110 utenti online in questo momento
110 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Quante persone posso raggiungere? Stime nella Rete Display. #OKDisplay

oK-display-mbiagiotti.png

 

Nelle campagne della Rete Display, o della Rete di Ricerca con Selezione Display, è possibile ottenere una stima delle impressioni disponibili a livello settimanale per ciascun gruppo di annunci di interesse.

 

Impostando i vari metodi di targeting messi  disposizione dalla Rete Display è dunque possibile visualizzare una stima decisamente attendibile delle impressioni settimanali che tale impostazione di targeting consentirà di avere.

 

Conoscendo la copertura potenziale delle campagne è possibile anche capire in che modo i metodi di targeting e le loro combinazioni possono influire sulla copertura, sulla portata, sulle performance e sugli obiettivi delle campagne stesse.

 

Vale la pena osservare con decisione che le stime visualizzate durante l’impostazione delle tipologie di targeting non rappresentano, di fatto, il traffico effettivo ricevuto dagli annunci, ma il numero di impressioni verosimilmente disponibili su base settimanale per gli inserzionisti che utilizzano la stessa configurazione di determinazione dei destinatari della comunicazione pubblicitaria.

 

Ciò significa che tali informazioni rappresentano il massimo traffico raggiungibile nell’ipotesi in cui l’annuncio riesca a comparire (grazie al ranking) per tutte le impressioni disponibili e che venga sempre cliccato: chiaramente si tratta di un’ipotesi quasi impossibile ma tale indicazione consente di effettuare considerazioni di vario tipo.

 

20160816-01.png

 

 

 

Ad esempio partendo dall’indicazione quantitativa delle impressioni disponibili è possibile stimare una percentuale di copertura delle stesse (ovvero stimare quante volte l’annuncio riuscirà a comparire compatibilmente con la concorrenza, le offerte e la qualità) e un CTR obiettivo per ottenere una stima verosimile del traffico raggiungibile.

 

Andando avanti potrebbe essere sensato anche stimare un tasso di conversione e un valore per ciascuna conversione al fine di realizzare un vero e proprio budget di tutta l’attività pubblicitaria e dunque individuare un ROI obiettivo.

 

Queste stime sono, inoltre, un utile strumento che permette di determinare se lo spazio pubblicitario è sufficiente o meno per la selezione o se il targeting è troppo largo o troppo restrittivo: non va dimenticato che la selezione di diverse tipologie di targeting comporta che tutte debbano essere soddisfatte per consentire all’annuncio di accedere all’asta di AdWords.

 

Le stime sono basate su dati storici e non riflettono in nessun modo le tendenze stagionali o altre variabili istantanee o recenti come sporadici incrementi di visite di pagine di siti disponibili sulla Rete Display di Google.

 

Come precedentemente osservato, le stime di copertura, sono del tutto svincolate dalle impostazioni specifiche degli inserzionisti e, in particolare, prendono in considerazione, oltre alla definizione del targeting per la Rete Display (parole chiave, opzioni categorie sito, posizionamenti, categorie app, argomenti, segmenti di pubblico), le impostazioni di località, lingua, sistema operativo, dispositivi e di pianificazione degli annunci.

 

Non considerano, invece, in nessun modo, le impostazioni di budget, offerta, punteggio di qualità, formati e dimensioni degli annunci, estensioni annuncio, targeting per località avanzato per raggio ed elenchi per il remarketing con meno di 3000 visitatori.

 

Molto spesso questa informazione quantitativa ma anche qualitativa (dal momento che lo strumento consente di capire anche la diversa incidenza dei vari metodi di targeting sul numero complessivo) viene sottovalutata dagli inserzionisti ma, come visto, rappresenta il punto di partenza per la creazione di un vero e proprio business plan dell’attività pubblicitaria.

Bio Marco Biagiotti

Laureato in economia ma ufficiosamente hacker, è socio amministratore di Telemaco, agenzia di marketing in Italia e in Marocco, Top Contributor di Google Ad​W​ords​, formatore e​ autore di libri quali Web Marketing Internazionale, Social Media Advertising e Google ​Data Studio Per Tutti. ​​La potenza di AdWords sia in ottica di pubblicità che di raccolta di informazioni non poteva non sedurlo e coinvolgerlo al punto di aiutare altri che vi si avvicinano.