272 utenti online in questo momento
272 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Monitoraggio delle Conversioni e Remarketing. #AWSeries

image00.png

 

Il monitoraggio delle conversioni è uno strumento gratuito di Google AdWords che permette di tracciare il comportamento dell’utente dopo che ha fatto clic su uno degli annunci come ad esempio se si è iscritto a una newsletter, ha chiesto informazioni, ha chiamato un numero telefonico o a acquistato online: questi comportamenti tracciati sono denominati conversioni.

 

Utilizzare il monitoraggio delle conversioni permette di individuare parole chiave, annunci, gruppi di annunci e campagne più adatti per incrementare un'attività di valore dell'utente e che consentono di massimizzare il ritorno sull'investimento (ROI) e di prendere decisioni basate su dati relative alla spesa pubblicitaria.

 

Il tracking delle conversioni permette inoltre l’utilizzo delle strategie di offerta flessibili (CPA target, CPC ottimizzato e ritorno sulla spesa pubblicitaria target) che consentono di ottimizzare automaticamente le campagne in base agli obiettivi aziendali.

 

Per attivare il monitoraggio delle conversioni è necessario creare un'azione di conversione nell’account AdWords ovvero scegliere una fonte specifica:

  • Azioni sul sito web: acquisti, registrazioni e altre azioni che l'utente completa nel sito web;
  • Chiamate telefoniche: chiamate effettuate direttamente dagli annunci o a un un numero di telefono sul sito web;
  • Download di app e azioni in-app: download di app per dispositivi mobili o altre attività all'interno di queste app;
  • Importazione: attività del cliente che inizia online e si conclude offline.

 

Per tracciare le conversioni è sufficiente aggiungere il tag di monitoraggio all’interno della pagina del sito web che “registra” di fatto la conversione mentre per le app è necessario aggiungerlo al codice della app: quando un utente fa clic su un annuncio AdWords, un cookie temporaneo viene generato sul dispositivo dell’utente che, se dovesse completare l’azione, sarà univocamente riconosciuto e dunque la sua conversione sarà correttamente attribuita.

Vale la pena osservare che i cookie del monitoraggio delle conversioni rimangono attivi solo per un periodo di tempo limitato e che non è possibile associare i dati sulle conversioni a specifici clienti, ma soltanto consultare i dati complessivi relativi ad annunci e a parole chiave.

Per le conversioni di chiamata non è necessario utilizzare il tag in quanto il monitoraggio delle chiamate telefoniche dalle estensioni di chiamata o da annunci di sola chiamata avviene attraverso un numero di inoltro di Google.

Anche i download di app da Google Play non richiedono il tag in quanto registrati autonomamente dal sistema.

 

Il monitoraggio delle conversioni offre due metriche di valutazione:

  • Conversioni: indica tutte le conversioni realizzate nella finestra di conversione scelta, in funzione del metodo di calcolo scelto tra “ogni” (che registra tutte le conversioni) e “una” (che registra una sola conversione per singolo utente);
  • Clic convertiti: indica il numero di clic sugli annunci AdWords che hanno generato almeno una conversione nella finestra di conversione scelta.

 

Maggiori informazioni sul monitoraggio delle conversioni sono disponibili qui.

 

Una funzionalità simile al monitoraggio delle conversioni è la funzione di Remarketing: basato sempre su un tag analogo a quello precedentemente visto, il remarketing, consente sempre tramite cookie temporaneo di tenere traccia di tutti gli utenti che hanno visualizzato la pagina dove tale tag è stato installato.

 

In pratica è possibile indicare al sistema quali visite a una o più pagine debbano essere considerate come “microconversioni” con la possibilità di utilizzarle per creare delle liste da utilizzare come metodo di targeting per la Rete di Ricerca, per la Rete Display e per YouTube.

 

In questo modo è possibile creare dedicare delle campagne specifiche ad utenti che già hanno visitato il sito o che hanno svolto determinate attività (come ad esempio l’iscrizione a un servizio o l’inserimento di un prodotto in un carrello).

 

Ho già parlato del Remarketing in questo articolo, del Remarketing su YouTube in quest’altro e, comunque, la Guida di AdWords tratta l’argomento qui.

 

Segnalo inoltre un HOA di Filippo Trocca, Top Contributor della Community degli Inserzionisti di Google, che tratta nel dettaglio il remarketing e il conversion tracking.

0 Mi piace
Bio Marco Biagiotti

Laureato in economia ma ufficiosamente hacker, è socio amministratore di Telemaco, agenzia di marketing in Italia e in Marocco, Top Contributor di Google Ad​W​ords​, formatore e​ autore di libri quali Web Marketing Internazionale, Social Media Advertising e Google ​Data Studio Per Tutti. ​​La potenza di AdWords sia in ottica di pubblicità che di raccolta di informazioni non poteva non sedurlo e coinvolgerlo al punto di aiutare altri che vi si avvicinano.