253 utenti online in questo momento
253 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Display Content Keywords: cosa sono? Quando usarle? #OKDisplay

mbiagiotti-okdisplay.png

In un precedente articolo abbiamo trattato il targeting per parole chiave che si basa su parole chiave che identificano le pagine pertinenti per tali parole e quindi consente di selezionare contesti utili al proprio business permettendo di scalare le campagne a basso costo per interazione.

 

Secondo questo metodo di targeting, quando la parola chiave scelta corrisponde ai concetti o al tema centrale di una pagina web, l’annuncio è idoneo a essere pubblicato su tale pagina; tale processo si chiama anche posizionamento automatico.

 

Per perfezionare questo processo Google ha introdotto, come metodo di targeting, quelle che sono denominate Display Content Keywords: utilizzando lo stesso algoritmo che è alla base della ricerca di Google, il sistema aggrega, di fatto, le query di ricerca alle pagine della Rete Display che ne costituiscono i migliori risultati.

 

L'elenco di parole chiave, quindi, consente sia di pubblicare gli annunci su siti web pertinenti che di mostrarli al segmento di pubblico più adatto sulla base dell'impostazione delle parole chiave scelta, ovvero:

  • Pubblico: utilizzando questa impostazione è possibile raggiungere le persone che stanno ricercando prodotti o servizi come quelli promossi e, dunque, gli annunci saranno visibili a tutte le persone che potrebbero essere interessate alle parole chiave, anche quando visualizzano contenuti riguardanti altri argomenti oltre che a comparire, normalmente, su pagine web, app e video contestualmente pertinenti alle parole chiave scelte; questa è l'impostazione predefinita ed è consigliata per la maggior parte degli inserzionisti in quanto consente di raggiungere un pubblico più vasto probabilmente interessato ai prodotti o servizi offerti;
  • Contenuti: utilizzando questa impostazione è possibile mostrare gli annunci solo su contenuti, come pagine web, applicazioni mobili e video, contestualmente pertinenti alle parole chiave scelte; questa opzione è utile quando si intende ridurre notevolmente la copertura degli annunci in quanto assicura in media solo il 30% della copertura disponibile per l’opzione precedentemente analizzata.

 

Questa nuova funzionalità, ovvero la voce “Contenuti”, offre all’inserzionista un maggiore controllo sulle modalità di pubblicazione dei propri annunci in quanto è possibile scegliere di concentrare la pubblicazione sulle sole pagine pertinenti ed escludere altre audience che Google ritiene comunque rilevanti.

 

Poiché la Rete Display non è un canale da utilizzare solo per campagne di awareness è evidente come la possibilità di identificare i target in modo più appropriato, rappresenti un enorme vantaggio in termini di risposta diretta.

Bio Marco Biagiotti

Laureato in economia ma ufficiosamente hacker, è socio amministratore di Telemaco, agenzia di marketing in Italia e in Marocco, Top Contributor di Google Ad​W​ords​, formatore e​ autore di libri quali Web Marketing Internazionale, Social Media Advertising e Google ​Data Studio Per Tutti. ​​La potenza di AdWords sia in ottica di pubblicità che di raccolta di informazioni non poteva non sedurlo e coinvolgerlo al punto di aiutare altri che vi si avvicinano.