230 utenti online in questo momento
230 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Dentro ai segmenti di pubblico personalizzati

adwords-in-testa.jpg

 

Sommario

Il nome "scientifico" è pubblico di affinità. Se vogliamo, sostituisce la "vecchia" dicitura "interesse", che è comunque presente sul tab nel pannello display. Cerchiamo di capire come funziona e come si configura.

 

Configurazione
E' un pubblico che occorre per profilare al meglio le campagne Display. Quindi per attivarlo si deve accedere al Tab Rete Display.
Una volta effettuato l'accesso selezionate la voce "Categorie di interessi ed elenchi per il remarketing".
Compare quindi il pulsantone rosso "+ targeting" che dovrete selezionare, assicurandovi di aver scelto il gruppo annunci specifico. In caso contrario, dovrete chiaramente usare la tendina apposita per selezionare la destinazione delle vostre modifiche.
Appena risolto il "problema" gruppo annunci, dovrete scegliete di aggiungere il targeting e quindi catapultarvi in "segmenti di pubblico di affinità", selezionando nella parte bassa "+ crea affinità personalizzata".

 

Schermata 2016-03-01 alle 12.15.46.png

Si aprirà a questo punto la schermata sulla quale poter lavorare.

 

Perché pubblico di affinità (e perché personalizzato)
Capita molto spesso di dover determinare quale sia un pubblico interessato ai nostri contenuti. Naturalmente questo pubblico, secondo l'analisi di Google, avrà tenuto una condotta, atta a fargli capire che in effetti è collegato in qualche modo agli argomenti che scegliamo. L'affinità sta quindi nella compatibilità con quegli utenti selezionati (il nostro segmento), con le categorie di interesse che abbiamo intenzione di coprire.
Attenzione qui... ricordiamo che targettizzare per interesse, significa mostrare il nostro annuncio a utenti che hanno manifestato interesse nei confronti di uno o più temi, ma durante la loro navigazione, a prescindere dalla loro presenza in un sito che tratta quell'argomento.
Questo vuol dire che se noi vogliamo mostrare un banner a un utente interessato allo sport, potrà vedere il nostro banner anche se naviga in un sito di campeggio.
Consideriamo quindi che siamo in push marketing puro. Cioè noi mostriamo il messaggio, senza che l'utente se lo aspetti.

 

Creazione di un pubblico personalizzato
A parte le solite voci nome e descrizione, da non sottovalutare, altrimenti come nell'informatica anni 80, poi non si capisce mai cosa serve a cosa... potrete inserire dei riferimenti per creare il vostro pubblico.
Potete usare due regole. Quella dell'URL e quella dell'interesse.
Attenzione... inserire un URL non significa che l'utente ha necessariamente navigato in quel sito web, ma semplicemente che Google scansionerà quel sito per capirne il contenuto, trovando utenti che hanno visitato (quello o) siti simili.
Per mostrare le differenze, verrà usato un colore diverso. Blu per gli interessi e verde per gli URL.
Capiamo una cosa. La sua utilità, è la possibilità di andare a fondo negli argomenti. Se infatti negli interessi noi possiamo per esempio tracciare appassionati di viaggi, con le categorie personalizzate possiamo definire singoli monumenti per i quali l'utente ha mostrato interesse. Immaginate se il nostro tour turistico che vogliamo promuovere su AdWords passa da lì!
O ancora... amanti dello sport? Bene... ma che dire di tifosi della Juventus?

Schermata 2016-03-01 alle 12.28.59.png

 

Il pubblico è corretto?
La cosa fantastica è nell'analisi successiva alla selezione del pubblico. Cliccando infatti sul pulsante "visualizza un'anteprima del segmento di pubblico personalizzato" potremo vedere se il nostro target è corretto!

Schermata 2016-03-01 alle 12.30.31.png

 

Il sistema ci dirà gli argomenti che ha riconosciuto, il numero dei cookie coinvolti e le fasce demografiche!
Se la nostra analisi è giusta, il nostro pubblico sarà pronto per essere usato nelle campagne!

Bio Andrea Testa

Lavoro in ambito web dal 1993 e da sempre mi occupo di indicizzazione e marketing. Dal 2005 affronto l'advertising online e l'indicizzazione con un'ottica prettamente SEM, dedicata cioè al Search Engine Marketing, comprese le sue attuali derivazioni legate ai Social Media. Dal 2012 sono docente di Web Marketing al Corso di Laurea Magistrale in Marketing Consumi e Comunicazione alla IULM di Milano.