180 utenti online in questo momento
180 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

#IGiallidiAdWords - Caso 1

Fotolia_8549399_Subscription_XXL.jpg

Mi capita ultimamente di ricevere molti clienti che credono in AdWords. Molto più di prima. L'indicatore è che si fidano della piattaforma, ma al tempo stesso, capiscono che non la stanno sfruttando al meglio. Insomma, il proverbiale bolide di Formula 1, col pilota "scarso".

 

Allora dopo una prima chiacchierata ci mettiamo a discutere del perché e del "per come" della vita, ma alla fine, l'evidenza più disarmante è che AdWords è strutturato davvero bene. La sua meccanica è ineccepibile.

 

Molte volte mi contattano perché mi conoscono già, o conoscono la Community.
Mi dicono "ho letto i tuoi libri, ma ora voglio lavorare con te. Io non riesco a fare le cose che fai tu".

Allora sembra un po' quando compri quei libri sulla magia, no? Ti spiegano il trucco, ma poi nel farlo, sei una capra. Del resto se ti manca quel "talento", che ci puoi fare?

 

E invece passi al setaccio gli account dei clienti e gonfiando il petto ti dici... "bhé se questo ha strutturato la campagna così (dal punto di vista meccanico), allora sono davvero bravo a spiegare"!

Ora però, bisogna capire perché il cliente mi cerca (come consulente)... e credo che capiti a ognuno di noi. Cioè, se da una parte è evidente che l'account è magistralmente settato, dove risiede il problema?

Si, avete già capito. Nel sito web. Allora la risposta più corretta, sarebbe quella di salutare cordialmente il prospect e di dirgli che sarebbe meglio rifare il sito. Ma qui subentra una difficoltà. Anzi due. La prima è l'urgenza, la seconda il budget.

 

Talvolta fare un sito per bene - inutile fare una ciofeca solo più bella graficamente - costa molto, ma molto di più di una consulenza AdWords (parliamo di clienti piccoli o medio piccoli). E poi c'è il dramma tempo.
Cioè per fare un sito, mi son visto girare anche tempi come 70 o 90 giorni. E nel frattempo che si fa? Si ferma il mondo? Porto via il pallone, così non gioca più nessuno?

Chiaramente bisogna quindi rivedere i piani. Il cliente ha una buona campagna, non può rifare il sito... ma io sono sicuro che su AdWords ci stia sfuggendo qualcosa. E cioè?


Lascio adesso a voi la parola... io ho la mia soluzione, che presenterò tra qualche giorno... ma voi presentate la vostra... vediamo chi indovina!

 

Trovate il colpevole...

Cordialmente il vostro Ispettore Andrea #AdWordsinTesta Smiley Strizza l'occhio

Bio Andrea Testa

Lavoro in ambito web dal 1993 e da sempre mi occupo di indicizzazione e marketing. Dal 2005 affronto l'advertising online e l'indicizzazione con un'ottica prettamente SEM, dedicata cioè al Search Engine Marketing, comprese le sue attuali derivazioni legate ai Social Media. Dal 2012 sono docente di Web Marketing al Corso di Laurea Magistrale in Marketing Consumi e Comunicazione alla IULM di Milano.

Commenti
da Yuri Astri Nascenti
in data ‎11-01-2017 10:38

Bel quiz,

dirò una delle parole più odiate dalle persone: dipende.

 

Dipende dal tipo di attività, senza sito web/con sito ciofeca anche la pagina My Business potrebbe andare, una landing page, anche le estensioni degli annunci (od annunci di sola chiamata), per un ecommerce la vedo dura/impoossibile senza sito.

 

Very OT

Potrsti usare un immagine della rubrica tipo questa:

ispettore-gadget.jpg

 Smiley Molto-felice

 

Ciao ciao,

Yuri.

da Andrea Testa Collaboratore Principale
in data ‎11-01-2017 12:03

Io rimarrei dentro AdWords, anche se è interessante la divagazione su My Business.

Le "Solo Chiamata" (extra e-commerce) sono una buonissima alternativa.

