163 utenti online in questo momento
163 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Come impostare una Campagna Google Shopping - #AWSeries

AdWordSeries.png

Per “aprire” una campagna Google Shopping per il tuo e-commerce e’ necessario seguire preventivamente alcuni passi che sono stati descritti in tre articoli di approfondimento disponibili qui:

 

 

Una volta creato un Feed di Dati dei prodotti del tuo e-commerce e dopo averlo registrato e “caricato” in un Account Google Merchant Center, è finalmente possibile aprire la propria Campagna Google Shopping, scegliendo la relativa opzione al momento di creare una nuova campagna dentro il proprio Account Google Adwords .

 

Screen Shot 2016-03-16 at 10.06.14 AM.png

Nota - Ancora un paio di questioni sono in realtà necessarie prima di iniziare a impostare la campagna: la prima, sempre utile , ricordarsi di leggere i requisiti per poter aprire una campagna (dettagli qui: https://support.google.com/adwords/answer/6275312  ) la seconda, collegare gli Account Google Adwords e Google Merchant Center usando l’apposita funzione presente nel Google Merchant Center in Impostazioni/Adwords.

 

Primi passi nella creazione di una campagna Shopping
______________________________________________________________________________

Le prime impostazioni sono quelle classiche di una campagna Adwords: il nome, le località target, la strategia di offerta (interessante fra le “automatiche” l’opzione “ritorno sulla spesa pubblicitaria target, che permette di indicare un ROAS obiettivo per le proprie campagne) ma sono poi presenti una serie di funzionalità proprie delle campagne Shopping, vediamole in dettaglio:

Screen Shot 2016-03-16 at 10.06.55 AM.png

  • L'identificativo del commerciante è l'identificativo dell'account Google Merchant Center associato ai tuoi prodotti. Non è consentito modificarlo dopo avere creato la campagna.

  • Paese di vendita indica quali prodotti del tuo spazio pubblicitario del Merchant Center vengono pubblicizzati in questa campagna. Filtra i prodotti in base al Paese target ad essi associato dato che devono soddisfare i requisiti previsti dal Paese di vendita scelto. Non è consentito modificare il Paese di vendita dopo avere creato la campagna.

  • La priorità della campagna è una opzione facoltativa  che permette di dare priorità a diverse champagne quando  contengono stessi prodotti: nel caso in cui lo stesso prodotto venga inserito in più champagne, il livello di priorità (e non l'offerta CPC Max)  è il fattore che determina la campagna che partecipa all'asta. Se lo stesso livello di priorità elevata viene applicato a più campagne, sarà invece l'importo dell'offerta a determinare la campagna che pubblica l'annuncio.

  • Il filtro “spazio Pubblicitario” è una funzione opzionale che permette di creare campagne su sottoinsiemi predefiniti di prodotti fra tutti quelli presenti nel Feed: per impostazione predefinita, infatti, la campagna include tutti i prodotti presenti nel tuo inventario di prodotti su Google Merchant Center ma si possono scegliere fino a  un massimo di sette filtri di attributi per limitare e appunto “filtrare” i prodotti promozionati

 

La creazione dei gruppi di annuncio e degli annunci
______________________________________________________________________________

 

Il passo successivo è la creazione dei gruppi di annuncio. E’ possibile optare fra due opzioni differenti, da un lato la creazione di un unico gruppo di prodotti con un'unica offerta, dall’altra la strutturazione di più gruppi di annuncio in base a un attributo a scelta fra: Brand, Id, Tipo Prodotto e Categoria.

 

Nota - Questa seconda opzione diventa poi utile in fase di ottimizzazione di campagna per realizzare aggiustamenti di offerta appunto per Brand, per categorie o per tipo prodotto in base alla struttura scelta.

 

E’ possibile inoltre predefinire un testo promozionale con un massimo di 45 caratteri (vedi immagine):

 

Screen Shot 2016-03-16 at 10.07.53 AM.png

 

 

A questo punto la campagna è attiva e visibile nel TAB “Gruppi di prodotto” :

Screen Shot 2016-03-16 at 10.08.24 AM.png

non è infatti necessario scegliere alcuna lista di “keywords” dato che la relazione con i termini di ricerca usati dagli utenti su Google, viene fatta automaticamente in base ai prodotti presenti nel feed (nome, descrizione e tutti i vari attributi contribuiscono a creare il “match” con la ricerca).

 

Utilizzando l’opzione “+” accanto al primo livello di struttura dei prodotti, sarà poi possibile ampliare la suddivisione in gruppi, visualizzando categorie e subcategorie (secondo la struttura che ha il feed) in modo da poter , in base alla strategia di offerta scelta in fase di impostazione di campagna) realizzare aggiustamenti di offerta molto precisi sui raggruppamenti di prodotti così creati.

 

Link di approfondimento

______________________________________________________________________________

 

Guida alla creazione di una campagna Shopping
https://support.google.com/merchants/answer/2660921?hl=it&ref_topic=2660962


0 Mi piace
Bio Nicola Briani

Esperto Web Marketing , vive e lavora in Messico, dove é socio fondatore di Adview.mx, agenzia di Mktg digitale italo-messicana del gruppo Adacto. “Adwords Certified Individuals” e Google Analytics Individual Qualification (IQ), con piu’ di 15 anni di esperienza, passione e studio in Internet Marketing, crede nella “condivisione” delle esperienze come la miglior forma …per non smettere mai di imparare! Insegna “Marketing Digitale" presso l’Universitá TEC de Monterrey, campus Guadalajara.