164 utenti online in questo momento
164 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Creazione di nuovi gruppi di annunci in base alle parole chiave in uso per proporre agli utenti annunci più pertinenti.

Panoramica della creazione di nuovi gruppi di annunci per le parole chiave in uso

 

È molto importante che i gruppi di annunci siano strettamente incentrati su temi.  Se i gruppi di annunci contengono parole chiave relative a un argomento troppo generico, gli annunci possono risultare meno pertinenti e generare CTR e punteggi di qualità scarsi, nonché l'aumento dei costi.  

 

La creazione di altri gruppi di annunci basati su parole chiave in uso in un gruppo oppure su l'inserimento di varianti delle parole chiave può migliorare sostanzialmente il rendimento della campagna.

 

 

Come faccio/fanno i miei clienti a utilizzare le parole chiave in uso per creare nuovi gruppi di annunci?

 

 

 È buona norma identificare innanzitutto i criteri per suddividere i gruppi di annunci esistenti.  Vi consigliamo di eseguire la suddivisione in base al rendimento o ai termini di ricerca corrispondenti a tali parole chiave.  In alternativa, potreste preferire ottimizzare la pertinenza degli annunci con la creazione di gruppi più mirati.  Una volta identificati i criteri, potrete definire il numero appropriato di nuovi gruppi e di annunci.

 

Perché penso che, in determinate circostanze, può essere utile creare nuovi gruppi di annunci?

 

 

Nuovi gruppi di annunci ci permettono di concentrarci maggiormente sulle parole chiave più specifiche.  Questo ci consente poi di creare annunci più mirati e di orientare il traffico a pagine di destinazione che possiamo ottimizzare interamente per le nuove parole chiave. In questo modo, miglioreremo il punteggio di qualità e molto probabilmente anche il CTR e i tassi di conversione (CPA).

 

In che modo la creazione di nuovi gruppi di annunci basati su parole chiave esistenti mi ha consentito/ha consentito al mio cliente di ottimizzare i risultati ottenuti da AdWords?

 

 

 Quando uno dei miei clienti mi ha chiesto di aiutarlo a identificare le parole chiave utilizzate dai clienti del suo mercato target (sanità, settore pubblico, scuole, settore alberghiero) per trovare offerte di formazione sulla risoluzione dei conflitti, lo abbiamo aiutato a passare da una strategia storica di canalizzazione delle query sulla "risoluzione dei conflitti" generiche che si generavano a un approccio di "diramazione", molto più mirato e specifico per settore e servizio, alla gestione del sito web e delle pagine di destinazione. Adottando un approccio di tipo "attacca e stacca" alla gestione dei gruppi di annunci, siamo passati da una strategia di servizio "generale" a una strategia ottimizzata per i segmenti di pubblico di settore (e per il linguaggio che utilizzano), nonché per gli specifici servizi che cercano e parole chiave che utilizzano. Le percentuali di clic sono migliorate del 560%, il costo per clic è sceso dell'82% e i tassi di conversione di visitatori in lead è passato dall'1,3% all'8%. Concentrandoci sull'adattamento dei contenuti della pagina di destinazione al testo degli annunci, non solo siamo riusciti ad attirare lead più qualificati e a incrementare le entrate, ma è migliorato anche il rendimento delle ricerche organiche.

 

 

 Primo articolo dal summit di Londra

Bio Enza Maria Saladino

Sono entrata in Google ad Aprile 2014, dopo 2 anni di esperienza nel social media marketing in Italia. Appassionata di comunicazione e social media, sono una curiosa esploratrice del web e del mondo in generale. Piacere di conoscervi!