211 utenti online in questo momento
211 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Shopping VS Search: possono convivere? - #ADWSeries

AdWordSeries.png

Siamo sempre a cercare escamotage per essere visibili, sia che si tratti di risultati organici o a pagamento.

 

Sappiamo anche che soltanto uno dei nostri annunci a pagamento si attiverà a fronte di una ricerca.
Si, soltanto uno per le campagne rete ricerca, ma se avete una campagna shopping potrebbe apparire anche la vostra “scheda prodotto”. Quindi due annunci a pagamento in SERP.

 

Abbiamo almeno 3 vantaggi:

 

  • doppio posizionamento

potrà apparire sia l’annuncio Search che la scheda prodotto.
Equivale a più visibilità e anche maggior possibilità di essere cliccati.

 

 

  • intento di acquisto

Gli annunci shopping potrebbero comparire quando:
- l’utente manifesta l’intento di acquisto nella query, scrivendo per esempio “acquisto scarpe”
- non esprime apparentemente interesse nell’acquisto, ma esegue una ricerca specifica, magari “scarpe da ballo” ecco che potrebbero apparire gli annunci shopping relativi.
Difficile imbattersi in schede di prodotto con una ricerca generica “scarpe”.

 

 

  • messaggio diverso

nella Search dovrete convincere l’utente a parole, con un annuncio accattivante, però magari anche non molto specifico.
Immaginiamo di cercare delle scarpe da ballo rosse. Nella shopping avremo risultati riguardanti scarpe da ballo di quel colore. Quindi viene mostrato proprio quello che l’utente chiede!
Per la stessa ricerca potremo anche comparire in Search, ma di certo non possiamo mostrare quanto sono belle le nostre scarpette rosse e magari neanche c’è scritto nell’annuncio.

 


Un’opzione interessante per lavorare nello specifico (paradossalmente anche con un solo annuncio) è questa:

 

Creare un gruppo con annunci con:
- solo keyword insertion nel titolo
- keyword insertion nell’URL di visualizzazione
- parole chiave che includono il colore: es: +scarpe +ballo +rosse
- ad ogni parola chiave associare un URL finale (in questo modo a prescindere dalla pagina di atterraggio inserita nell’annuncio, se la parola chiave che attiva l’annuncio ha un URL a sé comanderà questo).

 

Non spaventatevi! Con un esempio è più semplice:

 

{KeyWord: Scarpe da Ballo}
Tutte le sfumature del tuo colore
preferito. Scegli il modello!
www.esempio.it/{KeyWord: Scarpe da Ballo}

 

Cosa succederà?

 

Al posto di “scarpe da ballo” presente nel Keyword Insertion, il sistema inserirà la nostra parola chiave che più si avvicina alla ricerca dell’utente.
Query: scarpe da ballo rosse
Chiave +scarpe +ballo +rosse

 

Il rislutato sarà questo:
Scarpe Ballo Rosse
Tutte le sfumature del tuo colore
preferito. Scegli il modello!
www.esempio.it/scarpe+ballo+rosse

 

NB: se usate una corrispondenza generica modificata potrebbe comparirvi il + nell’URL di visualizzazione.

 

Chiaramente questo discorso deve essere fatto per ogni colore e l’URL a livello di chiave, dovrà puntare alla pagina con scarpe da ballo di quel colore.

 

Buon lavoro!

 

 

Bio Gloria Bassi

Sono Top Contributor di AdWords e di Google My Business. Nel mio percorso di studio, la decisione di passare dall'adv tradizionale a quella digitale, è stata azzeccata. AdWords mi ha sempre incuriosito, così ho deciso di approfondire e il mio lavoro di AdWords Account Manager mi dà grande soddisfazione! Google My Business è uno strumento straordinario e in poche mosse può dare un grande aiuto. Se vengono uniti, sono ancora più potenti!