274 utenti online in questo momento
274 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Search - It's Christmas Time

x-mas 2.jpg

 

 

Siamo ormai tutti a caccia di regali, magari siamo stati colpiti da proposte interessanti ricevute attraverso newsletter o da banner in cui ci siamo imbattuti.
Abbiamo visto la settimana scorsa qualche idea su come sfruttare la display, con la quale abbiamo fare anche un po’ di awareness.

 

Siamo tutti acquirenti di regali natalizi, perciò proviamo a pensare al nostro comportamento di ricerca.
Quando iniziamo ad avere le idee un po’ più chiare sull’oggetto da regalare, stiamo già prendendo in considerazione un determinato prodotto o una categoria e facciamo ricerche perlustrative più mirate: abbiamo deciso di che genere sarà il il regalo e vogliamo vedere cosa ci offre il mercato!

 

- Search su categoria prodotto
Non sono più idee generali, cerchiamo una determinata categoria di prodotti.
Ecco perchè l’inserzionista deve farsi vedere, deve proporsi all’utente che sta cercando un oggetto con determinate caratteristiche: un orologio gps, piuttosto che un cofanetto di creme all’olio di argan.
Nel caso degli orologi di 5 o 6 tipologie, si potrebbero creare delle campagne ad hoc, focalizzando il testo dell’annuncio, non solo sul Natale, ma anche sulle caratteristiche comuni alla categoria specifica.

 

Se lo store invece propone molti prodotti, sarà impossibile dedicare una campagna per ogni categoria.
Una buona soluzione potrebbe essere l’utilizzo di annunci dinamici, quindi una campagna senza chiavi, che propone all’utente il prodotto che più si avvicina a ciò che sta cercando.
Il testo dell’annuncio, la parte non dinamica, si dovrà concentrare sul concetto di regalo e dei plus che il sito può offrire.
Non bisogna dimenticare l’inserimento di sitelink e callout e tutte le estensioni del caso.


In una campagna con annunci dinamici è fondamentale decidere se mantenere o escludere come chiave il brand.
C’è il rischio che la gran parte degli accessi siano brandizzati e AdWords non trovi nuove occasioni.

 

- Search sul brand
Passiamo alla fase successiva del funnel: gli utenti hanno studiato tutte le opzioni, i siti, le offerte migliori, la percentuale di sconto al primo acquisto, la spedizione gratuita e così via.
Finalmente è il momento dell’acquisto.

 

Provate a pensarci: non andiamo a botta sicura? Googliamo il tipo di prodotto, il modello o il colore e l’elemento immancabile: il brand!

 
L’inserzionista che ha fatta questa fatica, lavorando nella parti più alte del funnel, non può permettersi di scomparire proprio nel momento clou e farsi rubare la conversione da qualche grande colosso aggressivo.
Come dice anche Andrea Testa, nell’ultimo articolo della serie sul funnel, è importante difendere il proprio brand.

 

- Customer Match
Suggerimento che arriva anche dall’articolo di Think with Google, mi focalizzo quindi solo su un test che potrebbe essere interessante (torniamo un po’ più in alto nel funnel).
Sono necessarie però due condizioni:
- avere i nominativi di chi ha acquistato durante lo scorso Natale
- avere nominativi sufficientemente numerosi anche dopo il match


Ecco uno dei casi in cui possiamo azzardare investendo su chiavi generali, sul concetto generico di idee per i regali di Natale.
Se e quando i nostri vecchi acquirenti effettueranno una ricerca di questo genere perchè sono indecisi e in cerca di idee, possiamo mostrare il nostra annuncio, così da fare in modo che si ricordino di noi.
Anche se dovesse esserci concorrenza, noi non ci troveremo a gareggiare ogni volta, ma solo quando uno dei nostri “clienti natalizi” è in cerca idee e lo invitiamo a tornare da noi.


Ricordiamo anche che shopping e remarketing dinamico sono sempre ottimi alleati!

 

Bio Gloria Bassi

Sono Top Contributor di AdWords e di Google My Business. Nel mio percorso di studio, la decisione di passare dall'adv tradizionale a quella digitale, è stata azzeccata. AdWords mi ha sempre incuriosito, così ho deciso di approfondire e il mio lavoro di AdWords Account Manager mi dà grande soddisfazione! Google My Business è uno strumento straordinario e in poche mosse può dare un grande aiuto. Se vengono uniti, sono ancora più potenti!