamo che tu faccia offerte per la parola chiave "scarpe da pallacanestro" come corrispondenza a frase.  Supponiamo inoltre che tu venda solo scarpe da pallacanestro da uomo.  Aggiungendo la parola chiave a corrispondenza inversa "donna", i tuoi annunci AdWords non vengono mai pubblicati quando un utente cerca scarpe da pallacanestro da donna.

 Come aggiungere parole chiave a corrispondenza inversa

 

  1.  Crea un elenco principale di parole chiave a corrispondenza inversa: un lungo elenco di parole chiave a corrispondenza inversa per le quali non vuoi mai che i tuoi annunci vengano pubblicati.

Nel corso del tempo ed effettuando ricerche sulle parole chiave, dovresti sviluppare un elenco di parole chiave che non saranno mai pertinenti per la tua attività e per le quali non vorrai mai che i tuoi annunci vengano pubblicati.  Potrai applicare tale elenco principale di parole chiave a corrispondenza inversa alle tue nuove campagne e/o ai tuoi nuovi gruppi di annunci.

 

  1. Crea un elenco condiviso di parole chiave a corrispondenza inversa: anziché inserire e copiare e incollare manualmente le parole chiave a corrispondenza inversa ogni volta che inizi una nuova campagna, puoi creare un elenco condiviso di parole chiave a corrispondenza inversa applicabile a più campagne. In tal modo, potrai risparmiare tempo ogni volta che desideri applicare parole chiave a corrispondenza inversa a una nuova campagna.

In che modo le parole chiave a corrispondenza inversa possono aiutarti

Le parole chiave a corrispondenza inversa hanno molti vantaggi. Di seguito ne evidenziamo alcuni:

  1.  Le parole chiave a corrispondenza inversa impediscono la pubblicazione degli annunci per ricerche non pertinenti, consentendoti così di non sprecare denaro per i clic che non daranno luogo a conversioni.
  2.  Le parole chiave a corrispondenza inversa possono impedire la pubblicazione degli annunci per ricerche che non genereranno clic.  In questo caso, le parole chiave a corrispondenza inversa aumenteranno il tuo CTR e potrebbero migliorare il tuo punteggio di qualità.
  3.  Se non vuoi associare il tuo brand/la tua azienda a determinate parole, l'aggiunta di questi termini come parole chiave a corrispondenza inversa garantirà che i tuoi annunci non vengano mai pubblicati per questo tipo di contenuti.

Dove trovare i termini da aggiungere come parole chiave a corrispondenza inversa

Il rapporto sui termini di ricerca è un'ottima risorsa per trovare parole da aggiungere come parole chiave a corrispondenza inversa. Puoi anche cercare potenziali nuovi termini da aggiungere come parole chiave a corrispondenza inversa utilizzando lo Strumento di pianificazione delle parole chiave.

 

Rif.: 30 consigli AdWords in 30 giorni - Giorno 9 - Utilizza le parole

Collaboratori Principali Alumni
Vi segnaliamo anche l'articolo di @Andrea Testa "best practice sulle corrispondenze inverse": http://goo.gl/vfcSlT