355 utenti online in questo momento
355 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

L'aggiustamento delle offerte sulla Località - #AWSeries

AdWordSeries.png

L’ aggiustamento delle Offerte” è senza dubbio uno degli aspetti principali nell’ambito delle attività

di ottimizzazione di una campagna Adwords.

 

In generale, infatti, questo tipo di interventi sulle campagne che si aggiungono agli “interventi

classici” diretti sui CPC Max di Keywords e Gruppi di annunci, permettono di regolare la visibilita’

delle campagne in base a elementi che caratterizzano in forma avanzata e “trasversale” gli utenti:

in base al dispositivo che utilizzano, al giorno e all’ora in cui effettuano la richiesta e appunto in

base alla località “in cui si trovano”.

 

Analizzare i dati di una campagna in funzione dei diversi target geografici in cui si è sviluppata può

dare infatti risultati sorprendenti in termini di “differenze di risultato” (Conversioni, Transazioni, tassi

di conversione, ma anche più semplicemente CTR o CPC o quale che sia la metrica “sotto osservazione”) che fanno spesso emergere con chiarezza la necessità di poter intervenire sulla frequenza di visibilità degli annunci di una campagna a livello di “località”.

 

Ovviamente si possono avere diverse campagne per diversi target geografici, cosa che poi permette di gestire budget e CPC Max in forma differenziata ma è normale avere strutture di campagne che insistono, per esempio, su interi paesi/nazioni ed è proprio in questi casi che l’aggiustamento di offerta per località può essere uno strumento molto interessante. La funzione permette infatti di differenziare il CPC Max in forma percentuale (da un -90% a un +900%) per regioni, città o specifiche località impostate a livello di target geografico, all’interno di una stessa Campagna.

 

Vediamo quali possono essere i passi per utilizzare in maniera efficace le funzioni di aggiustamento offerta per località:

 

 

- Passo 1. Impostare i Target Geografici in funzione dell’aggiustamento offerte per località

_____________________________________________________________________________

 

Se si vuole lavorare su una campagna con i modificatori di offerta per località è importante impostare in maniera “intelligente” i target geografici: se si realizza una campagna su tutta l’Italia, per esempio, ma si pensa di voler poi affinare il CPC Max a livello di regioni e/o città, allora sarà necessario inserire non solo “Italia” come target geografico, ma anche tutte le regioni italiane o una lista di città e province, in modo da poter “ritrovare” poi i differenti target geografici impostati a livello località al momento di definire gli aggiustamenti delle offerte. Oppure utilizzare tutte le funzioni offerte dalla ricerca avanzata dei target geografici per definire più zone differenziate.

 

TIP: si possono creare anche zone specifiche “intorno” alle proprie “estensioni di località” (o indirizzi di Google My Business) per poi poterle utilizzare come “zone” su cui aggiustare offerte e realizzare aggiustamenti per utenti che si trovano nei pressi delle filiali di una azienda ad esempio (nella “ricerca avanzata” del target geografico, seleziona “gruppi di località’ “ e nel menu a discesa "Scegli un tipo di gruppo di località", seleziona “Le mie località, poi è possibile inserire il raggio a cui vuoi rivolgerti intorno a ciascuna località).

 

 

- Passo 2. Analizzare i risultati per “località” e realizzare “l’aggiustamento”

_____________________________________________________________________________

 

Selezionando una Campagna, poi “impostazioni”, “località“, si accede al report che ci permette di analizzare i risultati secondo i differenti “target geografici” impostati per la campagna.

 

TIP: nel caso non si abbia realizzato precedentemente questo “passo” è possibile comunque verificare dettagliatamente dati per località attraverso la funzione “visualizza rapporti per località”.

Se si ha ha disposizione un volume di dati significativo è quindi possibile osservare le zone e le località che hanno realizzato le migliori e le peggiori performance e si può quindi procedere a realizzare aggiustamenti sull’offerta di CPC Max, semplicemente intervenendo nell’apposita colonna presente nel report.

 

La funzione permette di “aumentare” o diminuire” in percentuale l’offerta per ciascuna località presente.

