277 utenti online in questo momento
277 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Non ho conversioni, che devo fare? [1ª Parte]

Definizione di conversione

 

Quando parliamo di conversione o obiettivo, sicuramente stiamo parlando di una delle parti più interessanti della nostra strategia di marketing e affinché si realizzi una conversione nel nostro sito web, deve essere anzitutto creata, implementata e poi analizzata.

 

Ad esempio se abbiamo un negozio online di biciclette, la nostra conversione principale sarà l’acquisto di una bici e/o un accessorio.Se abbiamo una web di servizi, esempio Consulenze, la conversione principale è la contrattazione di una delle prestazioni e se abbiamo un Blog, la conversione principale sarà la lettura di uno dei nostri post, il download di un ebook , lo“share” nei social media o una registrazione nella newsletter.

Esistono tantissime tipologie di conversioni e tutte mirano al raggiungimento di un obiettivo.

 

Quante conversioni possiamo ottenere?

I grandi guru del marketing digitale hanno diviso le conversioni in due gruppi: Micro-Conversioni e Macro-Conversioni. Andiamole a scoprire insieme.

 

Micro-Conversioni, piccoli passi che ti portano al successo.

Ho conosciuto moltissime persone che non hanno le idee chiare sul corretto funzionamento delle conversioni/obiettivi/eventi di Google Analytics e sulla sua corretta configurazione.

Quando creiamo un nuovo sito web dobbiamo sempre avere ben chiaro il nostro obiettivo principale anche se focalizzarsi solo su questo è un errore in quanto potremmo tralasciare altri dati importanti.

Gli altri dati, appunto, possiamo definirli come “micro-conversioni”,  cioè sono tutti gli eventi che andiamo a studiare ed analizzare nel nostro sito web. Si tratta di piccoli obiettivi come comportamenti tipici e atipici degli utenti, azioni che devono compiere nelle nostre categorie, pagine principali o sottocategorie:

 

-          Visita di più di 1 minuto

-          Visita di 10 pagine o più

-          Richiesta mostra di un prodotto

-          Registro nel sito web

-          Sottoscriversi a un feed di notizie RSS

-          Visita a un prodotto o servizio

-          Click su un banner

-          Aggiungere prodotti al carrello

-          Interagire con le foto

-          Leggere un post

 

Cioè dobbiamo “tracciare” tutto ciò che è possibile tracciare. Qui ovviamente dobbiamo avere qualche conoscenza di programmazione (HTML,PHP,CSS minimo) per poter creare gli eventi o utilizzare il Google Tag Manager (sempre con l’aiuto di un programmatore) per poi in Analytics analizzare.

 

Macro-Conversioni, segmentare il nostro pubblico obiettivo.

 

Effettivamente le micro-conversioni sono importantissime in Analytics e per le campagne in Adwords per capire da una parte se lo stesso sito web sta rispondendo adeguatamente alle aspettative dei nostri clienti, e dall’altra perchè ci aiuta a capire eventuali errori della nostra strategia di marketing ed eventualmente ad ottimizzare meglio le nostre campagne.

 

Ricorda che senza una strategia ben definita, tanto a corto che lungo termine, non andiamo da nessuna parte.

 

Le macro-conversioni sono il passo successivo, e possiamo considerarle come quelle che si traducono in “denaro” quali acquisto in un e-commerce, download, form di contatti, chiamata telefonica.

Se da una parte gli “eventi” ci aiutano a capire se il cliente che arriva interagisce con il sito web in maniera positiva e magari ritorna, l’obiettivo principale si compie grazie a questi.

 

E adesso?

L’ultima parte tocca a voi!

Studiate il vostro sito web, il vostro target, la vostra concorrenza e il vostro mercato. Create una strategia  di marketing  (SEO, Social Media, Affiliazioni, CPC, Video, Apps) e per ognuna elencate  le possibili micro-conversioni che portano alle macro-conversioni giá non dovrebbe essere un problema e quindi non avete scuse.

 

Nel prossimo articolo, presenteremo una Case history su  due Campagne AdWords: una  senza obiettivi e una con obiettivi e risultati.

 

Grazie a tutti!

 

Dal 2008 gestisco account da piccole aziende locali a multinazionali europee. Vivo tra la Europa e Sudamerica.Prossimi obiettivi consolidarmi nel mondo della moda e settore luxury dove gestisco differenti siti e brand. Docente Digital Marketing alla Camara di Commercio di Madrid e Associazione Imprenditori. Partners e formatore di AdWords e Analytics. Cerco di aiutare a tutti e di avvicinarsi a questo mondo "scuro e tenebroso" Hobbies? anche quelli...famiglia e la mia bdc.

Commenti
da Collaboratori Principali Alumni Enza Maria S Collaboratori Principali Alumni
in data ‎26-05-2014 15:35

Ciao Marco, 

grazie mille per il tuo contributo. 

Vi ricordo che lunedì prossimo 2 giugno pubblicheremo il secondo articolo relativo al tema conversioni. 

Stay tuned! Smiley Felice

da Marco R
‎26-05-2014 16:10 - modificato ‎26-05-2014 16:10

Grazie a tutti voi!

da Daniele SCW
in data ‎26-05-2014 16:20

Ciao Enza,

 

leggendo il bel contributo di Marco mi è venuto in mente un suggerimento...

 

Non sarebbe carino, stabilire "il grado" in cui ubicare gli interventi su vari livelli (es. Base, Avanzato etc) in modo da poter aiutare, sopratutto i nuovi inserzionisti, a scegliere quali argomenti trattare per primi per evitare che "si spaventino" data la complessità di alcuni argomenti trattati ed evitare che vengano "scottati" o si sentano fuori luogo e non ritornino più a navigare in queste pagine.

 

Spero di esserti stato utile

 

a presto


Daniele

da Collaboratori Principali Alumni Enza Maria S Collaboratori Principali Alumni
in data ‎26-05-2014 16:27

Ciao Daniele, certamente. 

 

Possiamo pensare di creare una sezione dedicata a livello base/avanzato e man mano raccogliere lì gli articoli. Un'altra possibilità potrebbe essere quella di inserire per ogni articolo o contributo la dicitura base/medio/avanzato all'inizio dell'articolo.

 

 

Enza

da Daniele SCW
in data ‎26-05-2014 16:34

Certo Enza sarebbe sicuramente un'ottima idea quella di "etichettare" gli interventi, avevo pensato ad una sezione dedicata in modo da poter "filtrare" il tipo di utente che accede alle pagine in modo che non visualizzino solo determinati argomenti ma possano scegliere l'argomento o il livello a loro più congeniale

 

Grazie per la tua disponibilità e cortesia

 

Daniele