50 utenti online in questo momento
50 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Estensioni di Località e Campagne Potenziate

Sommario


 

"Persone che navigano in, cercano o visualizzano pagine inerenti alla mia località target". Già. Annoso problema. Prima delle potenziate gran parte del tempo la passavamo a monitorare Analytics (o chi per lui) ed a declassare (o promuovere) determinate località. Le estensioni di località sulle potenziate ci vengono in soccorso; sopratutto perché concentrano (e omogeneizzano) il tutto su un'unica piattaforma, che - grazie alle svariate combinazioni di dati - trasforma la campagna di chi si occupa di turismo ricettivo, in una feconda e insaziabile macchina da prenotazioni.

 

 

 

Persone che navigano in, cercano o visualizzano pagine inerenti alla mia località target


 

Dividiamo gli scopi. Sostanzialmente (potenziate docet) se io sto cercando un hotel a Forte dei Marmi e mi trovo a Milano, avrò necessità diverse se effettuo la stessa ricerca mentre mi trovo fisicamente in Versilia, alle sei di pomeriggio ed utilizzo un telefono per collegarmi alla rete.
La prima preoccupazione quindi di chi crea una campagna è dotarla delle nostre - citate nel titolo - estensioni di località, direttamente da menù impostazioni.
Possiamo scegliere due opzioni:

  • Utilizza indirizzi da un account Google Places
  • Utilizza indirizzi inseriti manualmente

001.png

Sembrerà strano, ma con una semplice accortezza del genere, impostando cioè la sede (o le sedi se i centri sono maggiori e diversamente dislocati su territorio), ho già compiuto un importante avvicinamento al mio scopo. Lo scopo delle estensioni è - ricordiamolo - ottenere primariamente un CTR maggiore, per garantirsi, con un annuncio più chiaro ed esaustivo, una maggiore e migliore esperienza che traghetti ad una conversione.

 

 

La creazione degli annunci


 

Impostati i parametri (attenzione in questo articolo non parleremo delle estensioni di chiamata che affronteremo in altre sedi), con le potenziate posso scegliere di abbinare ad uno specifico annuncio la relativa estensione di località. Caricando l'apposito menù, il sistema attraverso una tendina, mi consente di veicolarne la visibilità entro 150km dalla mia posizione impostata nella sede. Per mia abitudine è preferibile non superare - nel caso di una struttura ricettiva - i 40Km consigliati di default.

002.png

Selezionando inoltre come dispositivo di destinazione "cellulare", l'annuncio verrà mostrato solo in seguito ad una ricerca da uno smartphone, con a fianco una pratica interfaccia grafica per apprezzarne (e modificarne) il risultato.

Risulterà evidente come per una versione "mobile" sia più opportuno generare una prima riga di descrizione breve e con punto "." al fine di creare un'unica riga lunga sul titolo.

003.png

 

E naturalmente potrò abbinare cellulare a estensione di località.

 

004.png

 

A questo punto - creati i miei annunci - potrò vedere dal menù di riepilogo quali ho deciso di abbinare all'estensione di località e quali a cellulare + estensione di località (ricordate che se volete rendere più evidente la visualizzazione, potete anche usare le etichette).
Qua sotto in grigio sotto l'annuncio vedete la visualizzazione di default. A lato invece, l'etichetta che ho abbinato.

 

005.png

 

 

Migliorare le performance con le potenziate


 

Creata l'impalcatura posso scegliere di dare più risalto al mio annuncio rispetto ai competitor, magari giocando sulla posizione. Posizione, estensione di località, smartphone (e poi in futuro vedremo la chiamata) dovrebbero consentirmi un maggior CTR. Posso quindi ipotizzare che - aumentando sensibilmente il CPC se un utente è in zona - posso garantirmi più clic.
Torniamo quindi nel menù impostazioni e selezioniamo il pulsante "località".

Cliccando quindi su "modifica località" posso aggiungere ulteriori località, senza questa volta (a differenza delle "vecchie" campagne) avere una ridondanza di località. Potendo amministrare diversamente il budget Viareggio (nell'esempio sotto) non va in contraddizione con Italia.

 

006.png

 

007.png

 

In sostanza gli stiamo dicendo che per chi si trova a Viareggio, siamo disposti a spendere il 25% in più di CPC. Stesso "giochino" lo possiamo fare anche per chi usa uno smartphone!
Ulteriori località potranno essere suggerite in "dettagli posizione" dopo che la campagna avrà maturato dati.

 

 

Conclusioni


 

Ricordate infine che per vedere (apprezzandone) i risultati, dovete usare l'anteprima annunci e diagnosi. In questo modo non sporcherete il CTR e avrete la possibilità di simulare diverse situazioni, per portare maggiore performance al vostro annuncio farcito di estensioni di località!

