284 utenti online in questo momento
284 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Gli aggiustamenti delle offerte nelle Campagne Display - #AWSeries

AdWordSeries

Sommario
Le campagne Display sono un mondo a sé. AdWords è vario... come varie sono le considerazioni che si fanno sui tipi di campagna. Ci sono situazioni che o si amano o si odiano. Ma probabilmente le Display, nel corso di questi anni sono quelle che hanno subito e/o goduto dei più grandi cambiamenti. Un motivo ci sarà...

Non solo aggiustamenti "potenziati"
Con aggiustamenti "potenziati" intendo quelli legati a dispositivo, località e pianificazione. Ricordate - doverosa premessa - che se dalla Display avete problemi dai clic derivanti dalle app smartphone, non dovete agire sugli aggiustamenti, ma potete semplicemente escluderli senza attingere alla riduzione dell'offerta, togliendo il posizionamento adsenseformobile....

Con le Display, possiamo contare anche sugli aggiustamenti a livello di targeting e cosa più importante, l'aggiustamento può essere fatto a livello di gruppo annunci. Questo significa che se all'interno della stessa campagna Display, abbiamo due gruppi che usano metodi di targeting diversi, potremo aggiustare singolarmente i targeting senza intaccare l'altro gruppo.
Naturalmente una modifica - per esempio - a livello di località (campagna), influenzerà comunque tutti i gruppi.

Quindi... se impostiamo +10% a livello di campagna per Milano e all'interno abbiamo due gruppi annunci, di cui uno con targeting per argomenti e l'altro per posizionamenti e scegliamo di modificare solo uno specifico argomento del primo gruppo, avremo una situazione di questo tipo:

CPC di esempio: 1€
Gruppo A > Argomenti Viaggi / Viaggi Aerei
Gruppo B > Posizionamento Sito 1 / Posizionamento Sito 2

Applichiamo il modificatore del +10% su Milano e quindi in caso di ricerca di utente in target Milano, l'offerta CPC salirà di +10% su tutti e due i gruppi e su tutti e quattro i targeting.

Ora... supponiamo che si decida che Argomenti Viaggi, dovrà avere un modificatore di +10%.
Questo significa che se l'utente non si trova a Milano, il CPC del Gruppo A > Argomenti Viaggi, sarà 1,10€ e 1€ sugli altri 3 gruppi.
Se l'utente invece si trova a Milano, sarà 1,21€ su Gruppo A > Argomenti Viaggi e 1,10€ sugli altri 3 gruppi.

In pratica per Argomenti Viaggi succederà questo:

Offerta CPC base: 1€
Aggiustamento Milano: 1€ + (1€ x 10%) = 1,10€
Aggiustamento Argomento Viaggi: 1,10€ + (1,10 x 10%) = 1,21€

Niente di nuovo?
Bhé... se la sensazione è che non sia niente di nuovo rispetto alla Search, ci sbagliamo, perché dobbiamo assolutamente prestare attenzione alle infinite combinazioni portate proprio dalla possibilità di modificare l'aggiustamento a livello di targeting. Questo, rende diverso il sistema!


Infatti, abbandonando l'aggiustamento a livello di campagna, possiamo quindi lavorare sulle combinazioni negli stessi gruppi, dove convivono per esempio due tipi di targeting diversi.

 

001.png


Questo vuol dire, che senza costringerci ad alzare l'offerta CPC globalmente, se notiamo un argomento, un posizionamento o un interesse che rendono particolarmente bene, possiamo tranquillamente aggiustarne il costo, per poi farlo interagire con gli altri, compresi i target demografici.

 

002.png



Combinazioni infinite
Ricordiamo anche che attraverso la visualizzazione delle combinazioni demografiche, avremo una visione completa di come si comportano i "tre" sessi (intendo sconosciuto compreso...) nelle diverse età e status.
Questo è utile anche perché se ci accorgiamo che donne di fascia di età diversa da quella degli uomini, performano diversamente, può valer la pena dividere in due gruppi distinti operando in uno con un sesso+età e nell'altro con altre combinazioni. Diciamo esattamente come succede per le parole chiave quando si spostano tra gruppi, quando ci accorgiamo che hanno bisogno di spazio o lavorano particolarmente bene con un determinato annuncio.
Ricordiamo inoltre che per un quadro visuale migliore, la sezione Rapporti ci viene in soccorso, consentendoci di creare incroci tra dimensioni e metriche, in modo da avere un quadro visivo particolarmente incisivo dal punto di vista della comprensione delle performance.

 

003.png



Conclusioni
Più che una conclusione, un appunto. Non sempre sono visibili di default gli aggiustamenti, quindi ricordatevi che se non li vedete nelle colonne, basta che li attiviate con l'apposito pulsante di modifica del tipo di offerta.

 

004.png

 

In questo modo passerà da quella ereditata dalla campagna, alla sua versione aggiustata!

 

005.png

Collegamenti utili

Bio Andrea Testa

Lavoro in ambito web dal 1993 e da sempre mi occupo di indicizzazione e marketing. Dal 2005 affronto l'advertising online e l'indicizzazione con un'ottica prettamente SEM, dedicata cioè al Search Engine Marketing, comprese le sue attuali derivazioni legate ai Social Media. Dal 2012 sono docente di Web Marketing al Corso di Laurea Magistrale in Marketing Consumi e Comunicazione alla IULM di Milano.