325 utenti online in questo momento
325 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Come scrivere un annuncio AdWords efficace - #TheGooglerPost

TheGooglerPost.jpg

Spesso, durante la creazione o l’ottimizzazione di una campagna, si presta poca attenzione alla redazione degli annunci con il rischio di trovarsi successivamente con annunci disapprovati, clic inutili o mancati per via di un testo poco chiaro o non esauriente.

 

Per la rubrica The Googler Post, oggi vi offriamo una guida semplice e concisa su come scrivere un annuncio di testo efficace.

 

Ecco i punti che andremo a toccare:

 

  1. Requisiti editoriali
  2. Titolo
  3. Righe di descrizione
  4. URL di visualizzazione e URL finale
  5. Ottimizzazione per mobile

 

1) Requisiti editoriali

 

E’ fondamentale che il vostro annuncio sia graficamente attraente, ma che rispetti anche le norme editoriali, onde evitare un’immediata o futura disapprovazione. Verificate quindi di aver rispettato le seguenti regole:

  • Non utilizzate lettere maiuscole se non a inizio parola o per abbreviazioni comuni e  acronimi (come ad esempio, NB, SMS, USA, e così via).
  • Non abusate di caratteri speciali come &, !, ?, % . Ricordate che, ad esempio, possiamo inserire al massimo un punto esclamativo per annuncio
  • Non superate il numero massimo di caratteri consentito: 35.
  • Non includete nel testo il numero di telefono. Questo, infatti, può essere aggiunto tramite l’apposita estensione di chiamata.
  • Non utilizzate marchi, a meno che non ne siate i proprietari o non siate stati autorizzati a farlo (NB l’essere rivenditori ufficiali di un prodotto non equivale ad avere tale autorizzazione. Per ottenere l’autorizzazione a utilizzare un marchio in AdWords, dovete contattare direttamente il proprietario del trademark).

 

 

2) Titolo

 

Il titolo dell’annuncio è il primo elemento che colpisce l’occhio del nostro potenziale cliente. E’ fondamentale quindi che in esso venga specificato il prodotto/servizio pubblicizzato.

Un semplice trucchetto per rendere l’annuncio più attraente è quello di utilizzare la keyword insertion. Con questo sistema, al titolo da voi scelto si andrà a sostituire il termine di ricerca digitato dall’utente ogni qual volta possibile, e cioè quando i termini di ricerca saranno simili alle vostre parole chiave e avranno una lunghezza consona. Per attivare questa funzione, sarà sufficiente scrivere il titolo così: {Keyword: Titolo che desiderate}

 

Se, ad esempio, vendiamo stampanti digitali, scriviamo il titolo dell’annuncio così:

 

 Schermata 2015-09-29 alle 05.48.39 PM.png

 

In tal modo, un utente che ad esempio digita “Stampanti digitali a colori” avrebbe modo di vedere l’annuncio così:

 

Schermata 2015-09-29 alle 05.49.26 PM.png

 

 

3) Righe di descrizione

 

E’ vero, i caratteri che abbiamo a disposizione non sono molti… per questo è importante sfruttarli al meglio! Innanzitutto le righe non devono essere considerate come “separate”: nella riga 2 è infatti possibile proseguire una frase iniziata nella riga 1.

Se invece riuscite ad esprimere un concetto nella riga 1 senza dover andare a capo, ecco un piccolo trucco per aumentare la visibilità dell’annuncio: inserite un punto al termine della riga 1 e magicamente la riga di descrizione si affiancherà al titolo!

 

Prima...

Schermata 2015-09-29 alle 05.50.40 PM.png

...dopo!

Schermata 2015-09-29 alle 05.51.10 PM.png

 

 

Cercate poi di descrivere in maniera specifica il prodotto/servizio pubblicizzato, aggiungendo dettagli oltre a quelli presenti nel titolo e invitando l’utente a compiere un’azione (ad esempio “Acquista con un clic!”, “Chiamaci”, “Contattaci per un preventivo”).

Per aumentare il punteggio di qualità è buona prassi utilizzare parole chiave anche nelle righe di descrizione dell’annuncio oltre che nel titolo.

Infine, se desideriamo aggiungere qualcos’altro al nostro annunci, ma i caratteri che lo impediscono, possiamo sempre utilizzare un’estensione callout!

 

 

4) URL di visualizzazione e URL finale

 

L’URL di visualizzazione è quello che compare in verde nell’annuncio ed è, per l’appunto, visibile agli utenti. L’URL finale corrisponde invece alla pagina di atterraggio dell’annuncio stesso e non sarà visibile.

E’ importante che l’URL finale indirizzi subito l’utente a ciò che sta cercando, quindi alla pagina specifica del vostro sito che descrive il prodotto/servizio sponsorizzato (evitate quindi LP con solo immagini, perché il crawler non sarebbe in grado di leggere le grafiche, o scarne di testo).

Nel nostro esempio, l’URL di visualizzazione è la home (fittizia): www.tuttoperlestampanti.com, mentre l’URL finale è www.tuttoperlestampanti.com/stampanti-digitali.

L’URL finale può essere usato anche come URL di visualizzazione quando non supera i 35 caratteri. Se è invece troppo lungo, allora inserite URL della home nel campo URL di visualizzazione.

 

 

5) Ottimizzazione per mobile

 

Il vostro annuncio è ora pronto! Ricordatevi però di creare una copia ottimizzata per la visualizzazione da smartphone. Farlo è semplicissimo! Andiamo sulla scheda Annunci, passiamo con il mouse sopra l'annuncio e vedremo comparire una matitina e una freccetta in alto a destra. Clicchiamo sulla freccetta e scegliamo "Copia e Modifica". Quindi spuntiamo la voe Cellulare e salviamo. Vedrete quindi comparire una copia del vostro annuncio con la dicitura: (dispositivo mobile).

 

Schermata 2015-09-29 alle 05.57.16 PM.png

 

Arrivederci a settimana prossima con una nuova puntata di The Googler Post!

 

Gli episodi precedenti del "The Googler Post":

 

Seguici sui Social per non perdere i prossimi episodi!

 

adwords_youtube adwords_google+adwords_facebookadwords_twitter

Bio Susanna Garancini

Ciao!

Commenti
da Mauro I Googler
in data ‎02-10-2015 14:55

Articolo molto interessante: grazie Susanna!