 

Occhio! Gli aggiustamenti sulle offerte sono “cumulabili”! Bisogna quindi prestare attenzione: se si ha infatti, per esempio, un CPC Max impostato di 1euro, una offerta di un +50% sulla località Firenze, ma anche un offerta di un +20% la domenica, l`offerta finale che avremo la domenica per ricerche da Firenze, sarà di 1€ + (1€*50%)= 1.50€, quindi 1.50€+(1.50€*20%)= 1.80€.

Nel caso invece che si realizzino più aggiustamenti su una stessa località (per esempio + 40% Toscana e

+30% Firenze) viene applicato solamente l’aggiustamento per la località più specifica (in questo caso il

+30% di Firenze).

 

TIP: E’ possibile analizzare facilmente le differenti eventuali variazioni di offerta che esistono in una stessa campagna, utilizzando lo strumento “calcolatrice” presenta nella colonna (personalizzata) “Aggiustamenti delle Offerte Attive”, presente nella vista “tutte le campagne”/ “impostazioni” / “Tutte le impostazioni” (se non la trovate è possibile che sia necessario aggiungere la colonna.

 

 

- Limiti nell’utilizzo degli “aggiustamenti di offerta” per località

_____________________________________________________________________________

 

Gli aggiustamenti di offerta per località non si possono utilizzare nelle campagne di tipo “solo rete di ricerca – standard” ne’ in quelle di tipo “Rete di ricerca con selezione display – standard” (è necessario infatti attivare campagne con “Tutte le funzioni”).

 

Inoltre non è possibile utilizzarli anche nei casi in cui si abbia attiva o “l’offerta automatica del CPC Max” o lo “strumento per ottimizzare le conversioni” .

 

 

- Link di approfondimento

______________________________________________________________________________

Informazioni sugli aggiustamenti delle Offerte:

https://support.google.com/adwords/answer/2732132

 

Aggiunta o Rimozione di un Aggiustamento delle Offerte

https://support.google.com/adwords/answer/6262954?hl=it&ref_topic=3122863

 

Risoluzione dei problemi relativi agli aggiustamenti delle Offerte

https://support.google.com/adwords/answer/6262955?hl=it&ref_topic=3122863

Bio Nicola Briani

Esperto Web Marketing , vive e lavora in Messico, dove é socio fondatore di Adview.mx, agenzia di Mktg digitale italo-messicana del gruppo Adacto. “Adwords Certified Individuals” e Google Analytics Individual Qualification (IQ), con piu’ di 15 anni di esperienza, passione e studio in Internet Marketing, crede nella “condivisione” delle esperienze come la miglior forma …per non smettere mai di imparare! Insegna “Marketing Digitale" presso l’Universitá TEC de Monterrey, campus Guadalajara.

Commenti
da Gaetano Trap Collaboratore Principale
in data ‎12-02-2016 17:51

Ciao Nicola.

Articolo molto interessante.

Tra i limiti nell'utilizzo aggiungerei anche il fatto che la localizzazione tramite IP utilizzata da Google non è sempre precisa (io sono a Napoli ma con la LAN dell'azienda esco a Terni e, quindi, Google mi localizza a Terni).

Questo significa che la targetizzazione per località può riservare delle sorprese e la sua efficacia è - evientemente - inversamente proporzionale alla estensione della zona target: se ho un negozio di scarpe e targetizzo per tutte le persone che si trovano in un raggio di 2km, corro il rischio di avere troppe poche persone (o troppe che non sono nel traget) raggiunte dall'annuncio.

Gaetano

da Nicola B Collaboratore Principale
‎17-02-2016 20:18 - modificato ‎17-02-2016 21:31

Ciao Gaetano, grazie del contributo e della precisazione...  e' bene comunque ricordare che l'ubicazione dell'utente usata da Google per indirizzare la pubblicazione o meno di annunci con target geografici impostati, dipende da piu' fattori:

- l'IP  di navigazione come da te indicato

- il dominio "google" usato per la ricerca (google.it, google.de google.com.mx, ecc ecc) che quindi puo' definire la localita' a livello "nazione" a prescindere dall'effettiva localita' in cui si trova l'utente

- La query di ricerca fatta dall'utente (che potrebbe includere "richieste di interesse"  su localita' specifiche.. tipo se da Terni si cerca un "parrucchiere a Napoli" l'annuncio di una campagna localizzata su Napoli o Campania potrebbe uscire lo stesso)