439 utenti online in questo momento
439 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Gestire le parole chiave inverse con la libreria condivisa

Perché usare la Libreria Condivisa per le parole chiave inverse


 

Naturalmente come in ogni funzione, è necessario capirne il reale scopo; qui il vero vantaggio è nell'amministrare una libreria condivisa in corrispondenza di identiche necessità.

 

Capiamolo meglio con un esempio.

Ipotizziamo di avere 3 campagne con la stessa parola chiave. La necessità potrebbe nascere dal voler gestire un budget identico (quindi dare le stesse possibilità di visibilità) alla stessa chiave in 3 città diverse.

Per esempio stiamo pubblicizzando un franchising di materassi che ha sede a Firenze, Roma e Pisa.

Le tre città hanno volumi di traffico diversi, quindi Roma, mangerebbe il budget di entrambe, ma Firenze mangerebbe comunque quello di Pisa. Non vogliamo usare solo la chiave prodotto+città. Quindi ipotizziamo di usare la chiave "prodotto". Cioè mettiamo una banalissima "vendita materassi".

Vogliamo però escludere i nomi di altre località e altre parole tra le quali ad esempio economici, accessori, molle... perché non fanno parte della nostra offerta.

A questo punto avremmo necessità di mettere tutte le parole a livello di campagna, ma per ognuna delle tre. Un lavoro che su tre magari è verosimile, ma su decine di campagne diventa complicato e lungo. Pensate solo se la catena dovesse aprire un nuovo punto vendita!

Niente di più facile, comunque. Prima di tutto impostiamo le inverse a livello di campagne in questo modo:

  • Pisa: firenze, roma
  • Roma: firenze, pisa
  • Firenze: roma, pisa

Poi mettiamo tutte le altre (altri nomi di località, economici, accessori, molle...) nel gruppo inverse in liberia condivisa e automaticamente tutte le chiavi saranno in comunione tra le campagne. E' importante ricordare che queste parole chiave non saranno visibili nel menù parole chiave inverse per campagne, ma solo nella libreria condivisa!

 

 

Come si mettono le parole chiave inverse nella libreria condivisa


 

Srotolando il menù di sinistra e cliccando sul menù "Libreria condivisa" si può accedere ad un ventaglio di opzioni. Nel nostro caso la voce che ci interessa è "Parole chiave a corrispondenza inversa per la campagna".

Se è la prima volta che si usa la funzione apparirà un elenco vuoto nel quale campeggia prepotente un pulsante verde con scritto "+ Nuovo elenco di parole chiave a corrispondenza inversa".

 

Libreria Inverse

 

Al clic si srotola un modulo con due campi:

  • Nome elenco [...]
  • Parole chiave

Nome elenco è un parametro esclusivamente mnemonico. Più è semplice ed intuitivo, meglio ricorderete la sua funzione.

Parole chiave è il contenitore nel quale inserirete le inverse. Una volta compilato a gusto e necessità, dovrete cliccare su "Salva". Appena salvato comparirà diligentemente nella tabella sotto al pulsante, mostrando nome (cliccabile), numero parole chiave nell'elenco e numero di campagne abbinate.

Cliccando sul nome della campagna appare una nuova funzione, espressa nel tasto "Applica alle campagne".

Selezionando il tasto, un menù mostrerà l'elenco delle campagne alle quali abbinare l'elenco condiviso. E' sufficiente scegliere la o le campagne e poi cliccare su salva.

 

 

Considerazioni finali


 

Insomma... uno strumento utile, che fa risparmiare tempo e che quindi stimola la produttività. Ricordate infatti che spesso si tende a non generare campagne per problemi di tempo. Molte volte si sente dire "è un lavoro immane", ma in realtà è proprio dal lavoro "artigianale" che si consuma in campagna, che si ottengono i risultati migliori. E dove non c'è possibilità d'uso dell'AdWords Editor, la libreria condivisa diventa un prezioso alleato; senza considerare che comunque, dove l'intervento avviene in comunione, è utile a prescindere.

 

 

Link Help Center


 

Bio Andrea Testa

Lavoro in ambito web dal 1993 e da sempre mi occupo di indicizzazione e marketing. Dal 2005 affronto l'advertising online e l'indicizzazione con un'ottica prettamente SEM, dedicata cioè al Search Engine Marketing, comprese le sue attuali derivazioni legate ai Social Media. Dal 2012 sono docente di Web Marketing al Corso di Laurea Magistrale in Marketing Consumi e Comunicazione alla IULM di Milano.