 

008.png

 

 

Collegamenti utili


 

Bio Andrea Testa

Lavoro in ambito web dal 1993 e da sempre mi occupo di indicizzazione e marketing. Dal 2005 affronto l'advertising online e l'indicizzazione con un'ottica prettamente SEM, dedicata cioè al Search Engine Marketing, comprese le sue attuali derivazioni legate ai Social Media. Dal 2012 sono docente di Web Marketing al Corso di Laurea Magistrale in Marketing Consumi e Comunicazione alla IULM di Milano.

Commenti
da Alberto700
in data ‎11-03-2013 21:17

Ciao Andrea, come sempre chiaro, ma una domanda che in realtà ho già fatto a chi di dovere Smiley Felice

Come mai nella scheda in cui è possibile modificare il cpc in funzione della località, non è possibile aggiungere la colonna conversioni o tasso conversione? Su che criteri dovrei scegliere di aumentare il mio cpc, Impressioni? Clic? Ctr? Speravo che potenziando si sarebbe potenziata anche questa impostazione.

Spero ci saranno degli aggiornamenti a riguardo. Smiley Felice

 

Alberto

 

da Andrea Testa Collaboratore Principale
‎11-03-2013 21:34 - modificato ‎11-03-2013 21:35

Ciao Alberto, 

In realtà questi dati li hai già nella scheda nella quale devono essere, vale a dire la scheda "dimensioni".

Andrea 

da Alberto700
in data ‎11-03-2013 21:36

Si certo, ma dalla scheda dimensioni non posso impostare bid differenti. Non sarebbe più comodo avere tutto nella scheda impostazioni?

da Silvano-4site
in data ‎13-04-2013 01:03

Se il tuo hotel fosse a Milano, e io da Roma cercassi "hotel 4 stelle" con il mio ipad cosa succederebbe?

da Andrea Testa Collaboratore Principale
‎13-04-2013 10:01 - modificato ‎13-04-2013 10:07

Mi sembrava che ne avessimo abbondantemente parlato a novembre e febbraio Smiley Molto-felice

https://www.it.adwords-community.com/t5/Migliora-i-risultati/Problema-Campagna-targeting-Milano-11-0...

e

https://www.it.adwords-community.com/t5/Salotto-della-Community/Targeting-Locale-dispositivi-mobili/...

Ma ribadisco il concetto che è primariamente un problema che si verifica non sempre su base IP di connettività di alcune compagnie ed in molti casi è il GPS o la posizione fisica del log a determinare l'errore.

 

Andrea

da Silvano-4site
in data ‎13-04-2013 23:01

Qualunque sia il problema ė un grosso problema. trovare le cause e le soluzioni non spetta di certo a noi.. Certa ė una cosa: impostare le nuove campagne unicamente con questa funzione,  senza informare alcuni inserzionisti locali di eventuali problemi sulla localizzazione dei loro annunci,  non è a mio avviso cosa logica.. La community dovrebbe servire anche ad evidenziare questo. Mi dispiace ma questo articolo non lo voto :-)

Anche se parliamo di inserzionisti locali dovremmo ricordarci che nel loro piccolo fanno un grosso investimento e far intendere che  con questa nuova funzione chiunque avrà dei vantaggi, ė errato,

da Andrea Testa Collaboratore Principale
in data ‎14-04-2013 09:21

Bhé, non lo votare! Smiley Strizza l'occhio

Contesto però integralmente il discorso del "grosso problema". Non è un grosso problema, è un problema e come tale deve essere affrontato.

Ove subentri un problema legato alla localizzazione, si supera usando la località nella chiave. Insindacabilmente e senza sé o ma.

Se vogliamo discutere che a causa di un gestore telefonico il mio telefono venga localizzato a 600 chilometri da dove in realtà sono e io non sapendolo cerco un generico "hotel" sperando di avere la soluzione, il problema non è né mio, né di AdWords, ma del gestore che non sta fornendo un servizio adeguato.

Poiché questo non è il forum del gestore telefonico, ma quello di AdWords io fornisco un'idea che va bene al 99% di chi usa AdWords. Poi se vogliamo intavolare la discussione sulle corrispondenze generiche estese e di uno che cerca hotel, o pizzeria, allora ne possiamo parlare. Smiley Lingua

 

Andrea

da Silvano-4site
in data ‎14-04-2013 13:07

Diciamo allora che vediamo la cosa in modo totalmente diverso.

Tu dici "Le estensioni di località sulle potenziate ci vengono in soccorso"

Ad oggi io direi: nel tuo esempio dell' hotel sono quasi d'accordo, tuttavia in molti altri casi sono un grosso problema.

1) mobile = mobilità quindi localizzazione. Questo concetto non credo abbia bisogno di discussione.

2) mettiti nei panni di un imprenditore che noleggia auto e furgoni a Milano, decide di investire da da 7 a 8k al mese quasi 100k annui su adwords. Ovviamente vuole uscire con chiavi generiche avendo budget. Il pannello vi permette di escludere le località che a lui non interessano, tuttavia 

vede arrivarsi più del 25% delle prenotazioni da cittá che sono state escluse. Passano i mesi e il problema non si risolve anzi le richieste a fuori target aumentano, lui si innervosisce, dimezza il budget investendolo sui Social.

