138 utenti online in questo momento
138 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Intercettare i Micromoments con AdWords, Esempio Pratico

Con l'incessante avanzare della tecnologia le persone utilizzano diversi dispositivi per navigare online , in diverse ore del giorno, in posti diversi e per fare cose diverse.

 

Screen Shot 2016-07-20 at 14.46.27.png

Quelle "cose diverse" accennate poco fa in aggiunta a tutte le altre variabili quali luogo ed orario creano dei momenti differenti​, in pratica questi sono i micromoments​.

 

Questi micromoments creano sia una sfida che un'opportunità (anche) per chi fa pubblicitàvonline con Google AdWords, l'opportunità è essere contestuali con la pubblicità fatta e chi la vede, quindi aver maggior probabilità che gli interessi, che la clicchi e auspicabilmente che generi una conversione che porti un guadagno, diretto od indiretto, la sfida è come fare ciò, può anche essere molto semplice​.

 

Prima di addentrarmi ulteriormente nell'articolo introducendo ed illustrando il semplice esempio che permette di intercettare micromoments tramite la pubblicità fatta con Google AdWords devo fare doverosamente delle precisazioni riguardanti il caso preso in esame:

  •  In questo articolo non verranno trattate tutte le variabili che è possibile impostare tramite Google AdWords per realizzare una campagna pubblicitaria;
  • Dato che questo articolo vuole aiutare più persone possibile l'esempio si baserà su un ipotetico ecommerce, che potrebbe essere anche un sito web, di un'attività fisica che vende prodotti.

Creare annunci pensando ai micromoments

Dopo le doverose premesse, immaginiamo che chi voglia fare una campagna pubblicitaria pensando di sfruttare i micromoments nelle sue campagne pubblicitarie fatte con Google AdWords sia un lungimirante fruttivendolo, che, volendo cavalcare l'onda del "trend" dello stile di alimentazione vegano abbia aperto un suo ecommerce dove offre i piatti preparati vegani con gli ortaggi che ha in vendita. In poche parole è un'attività locale che vende anche tramite il sito web.​

 

Non riguarda i micromoments, ma, una delle prime cose che dovrà fare il fruttivendolo sarà quella di definire un targeting per località nella sua strategia di promozione online, infatti, dato che deve vendere prodotti freschi il tempo di consegna degli stessi sarà essenziale, e, vista la tipologia di attività dovrà cercare di acquisire/fidelizzare clienti non distanti dalla sua attività.

 

Dopo l'impostazione iniziale il lungimirante fruttivendolo decide di intercettare i micromoments tramite Google AdWords, cosa può fare?

 

Per creare annunci di AdWords pensando d'intercettare i micromoments ​sarebbe possibile, ad esempio, valutare il contesto del dispositivo utilizzato per navigare online e far rispecchiare agli annunci ad esso.

 

Come prima cosa si può creare un annuncio:

Screen Shot 2016-07-20 at 14.46.35.png

 Poi si può creare una copia dell'annuncio e specificare che l'annuncio è dispositivi mobili:

Screen Shot 2016-07-20 at 14.46.40.png

Screen Shot 2016-07-20 at 14.46.45.png

Facendo così l'ipotetico lungimirante fruttivendolo non ha semplicemente creato un annuncio di Google AdWords per dispositivi mobili:

  •  Ha capito che il contesto ​della ricerca (anche in base la sua attività) poteva essere sfruttato in vari modi;
  • Ha ipotizzato un intento ​di ricerca diverso in base il dispositivo utilizzato;
  • Tramite gli annunci AdWords ha offerto due risposte immediate​ e differenti in base al contesto e l'intento di ricerca.

Ovviamente titoli e descrizione degli annunci diversi non bastano per intercettare i micromoments​, si possono sfruttare le estensioni degli annunci, la pagina di destinazione dovrà essere coerente, magari anche diversa in base l'ora del giorno, come gli annunci potranno essere diversi in base l'ora del giorno dato che il contesto è fatto anche da questo, ma, come annunciato in questo articolo non sono trattate tutte le variabili possibili.

 

Tramite questo articolo spero solo di aver fatto capire ​come con Google AdWords è possibile anche con molta semplicità intercettare i micromoments, l'implementazione pratica sta a voi od a chi per voi.

 

Buoni micromoments!

 

Scritto da Carlenzoli Yuri https://yuricarlenzoli.it/ 

 

Bio Yuri Carlenzoli

Più unico che raro. Ovvio, tutti sono unici. Presentandomi preferisco dire qualcosa di scontato piuttosto che parole anglofone che fanno sembrare superiori o guru. In controparte l'unicità la tengo sempre presente, anche in quello che faccio online, nei siti web, nella SEO, ecc., mie passioni oltre che il mio lavoro. Vuoi sapere altro? Google Me!

Commenti
da Daniele B
in data ‎21-07-2016 12:55

Molto chiaro Yuri. La difficoltà sarà appunto quella di intercettare e capire quali possano essere i micromoments più profittevoli per la propria attività: ma qui Adwords ci darà una mano con dati e statistiche molto dettagliate!

 

A presto,

Daniele

da Yuri Astri Nascenti
in data ‎21-07-2016 15:45

Grazie per il feedback sulla chiarezza, Daniele,

purtroppo secondo il mio punto di vista, AdWords può aiutare a "tentare di" capire, tramite la ricerca di parole chiave ad esempio.

 

Poi i micromoments però si possono intercettare innanzitutto assecondando la tipologia di business, poi in base gli obiettivi dello stesso e di una campagna.

 

Se al posto del fruttivendolo c'era Amazon, ad esempio, invece di fare copie di annunci per dispositivi mobili si potrebbero fare annunci dedicati per dispositivi mobili che fanno scaricare l'app.

 

A presto,

Yuri.