 

Premetto che in qualità di Ispettore, darò la mia soluzione... ma non è detto che sia quella universalemnte corretta. Il "dipende" di Yuri, è la giusta premessa a questo "gioco".

 

Andrea

da Saul C
‎15-01-2017 03:23 - modificato ‎15-01-2017 03:54

La butto lì.. 

Premesso che, anche senza rifare completamente il sito, potrei effettuare svariate modifiche per renderlo più pertinente, "accordandolo" maggiormente con gli annunci e con le parole chiave Adwords più redditizie, almeno per quanto riguarda le Landing Pages, e sempre in ottica conversioni, di qualsiasi tipo esse siano. Migliorando i miei testi, le parole chiave sul sito web, la posizione e l'estetica delle call to action, posso migliorare indirettamente le campagne Adwords, l'esperienza utente, la SEO, il ranking bla bla bla.. Queste cose le sapete meglio di me, quindi se la soluzione deve essere in Adwords... vediamo

 

Ogni tanto può capitare che, nonostante l'ottimo CTR, l'ottima qualità delle parole chiave (tutte 9-10), e un basso costo relativo dei clic, ci sia qualcosa che non va. Cosa? Si punta verso obiettivi errati, esempio: 

negozio online orologi di marca, bel sito, budget ridotto, ottime campagne Adwords, annunci che riportano marca, offerte, modelli, completi con estensioni e pagine pertinenti.

Supponiamo che, con il budget a disposizione, il cliente possa ottenere 100 clic al giorno. Li ottiene tutti, le parole chiave sono di qualità 10, ma nessuna conversione. Se posso ottenere 100 clic su query "marca e modello", forse attiro utenti interessati, ma non abbastanza interessati ad effettuare la conversione, non sufficientemente in-market.

 

Perchè allora non provare con parole chiave che dimostrano un interesse decisamente più mirato all'acquisto?

"prezzo marca modello" "offerte marca modello" "sconti marca modello" "costo marca modello" "svendita marca modello" ecc...

Le parole chiave saranno comunque pertinenti? Sì, e magari costeranno di meno, data la probabile minor competizione. Riceverò comunque 100 clic, ma sarò sicuro che, su questi 100 utenti, molti di essi siano interessati all'acquisto, in confronto ai primi che potevano avere un interesse molto più superficiale (ad esempio vogliono vedere le foto, controllare le caratteristiche, sono incuriositi ecc..). Adwords non può "vedere" o segnalare questa mancata pertinenza tra query e intenzioni effettive degli utenti, può mostrare campagne teoricamente "perfette" sia per qualità che per pertinenza, ma mancano le conversioni. Questo passo dobbiamo farlo noi. In questo caso a mio avviso la chiave è capire le query che davvero dimostrano un interesse all'eventuale conversione.

Troppo spesso questi ragionamenti non vengono applicati alle campagne che vedo.

Quindi la mia soluzione proposta è: sintonizzare e filtrare il pubblico maggiormente con i nostri obiettivi finali. 

 

Ora sono curioso di sapere la soluzione di Andrea,

Ciao!

Saul

da Andrea Testa Collaboratore Principale
in data ‎15-01-2017 11:46

Saul... non avrei potuto dare spiegazione migliore!

Il punto è esattamente questo. Capire che l'annuncio, a prescindere dal suo tasso di clic, potrebbe portare accessi, senza che questi una volta capitati su sito, ne consentano un'elevata user experience.

Quindi l'alchimia che c'è tra chiave / query / annuncio...

La tua spiegazione, per quanto "divaghi" anche su altre questioni, è a mio parere la più corretta e quella che avrei scelto come soluzione del caso! Smiley Felice

 

Complimenti!

Andrea

da JVB Astri Nascenti
‎19-01-2017 19:40 - modificato ‎19-01-2017 19:45

Ciao, il "dipende" di Yuri, come dici anche tu Andrea, è obbligatorio tenerlo presente per poter rispondere Smiley Strizza l'occhio  

 

detto questo, sono d'accordo che lavorare sugli annunci con un sito ciofeca sia una possibile soluzione ma.. presento un mio caso specifico, proprio nel settore e-commerce:

 

ci troviamo su rete di ricerca, sito ciofeca ..sapendo che non avrebbe mai funzionato lo dico al cliente prima di iniziare, facendo così da una parte segnalo la criticità e da un'altra mi paro il sederino Smiley Strizza l'occhio  sapendo questo propongo al cliente che in questa fase iniziale bisogna puntare su un unico prodotto, quello più ricercato e tra i più venduti.. 

