498 utenti online in questo momento
498 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

[ROI Week] Modelli di Attribuzione per l'analisi del ROI

Modelli di Attribuzione per l’analisi del ROI

 

 

Siamo quasi alla fine dell’anno ed è tempo di tirare le somme per analizzare i risultati delle vostre campagne di marketing. Durante il corso dell’anno vi siete concentrati sull’ottimizzazione del vostro tasso di conversione, analizzando le parole chiave, i vari termini di ricerca, i posizionamenti delle vostre campagne display ed analizzato l’esperienza dei vostri clienti considerando tutti i possibili touchpoint con cui essi entrano in contatto con la vostra azienda.

Beh possiamo dire che il vostro lavoro termina qui!? Ed invece no...proprio in quel momento mentre state effettuando le ultime analisi, arriva la chiamata del vostro manager che vi chiede: “Ok, quest’anno è andato benissimo in termini di vendite, e per il prossimo anno abbiamo altri 100 mila euro da investire in campagne pubblicitarie. Dimmi dove e come possiamo investirli”. Al termine della chiamata, inizia il panico nella vostra mente ed iniziano a materializzarsi diverse domande, tra cui “Sta funzionando meglio la campagna di email marketing oppure quella sui social media?” ; “La campagna display sta portando delle conversioni?”; “Quale dispositivo utilizzano maggiormente per iniziare il percorso d’acquisto?”.

 

Fortunatamente, per rispondere alle vostre domande avete a disposizione gli strumenti di Attribuzione. Per Attribuzione si intende il processo di identificazione di tutti gli eventi o touchpoint effettuati dai vostri clienti che contribuiscono ad una conversione, cercando di assegnare un valore ad ognuno di essi. E’ importante analizzare i risultati delle vostre campagne di marketing prendendo in considerazione gli strumenti di attribuzione poiché vi permettono di andare a fondo e di non fermarsi ai report standard. E’ vero che, nel marketing di oggi non è semplice analizzare correttamente le conversioni, basti pensare a quante piattaforme differenti si utilizzano per fare pubblicità online (ognuna con le sue metriche) senza dimenticare anche i classici canali di marketing (TV, radio, giornali etc).

Ma ora vi starete sicuramente chiedendo, “OK, ma analizzare le conversioni con i report di default è molto più semplice e veloce!” e la mia risposta sarà “OK, ma in questo modo stiamo analizzando i dati incorrettamente e non riusciremo mai a capire come e dove allocare questi 100 mila euro in più”. A questo punto, cerchiamo di capire più da vicino come bisogna comportarsi in fase di analisi delle conversioni.

La maggior parte delle piattaforme di digital marketing, attribuisce il valore della conversione prendendo in considerazione solo l’ultimo oppure il penultimo step del percorso di conversione.

Immaginiamo il seguente percorso di conversione formato dai seguenti click:

 

Campagna Display -> Ricerca a pagamento -> Email -> Ricerca Organica -> Diretto -> CONVERSIONE

 

Con la logica dell’attribuzione della conversione al penultimo step (default in Google Analytics), il 100% del merito della conversione sarà assegnato alla Ricerca Organica, e quindi andando ad analizzare i dati andrete a destinare la maggior parte dei 100 mila euro sull’ottimizzazione SEO. E qui però sorge spontanea una domanda, “Vi sembra corretto dimenticare tutto ciò che è avvenuto prima della ricerca organica?”. Se la vostra risposta è ancora “Si”, vi invito a seguire il nostro Hangout on Air sui “Modelli di Attribuzione per l’analisi del ROI” fissato per oggi 28 Ottobre alle ore 12. All’interno dell’HoA avremmo l’occasione di mostrarvi che, il successo di una squadra di calcio non è da attribuire tutto agli attaccanti...Vi aspetto!

 

0 Mi piace
Commenti
da Gianluca B
in data ‎07-02-2018 16:33

Ciao,

Dove posso trovare informazioni sull'assegnazione dei crediti nei modelli personalizzati?

Ad esempio in un modello personalizzato, partendo dal modello di riferimento "Sulla base delle posizione" quale è il funzionamento

se assegno un credito di 2 all'ultima interazione, considerando che in partrenza è 40% alla prima interazione, 20% alla seconda interazione, 40% all'ultima interazione?

Grazie