209 utenti online in questo momento
209 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Come nascono (e si usano) i segmenti simili

adwords-in-testa.jpg

 

Sommario

Simile, cioè con le stesse abitudini. Con un comportamento affine. Alla scoperta dei cloni in senso meno fantascientifico di Star Wars, ma ugualmente importante da un punto di vista tattico!

 

Alla scoperta dei cloni
AdWords individua i segmenti simili sulla base del comportamento che questi hanno tenuto entro un mese dalla data di generazione. E' bene considerare sin da subito che il segmento simile, si basa primariamente sul comportamento dei nostri visitatori. Questo significa che più usiamo fantasia per creare i nostri segmenti di pubblico, più AdWords riuscirà a trovare potenziali similitudini nel comportamento di utenti che ancora non hanno transitato sul nostro sito web. Il segmento simile infatti, nasce come eredità di un segmento di remarketing. Noi definiamo alcuni interessi basati sulle azioni che compiono i nostri utenti, e AdWords va a caccia di utenti che in rete hanno condotto azioni simili.
Abbiamo un elenco visitatori che compiono azioni nel nostro sito di vendita di orologi di lusso? AdWords andrà in rete a caccia di individui che hanno condotto azioni simili su altri siti web. Attenzione... non sta rubando clienti. Sta creando opportunità. Compito nostro è trovarle e usarle.

 

Reti e abbandoni di liste
Per non creare troppo scompiglio, AdWords non consente l'uso di questi segmenti nella rete ricerca. E soprattutto la lista di remarketing non si può basare sull'azione di un piccolo nucleo di utenti. Non a caso, dobbiamo ricordare che il segmento Search si attiva con 1.000 cookie e che ha una durata di 180 giorni massimo! Inoltre, facciamo bene attenzione, l'utente simile è tale finché non atterra sul nostro sito. Noi possiamo quindi lanciare l'esca sulla Display, ma nel momento in cui l'utente avrà cliccato sul banner o sull'annuncio di testo (sempre Display) e atterra nel nostro sito, di fatto entrerà nel nostro elenco di remarketing visitatori!

 

Segmenti simili sul Customer Match
Altro ambito di intervento, davvero formidabile, è quello legato ai segmenti simili da Customer Match (Email dei clienti). Questi utenti potranno essere usati su Gmail e su YouTube. Ricordiamo infatti che il Customer Match non consente di lavorare sulla Display pura.
Questa azione di scouting dei segmenti simili, è, se vogliamo, ancora più intrigante, perché andiamo a lavorare su utenti in rete, che hanno comportamenti simili a clienti già acquisiti!

 

YouTube
Anche questa è una lista particolarmente utile. Una "lista ping-pong" se vogliamo. Questo perché una volta che abbiamo allacciato l'account YouTube a quello AdWords, il segmento di pubblico verrà creato automaticamente. Di fatto i visitatori del nostro canale video, o comunque utenti che hanno visto i nostri video (o hanno interagito con loro), verranno automaticamente importati su AdWords per essere usati. Dalla generazione di questi utenti, verrà anche prodotta (se disponibile) una lista simile. Quindi in poche parole, senza fare niente, ci troveremo due pubblici da poter usare nelle nostre campagne!

 

Articoli consigliati:

0 Mi piace
Bio Andrea Testa

Lavoro in ambito web dal 1993 e da sempre mi occupo di indicizzazione e marketing. Dal 2005 affronto l'advertising online e l'indicizzazione con un'ottica prettamente SEM, dedicata cioè al Search Engine Marketing, comprese le sue attuali derivazioni legate ai Social Media. Dal 2012 sono docente di Web Marketing al Corso di Laurea Magistrale in Marketing Consumi e Comunicazione alla IULM di Milano.