206 utenti online in questo momento
206 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Aggiunta di parole chiave a corrispondenza inversa per evitare che gli annunci vengano pubblicati su ricerche non pertinenti

Panoramica delle parole chiave a corrispondenza inversa

 

 

È vero che l'efficacia di AdWords dipende dalla scelta delle parole chiave per cui pubblicare i propri annunci?

 

Sì, sostanzialmente è così, ma guai a dimenticare le parole chiave a corrispondenza inversa e il budget!

 

Le parole chiave a corrispondenza inversa sono parole o frasi che impediscono la pubblicazione degli annunci per query di ricerca non pertinenti. Ad esempio, se vendete mobili su misura di elevata qualità, vorrete evitare che gli utenti alla ricerca di prodotti economici facciano clic sui vostri annunci. Analogamente, se vendete servizi di catering, non vorrete ricevere clic inutili di utenti alla ricerca di lavoro.

 

Come faccio/possono fare i miei clienti a utilizzare le parole chiave a corrispondenza inversa per evitare di pubblicare gli annunci per ricerche non pertinenti?

 

 

 

Non solo utilizziamo lo Strumento di pianificazione delle parole chiave di Google per identificare le parole chiave pertinenti per un cliente, ma anche quelle non pertinenti. Queste ultime possono poi essere aggiunte come parole chiave a corrispondenza inversa nel momento stesso in cui si avvia la campagna, per evitare sprechi di spesa sin dall'inizio. Ubersuggest è un altro ottimo strumento per l'individuazione delle parole chiave a corrispondenza inversa. Inoltre, è possibile digitare alcune parole chiave nella barra di ricerca di Google per esaminare i suggerimenti forniti dalla funzione di completamento automatico. Una volta configurata la campagna nel modo più mirato possibile, potrà essere pubblicata. Tuttavia, è buona norma eseguire continuamente analisi delle query di ricerca per aggiungere altre parole chiave a corrispondenza inversa.

 

 

Tenete presente anche il targeting geografico della campagna. Tutte le aree geografiche esterne all'area coperta devono essere inserite in uno specifico elenco di parole chiave relative a località, nella libreria condivisa.

 

 

Perché penso che le parole chiave a corrispondenza inversa possono essere utili?

 

 

 

Le parole chiave a corrispondenza inversa possono essere utili per molti aspetti e in particolare:

 

   Per ottimizzare il targeting geografico

   Per evitare sprechi di budget (e investire una parte maggiore del budget per le parole chiave pertinenti e di elevata qualità)

   Per evitare sprechi di impressioni e, conseguentemente, ottimizzare il CTR e il punteggio di qualità

   Per evitare la pubblicazione degli annunci per query di ricerca non pertinenti

   Per evitare di proporre gli annunci a utenti non qualificati/non propensi all'acquisto

 

In che modo l'aggiunta di parole chiave a corrispondenza inversa può aiutarmi/aiutare il mio cliente a ottimizzare i risultati ottenuti da AdWords?

 

 

 Senza parole chiave a corrispondenza inversa la campagna non può essere veramente ottimizzata.

 

Adrian Bold: "Uno dei nostri clienti, una società di catering con sede a Londra, è riuscito a raggiungere una quota maggiore del proprio mercato target di Londra eliminando i clic inutili provenienti da ricerche comprensive di località esterne al suo mercato target e azzerando il budget stanziato per tali ricerche. Di conseguenza, ha aumentato del 58,8% il tasso di conversione e ridotto sensibilmente il costo per conversione."

 

Cara Whitehouse: "Utilizzando semplicemente parole chiave a corrispondenza inversa come "economico", "lavoro", "gratuito" e "consulenza", siamo riusciti ad assicurarci che i clic sugli annunci dei nostri clienti provengano da utenti qualificati e a eliminare gli sprechi."

 

Paul Jackson: "Le parole chiave a corrispondenza inversa sono preziosissime. Dovrebbero essere utilizzate nell'ambito della procedura di ottimizzazione standard per sfruttare tutto il potenziale delle campagne."

 

L'articolo originale qui

 

 

Bio Enza Maria Saladino

Sono entrata in Google ad Aprile 2014, dopo 2 anni di esperienza nel social media marketing in Italia. Appassionata di comunicazione e social media, sono una curiosa esploratrice del web e del mondo in generale. Piacere di conoscervi!

Commenti
da Daniele SCW
in data ‎03-09-2014 11:07

Ciao Enza,

 

ottimo contributo che fa sempre bene rileggere anche per i veterani.

 

Io colgo l'occasione come sempre di esprimere una mia personale richiesta nel settore delle corrispondenze inverse, mi piacerebbe avere un tool riepilogativo che consentisse agli inserzionisti di vedere con quali query sono state bloccate le impr alla campagna per capire se possono esservi delle corrispondenze inverse erroneamente implementate che stanno causando una mancata partecipazione alle aste...una sorta di dettaglio parole chiave per le corrispondenze inverse.

 

Grazie mille per il contributo

 

a presto

 

Daiele

da Collaboratori Principali Alumni Enza Maria S Collaboratori Principali Alumni
in data ‎03-09-2014 11:40

Ciao Daniele, 

vi proporremo nuovi contributi dal summit di Londra. 

Ti ringrazio per il feedback, AdWords propone sempre qualche novità... staremo a vedere Smiley Felice