In conclusione: google al momento incassa  la metà, noi abbiamo un problema che non riusciamo a risolvere, e dovrei dare la colpa ai gestori dei servizi? Quando maps e search funzionano perfettamente?

Pensa quanto Tim Vodafone e 3 siano allarmati per tutto questo...

da Andrea Testa Collaboratore Principale
‎14-04-2013 13:24 - modificato ‎14-04-2013 13:25

Capisco l'esempio, ma è nuovamente risolvibile.

Se io scrivo che faccio Autonoleggio a Milano, sempre ammesso che uno da Palermo mi trovi cercando un semplice [autonoleggio], se nell'annuncio scrivo chiaramente che servo solo Milano, al massimo possiamo discutere di possibile calo di CTR, che risolvo lavorando con le chiavi geolocalizzate togliendo le generiche.

 

Andrea

 

da Silvano-4site
in data ‎14-04-2013 14:00

Qui il CTR non conta niente, premesso che ė stato fatto tutto il possibile sulla ricerca..

il problema ė ripartito ugualmente su search e display..Se tu nella url di un annuncio di testo o in un bamner vedi un marchio molto noto perché non dovresti cliccarlo? 

Comunque è inutile continuare a discutere io te,  specialmente nel tuo articolo , su eventuali escamotage di un bug come tu stesso lo hai definito:-)

 

Buona domenica..

silvano

da Andrea Testa Collaboratore Principale
in data ‎14-04-2013 14:10

Ma io credo che questo sia uno scambio di opinioni costruttivo. Fatto da due persone che conoscono l'argomento e che quindi possono offrire spunti per altri inserzionisti. Sarà che sono portato al dibattito per mestiere e quindi lo trovo divertente.

Ricalco il termine "bug", ma mi fornisci un assit. Se di bug si parla, si intende un errore software, cioè di una macchina che cerca di essere intelligente e fornire soluzioni intelligenti. Compito nostro è quello di battere la macchina. Sempre.

 

Andrea

da Silvano-4site
in data ‎15-04-2013 11:35

Ma in questo caso non si tratta di macchine.

Qui parliamo di una cosa più grande: adwords ha  problemi sulla localizzazione.

Ribadisco GROSSI PROBLEMI in quanto non si tratta di un discorso limitato ad i-Phone e

i-Pad, parliamo di tutta rete mobile che ad oggi copre circa il 50% delle connessioni ad internet.

In questo discorso rientrano anche le chiavette e tutti i dispositivi che si collegano attraverso una SIM.

Ora la soluzione dovrebbe essere che un gestore dia l'accesso alla rete per ogni città in cui fa contratti? Impossibile: le maggiori infrastrutture sono a Milano e a Roma.e' sarà sempre cosi.

Escludere gli IP dei gestori? Non avrebbero senso le campagne Mobile.

Dal momento in cui dal pannello impostazioni viene data la possibilità di escludere determinate località e viene tolta la possibilità di escludere i dispositivi mobili fa succedere quello che è successo a noi cioè: un cliente disinveste in 50% su adwords.

 

 

 

da Andrea Testa Collaboratore Principale
in data ‎15-04-2013 12:08

Non lo so... a parte che se disinveste su AdWords ed investe sui Social Ads io sono contento lo stesso... Smiley Strizza l'occhio però, scherzi a parte senza fare lo "sborone", ma solo per spirito di analisi ed esperienza, alla fine è "solo" più lavoro per me, che invece di ottimizzare in tre clic, mi trovo ad affrontare battaglie ben più complesse.

Che questo produce problemi sugli inserizionisti "fai da te" è vero, sicuramente e meritano il nostro assoluto rispetto, con la speranza che se vengono nella Community riusciamo almeno in parte a dar loro una mano.

Ricontesto il "grossi problemi", perché sugli IP il problema non è Google.

Mi auspico comunque che qualcuno di mia conoscenza (ahem ahem G?) venga in nostro aiuto a chiarire il concetto di geolocalizzazione! Smiley Lingua

 

Andrea

da Silvano-4site
in data ‎15-04-2013 15:45

U aiuto e' quello che attendiamo da 4 mesi ormai.

Telefonicamente almeno tre volte, silenzio totale dall'altra parte con la promessa che la cosa veniva approfondita, i consiglio era quello di seguire intanto la Community.

Qui siamo  in due arenati al punto di partenza-)

 

 

da Silvano-4site
in data ‎15-04-2013 20:38

Anche a me non dispiace il Social Smiley Felice ma sinceramente dal momento in cui Google ha comunque investito su di noi nella formazione, ci fornisce sempre e comunque assistenza, ci agevola con sistemi di pagamento per le agenzie, non sopporterei un alternativa fatta di spocchiosi che se non gli garantisci 10 k al mese di investimento nemmeno hai diritto ad un numero di telefono..al momento a loro lascio gli spicciSmiley Felice

Rimaniamo in attesa di G?