422 utenti online in questo momento
422 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Il più bell'annuncio del Reame

Sommario


 

AdWords, AdWords delle mie brame, quale è il più bell'annuncio del reame? Eh... chi lo sa. CTR, conversioni, asso piglia tutto. Poi alla fine il brutto anatroccolo si trasforma in cigno, arriva il cacciatore e uccide Biancaneve.

 

 

Dati reali su annunci reali


 

Non è proprio così, ma il succo, adesso che concludo il discorso, sarà chiaro. Spesso si parla di best practice sugli annunci, ma quando poi si vanno a definire le regole o i trucchetti per avere performance migliori, gli annunci vengono offuscati, sfumati, trasformati in geroglifici. Risultato, nessuno capisce mai che fare e si cade nel tranello. Si fanno annunci che performano esattamente all'opposto di quanto il criptico autore aveva decantato.
Ora... siccome è abbastanza normale, purtroppo, devo smentire Yoda e nel monocromo campo del "Fare o non fare, non c'è provare", il mio consiglio, privo della saggezza dei 900 anni del maestro Jedi, è quello di seguire il caso reale qua sotto, ma di provare, provare, provare e trovare la giusta dimensione.
Il dato sicuro, e concretamente pragmatico, è che gli esempi qua sotto sono veri. Appartengono alla mia azienda e si riferiscono a campagne con qualche giorno di vita, ripartite sul sito web nuovo.

 

 

Vediamole col solo piacere / dovere di cronaca


 

Campagna Marketing > Gruppo annunci Digital Marketing
I due titoli:
Blubit Agenzia Marketing / Blubit Digital Marketing
non portano variazioni di CTR evidenti.
La seconda riga di descrizione invece ha dati interessanti:
"Più di 20 anni di Vita nel Digital" perde contro "affrontare il Web a 360°. Scoprici!" Il numero centrale e la call to action, vincono con un CTR superiore di quasi +1.5%.
Perde miseramente l'URL di visualizzazione col dominio stand alone (blubit.com), che si busca un CTR, con un 1,33% mediocre.

La presenza di /digital-marketing/ nell'URL di visualizzazione è preferita.
Il CTR ha oscillazioni nervose dal più alto al più basso, ma sono stabili la posizione media (oscilla da 1,5 a 1,7) e il CPC medio a 2,67€. L'annuncio che performa peggio però ha un CPC di 4,45€. Quasi un euro in più!

 

 

Nel gruppo annunci Web Marketing
www.blubit.com e blubit.com perdono con CTR bassi rispetto alla controparte identica con /web-marketing/. Anche più dell’1% di CTR di differenza.

 

 

Campagna AdWords, con Gruppo "Consulenza"
L’interrogativo nel titolo, impersonale poiché senza nome azienda ha un CTR al 15,62%. Senza interrogativo, ma col nome dell'agenzia, andiamo al 14,29%.
Niente interrogativo e niente Blubit, abbassano il CTR a 8,70%. Nessuna variazione sul CPC, ma posizione media decisamente più bassa (3.0 punti in meno).

 

 

Conclusioni


 

Ecco... senza discutere se i dati sono buoni o meno... in community siamo tutti fenomeni no? Smiley Felice Mi premeva solo dare esempi veri, senza maschera.
Fatene buon uso e spero che avrete voglia di condividere qualche vostro risultato!

Bio Andrea Testa

Lavoro in ambito web dal 1993 e da sempre mi occupo di indicizzazione e marketing. Dal 2005 affronto l'advertising online e l'indicizzazione con un'ottica prettamente SEM, dedicata cioè al Search Engine Marketing, comprese le sue attuali derivazioni legate ai Social Media. Dal 2012 sono docente di Web Marketing al Corso di Laurea Magistrale in Marketing Consumi e Comunicazione alla IULM di Milano.

Commenti
da Antonio Tresca Community Manager
in data ‎11-06-2015 17:10

Strainteressante Andrea! Grazie di aver condiviso questi dati con noi. Smiley Felice

da Rosserva
in data ‎11-06-2015 21:32

Andrea, scusa, il discorso è interessate, ma se allarghiamo la finestra di analisi a più di 5 minuti (dai dati credo si tratti di un solo giorno), come cambiano le cose? Cambiano? Sono l'ultima degli asini eh, ma confrontare un annuncio con CTR del 15% con uno dell'8% quando hai 30 impressioni mi sembra poco utile, così come l'abbozzare delle ipotesi sulla base di questi numeri.

 

Smentiscimi Smiley Felice sono divertenti i nostri siparietti Smiley Felice

da Andrea Testa Collaboratore Principale
in data ‎12-06-2015 09:59

lol

No dai... io trasferisco i miei segreti e tu mi bacchetti... Smiley Strizza l'occhio

Scherzi a parte, il cubaggio di quelle parole chiave e relative query è vicino al 100% di QI su 10 giorni. Quindi sono volumi pari a (ca) 1/3 del volume mensile.

A ogni modo confermo che hai ragione, è sempre opportuno valutare volumi più violenti di quelli che ho mostrato. Penso che comunque quanto scritto e illustrato, possa offrire spunti di riflessione.

 

Andrea

da JVB Astri Nascenti
in data ‎12-06-2015 21:32

Ciao Andrea, in effetti il tuo caso mi ha dato qualche spunto per riflettere.

 

Accetto il tuo invito e ti giro anche il mio caso*, è datato, quindi lascia il tempo che trova :-) credo sia cmq interessante. Parliamo di quando i coupon si potevano usare ancora senza i 25€ iniziali.

