389 utenti online in questo momento
389 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Conversioni & Automazione: CPA Target & CPCO. #OKDisplay

mbiagiotti-okdisplay.png

 

Dopo aver analizzato le strategie di offerta sulla Rete Display e aver introdotto le Offerte Automatiche, ed aver approfondito l’opzione Ottimizza i clic cerchiamo adesso di concentrare l’attenzione sulle soluzioni volte a massimizzare e ottimizzare le conversioni: CPA Target e Costo per clic ottimizzato (CPCO).

 

CPA Target

Il CPA target imposta automaticamente le offerte in modo da ottenere il maggior numero di conversioni possibile al costo per acquisizione (CPA) target impostato.

Vale la pena osservare che alcune conversioni potrebbero avere un costo maggiore o minore rispetto al target.

 

Le offerte basate su CPA target sono disponibili sia come strategia standard per una sola campagna sia come strategia di offerta di portafoglio per diverse campagne e gruppi di annunci.

 

 

CPCO

 

Il costo per clic ottimizzato (CPCO) regola automaticamente le offerte manuali per tentare di massimizzare le conversioni ed è dunque utile per aumentare le conversioni mantenendo il controllo delle offerte per parola chiave.

 

Il CPC ottimizzato (CPCO) è disponibile come funzione opzionale delle offerte CPC manuali o come strategia di offerta di portafoglio ed è compatibile con sistemi di offerta di terze parti, inclusi quelli di offerte automatiche.

 

 

CPA Target Vs CPCO

CPCO ha alcuni elementi in comune con CPA target ma, sebbene in entrambe le strategie, le conversioni costituiscano un elemento fondamentale, CPCO e CPA target rappresentano decisamente due soluzioni abbastanza diverse tra loro: mentre il primo rappresenta, di fatto, un mero e automatico (e quindi confortevole) aggiornamento di un CPC Max impostato, il secondo non richiede la presenza di nessun CPC Max ma di un costo massimo di acquisizione e, per questo motivo, offre maggiori probabilità di migliorare i risultati.

 

Entrambi utilizzano il monitoraggio delle conversioni, prevedono un tasso di conversione per ogni asta e mettono a punto le offerte per conquistare i clic più interessanti ma:

  • CPCO funziona con tutte le impostazioni della campagna e offerte CPC max, può aumentare le offerte fino a un massimo del 30% o ridurle ed è compatibile con sistemi di offerta di terze parti;
  • CPA target si basa su un costo impostato manualmente, ha piena libertà di impostare l’offerta CPC per ogni asta e non gode di piena compatibilità con soluzioni di gestione delle offerte basate su API.

 

Bio Marco Biagiotti

Laureato in economia ma ufficiosamente hacker, è socio amministratore di Telemaco, agenzia di marketing in Italia e in Marocco, Top Contributor di Google Ad​W​ords​, formatore e​ autore di libri quali Web Marketing Internazionale, Social Media Advertising e Google ​Data Studio Per Tutti. ​​La potenza di AdWords sia in ottica di pubblicità che di raccolta di informazioni non poteva non sedurlo e coinvolgerlo al punto di aiutare altri che vi si avvicinano.