 

lui dice che al momento gli interessa vedere se AdWords funziona e non gli importa che il sito sia una ciofeca (perchè lui pensa che è bello) ..e che tiene presente la mia considerazione.. e mi da l'info sul prodotto che tira di più

 

si parte: ottimo studio keywords, testando le migliori proposte dal tool di pianificazione parole chiave sul motore di ricerca.. analizzando i risultati e studiando i competitors (testo usato negli annunci, titolo e contenuti.. un'occhiata ai loro siti per prendere qualche spunto utile.. che non fa mai male)

 

ok.. fatto questo trovo le 5/10 parole che mi servono, il volume di traffico è ottimo/sufficiente, le metto in esatta e parte la campagna, ctr molto alto (che per me significa annuncio e target potenzialmente "azzeccato" o cmq buono) cpc a 0,5€ (inaspettato in quanto mi sono ritrovato con posizione media 1,4)

 

dopo un mese di test: 2000 clic 1000 € investiti ..durante il test mando un paio di report con i dati principali sul traffico e screenshot di pubblicazione degli annunci

 

Risultato: Nessuna Vendita (come immaginavo)

 

Ieri: riunione di 3 ore con il cliente ed il loro webmaster, spiegazione dati, segnalazione di tutte le criticità tra contenuti e processo di acquisto

 

Soluzione: fermiamo le campagna.. perchè il cliente decide di fidarsi, nonostante i 1000€ spesi senza una vendita.. decide di modificare il sito almeno nei punti segnalati che mostrano maggiori criticità.. serviranno 10 giorni di lavoro del webmaster, riattiveremo le campagne.. se tutto funziona = vendite ad un costo accettabile.. procederemo con la promozione di altri prodotti

 

In sintesi ..per me:

 

- se un sito non funziona non converte,dobbiamo fermarci

- un sito può essere bello o brutto, poco importa se converte

- bisogna capire cosa non funziona nel sito.. se si può rimediare ad un costo/tempo accettabile ok.. altrimenti il rifacimento del sito e i 70-90 giorni diventano strettamente necessari.. anche per evitare di mettere a rischio la nostra professionalità e (credo che a Google AdWords interessi) evitare di mettere a rischio la percezione delle potenzialità di AdWords

 

ciao,

Vincenzo

 

 

 

da Andrea Testa Collaboratore Principale
in data ‎20-01-2017 09:21

Diciamo che nella tua risposta, manca il finale. Smiley Lingua

Adesso tutti lavorano per migliorare il sito. Vorrei avere l'aggiornamento vendite tra 20 giorni.

Solo allora avrai la risposta scientifica al tuo quesito. E cioè se il sito funziona(va) o meno.

 

L'oggetto della mia soluzione (e ripeto, mia, perché questo caso è sicuramente ambiguo e aperto a più soluzioni), è che l'annuncio non deve alzare il CTR. L'annuncio deve raccontare quello che il sito fa.

 

Esempio.

Se il mio sito è un casino, ma vende ottimi prodotti, a prezzi buoni... quale dei due annunci qua sotto attirerebbe maggiormente l'attenzione?

 

1) Prezzi bassi, compra con un clic!

2) Prezzi bassi, ma per comprare il processo è un po' lungo... portate pazienza!

 

Allora, il primo annuncio probabilmente avrebbe un CTR del 10% (esempio eh...). Vendite? Mh... zero?

Il secondo annuncio avrebbe un CTR del 2% (esempio ancora...), ma forse una vendita la farebbe.

 

Questo è quello sul quale vorrei puntare l'attenzione.

Andrea

 

da JVB Astri Nascenti
in data ‎20-01-2017 10:34

Molto interessante @Andrea Testa grazie!