228 utenti online in questo momento
228 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Come creare un Post Ads Google Plus su AdWords

Sommario


 

Dal suo lancio nell'aprile 2014, questo genere di post, denominati a "coinvolgimento", rappresenta uno stimolo per una nuova scoperta degli orizzonti di AdWords, da parte di tutti coloro che dispongono di una pagina con almeno 1.000 follower. Collegato l'account Google Plus a quello AdWords, un post selezionato (o quello più recente), verranno promossi nella rete Display per viralizzare le informazioni a un palcoscenico vasto, sfruttando tutte le potenzialità del targeting display. Vediamo quindi come attivarli, con questo articolo.

 

 

Perché è utile


 

La necessità è sicuramente quella di amplificare l'engagement con i propri post, da parte di nuovi fan. Scoperta di fan e interazioni, non sono infatti solo un obiettivo delle proprie campagne di social media marketing, ma anche, in funzione dell'algoritmo Hummingbird, avere una pagina social con una buona quantità di sentiment positivo, UGC (user generated content) e quindi interazioni genuine, produce un potenziale miglioramento del posizionamento organico e la possibilità che il post, grazie al numero di interazioni, sia anche visibile nel SERP.

Grazie alla sponsorizzazione del post, i follower potranno:

  • mettere un +1;
  • commentare (se concesso);
  • aggiungere la pagina;
  • condividere.

 

Cosa fare per iniziare


 

Dato per buono che abbiamo sia un account AdWords che una pagina con 1.000 follower, dovremo creare una nuova campagna AdWords selezionando "Solo Rete Display". Nella schermata successiva si dovrà quindi selezionare la voce "Coinvolgimento".

 

 

Gli step di configurazione successivi, sono quelli tradizionali di una campagna display, ma prestate attenzione alla fase di attivazione. L'analisi dei requisiti del post e della campagna, potrebbero richiedere qualche giorno. Dopo che avete attivato il targeting, non demoralizzatevi se gli annunci non partiranno. La revisione manuale potrebbe richiedere del tempo.
Dopo la pubblicazione, attendete quindi che gli annunci vengano classificati come approvati.

Non appena avrete scelto il targeting, dovrete quindi selezionare il formato di annuncio, che per un post Ads di Google Plus è identificato dall'immagine iconografica del post stesso e dalla scritta "Pubblica i tuoi contenuti Google Plus".

 

 

Selezionata l'opzione si accede dunque alla schermata di inserimento dei contenuti testuali, che potranno essere pescati direttamente dalla pagina Google Plus dopo averla inserita nell'apposito box "Seleziona una pagina".

 

 

Inserita la pagina Google Plus, il sistema chiederà di specificare un post particolare o, flaggando, prenderà di default il post più recente.
Al salvataggio, predisporrà in modo automatico la grafica ai formati AdWords della rete Display.
Non siate ingordi sui posizionamenti grafici. Se la resa visiva è insoddisfacente, puntate su formati che vi danno sensazioni positive e salvate.

 

 

Conclusioni


 

Sponsorizzare Google Plus e i suoi post è, come detto, un elemento vincente per vari aspetti. In una campagna di digital marketing supporta l'engagement trovando nuovo pubblico e stimola quindi l'aumento dei follower. 1.000 di base non sono probabilmente pochi per Google Plus, anche perché mancano altre attività di fan growing come per esempio avviene su Facebook, ma se riuscirete a ottenere il traguardo dei 1.000, la profilazione di nuovi seguaci, sarà sicuramente più facile, sempre se sarete in grado di sfruttare con parsimonia il canale di targetizzazione della display.
 
Come detto c'è anche l'asso nella manica SEO. Contenuto utente significa migliorare il dialogo con il motore di ricerca. Presidiare il SERP passando da AdWords è stavolta molto semplice.
Attenzione... ciò non significa che AdWords garantisce visibilità, ma solo che il post, godendo potenzialmente di interazioni, risulterà gradito al motore di ricerca, che potrebbe quindi usarlo come risultato organico in corrispondenza di una specifica chiave.

 

 

Collegamenti utili


 

Bio Andrea Testa

Lavoro in ambito web dal 1993 e da sempre mi occupo di indicizzazione e marketing. Dal 2005 affronto l'advertising online e l'indicizzazione con un'ottica prettamente SEM, dedicata cioè al Search Engine Marketing, comprese le sue attuali derivazioni legate ai Social Media. Dal 2012 sono docente di Web Marketing al Corso di Laurea Magistrale in Marketing Consumi e Comunicazione alla IULM di Milano.

Commenti
da Ely
in data ‎29-06-2015 20:15

Ciao Andrea,

per caso questi annunci sostituiscono quelli di Google Adwords Express?

 

Ti ringrazio in anticipo per la risposta.

Elisa

da Andrea Testa Collaboratore Principale
in data ‎30-06-2015 08:53

Ciao Elisa,

no perché mentre AdWords Express è utile per promuovere un'attività che non è presente sul web con un proprio sito, gli annunci sponsored Ads, seppur validi per una pagina Plus, partono comunque da un account AdWords. In pratica è una strategia integrativa che mira - come però giustamente hai notato - a sfruttare il canale Google+.

 

Andrea