 

Nell’annuncio si poteva usare la parola “Gratis” in modo efficace ..ne avevo 5 o 6 tutti simili all’esempio sotto, in un unico gruppo:

 

{KeyWordSmiley Linguaosizionamento siti web}

Sito in 1° pagina in 1 giorno.

Prova Gratis, Poi Decidi, Chiamami!

posizionamento-siti-internet.org

 

L’obiettivo di conversione era il lead con compilazione del form di richiesta. La landing page di allora (sez. contatti del sito) rispettava la promessa degli annunci, ovvero offriva una consulenza e una prova gratuita senza alcun impegno e senza alcun costo iniziale. La landing page di oggi è identica, c’è solo l’aggiunta dell’info sui 25€ di investimento iniziale per fare la prova.

 

Impostazioni Campagna: solo rete di ricerca, Italia, offerta cpc automatica limite a 1€

 

come dicevo un gruppo, con una ventina di kw in corrispondenza generica, a frase ed esatta.. di seguito i dati di luglio 2011

 

http://i.imgur.com/OHCaNQF.png

 

I dati in tabella sembrano inverosimili :-)

 

non soffermiamoci sul fatto che all’epoca c’erano meno competitor, il costo per clic era inferiore, si usavano parole differenti da quelle che si usano oggi.. e tante altre cose che si potrebbero andare a considerare in tal senso. Quello che credo interessante è questo:

 

  • abbiamo una campagna con un solo gruppo che ha convertito tanto.. come nessun’altra dopo :-(
  • le kw avevano diverse corrispondenze ed erano differenti anche in termini di pertinenza, insieme hanno cmq registrato una performance davvero soddisfacente.
  • il CTR  basso.. ma ha funzionato lo stesso.
  • la posizione media altrettanto bassa.
  • Il punteggio di qualità delle kw sotto la media desiderabile.
  • no comment invece sul tasso di conversione, esagerato.

 

E' stato davvero un ottimo risultato.. però non tutto è andato bene:

 

il target raggiunto e che ha inviato le richieste era composto da piccoli imprenditori e professionisti che a quei tempi sapevano poco o niente di AdWords.. salvo per le cartoline/coupon che arrivavano a casa. Il contenuto nella Lp efficace e coinvolgente e (o ma) in linea proprio con quel target.

 

La mia risposta alle query era: “Vuoi provare Gratis?” la loro ovviamente:  “si”

 

La migliore kw quel mese è stata “vendere su internet” e "posizionamento siti internet" --> se pensiamo all’annuncio visualizzato “Prova Gratis, Poi Decidi”, ed alla CTA nella landing page con lo stesso contenuto, il risultato numerico sui lead ottenuti ci può stare.. peccato che di tutti solo pochi si siano trasformati in clienti che continuo a gestire.

 

Una buona parte finita la prova “gratuita” si è fermata, e per quanto i risultati raggiunti fossero andati oltre le aspettative, qualcosa non ha funzionato in termini di revenue (ma questa è un’altra storia)

 

*a me è piaciuto presentarlo così, leggerei volentieri il tuo/vostro punto di vista, ciao ;-)

da Andrea Testa Collaboratore Principale
in data ‎15-06-2015 09:11

Il problema è centrato.

Per un'analisi estesa è opportuno ragionare in termini di conversioni e di quali parole chiave hanno attivato l'annuncio. Come poi ho scritto in altre sedi, ormai il CTR è una metrica debole se presa da sola. La presenza del termine "gratis" è un ago della bilancia importante, ma se da una parte promette di caricare di lavoro, dall'altra potrebbe portare solo clienti che una volta ottimizzata la campagna, scappano.

A ogni modo questi spunti di riflessione sono davvero interessanti e grazie di averli condivisi!

 

Andrea

da navacasa
in data ‎23-06-2015 17:09
da JVB Astri Nascenti
in data ‎23-06-2015 21:24

:-) più o meno è la stessa cosa

da giuseppe c
in data ‎28-06-2015 15:46

Volevo ringraziare e fare i complimenti ad AndreaTesta e JVB per i contributi.

Una domanda a JVB, guardando lo screenshot dell'andamento delle tue keywords, è una strategia valida inserire kw con varianti così simili in corrispondenza a frase come "posizionamento motori di ricerca" e "posizionamento sui motori di ricerca"?.

Grazie e ancora complimenti!

Buon lavoro.

 

da JVB Astri Nascenti
in data ‎28-06-2015 19:15

Ciao Giuseppe, la mia prima risposta (forse banale) è questa: ogni strategia può essere considerata valida se si ottengono i risultati desiderati.

 

Faccio una premessa, l’esempio riportato in tabella mostra i dati di qualche anno fa, periodo in cui mi piaceva (e mi piace ancora) testare soluzioni diverse, ad es. campagne con un solo gruppo e kw in ogni corrispondenza, con varianti simili.. o con kw non strettamente pertinenti. Era solo un test, e stava funzionando, anche se buona parte degli indici di rendimento non erano quelli ottimali.

 

Le best practice e molti contenuti sul web che trattano l’argomento ora ci dicono che dobbiamo essere molto più pertinenti, strutturare tante campagne per ogni tipologia di kw, altrettanti gruppi e annunci, per ogni corrispondenza, e forse anche con kw a frase in variante molto simile.. per dare una seconda risposta sulla validità di inserirle direi che anche in questo caso è possibile che lo sia.

 

Personalmente oggi i risultati migliori li registro strutturando campagne con gruppi e kw molto pertinenti, ma inserendole anche nelle diverse corrispondenze, e senza aver timore di aggiungere qualche generica che potrebbe funzionare, non mi capita più o quasi mai di utilizzare varianti simili di parole chiave in corrispondenza a frase.

 

E’ un bell’argomento, grazie a te di aver postato la domanda.

 

ciao,

Vincenzo