AdWords ora si chiama Google Ads. Il nuovo nome riflette l'ampia gamma di opzioni pubblicitarie che offriamo per la rete di ricerca, la Rete Display, YouTube e altre piattaforme. Scopri di più

162 utenti online in questo momento
162 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Obiettivo: Voglio essere 1º vs la concorrenza

C’è una domanda in particolare che va di moda tra nostri clienti, e anche letto molte volte nella community. Non solo freelance, ma anche i diretti responsabili che a volte ci chiedono, ci supplicano, quasi come se fosse l’unico obiettivo principale.

 

La domanda in questione è Il nostro Obiettivo: Voglio essere 1º vs la concorrenza!

 

Sì, è vero, essere primi da più possibilità di ricevere un click e dunque conversioni, si stima che le prime tre posizioni si possa ottenere un 50% in più di click vs le altre posizioni laterali. Tra l’altro la posizione TOP è privilegiata, rispetto ai restanti risultati organici.

Molte delle risposte date nella community sono state quelle di verificare tantissimi fattori e avere in considerazione tanti eventi ed obiettivi, e non solo guardare come unico obiettivo la posizione nº1, sembra che AdWords abbia considerato questa domanda molto importante ed infatti ci porta una novità.

 

Si tratta della nuova strategia “Quota superamento target”


Captura de pantalla 2014-11-18 a la(s) 09.45.01.png

Praticamente questa nuova strategia di offerta ci consente di aumentare l’offerta ed ottenere una spinta in più verso la nostra concorrenza diretta, durante l’asta di una stessa query.



Per configurarla, dobbiamo andare in Libreria Condivisa / +Strategia di Offerta e scegliere l’opzione Quota superamento target.



Una volta selezionata, ci chiedere di inserire un dominio di riferimento per il quale vogliamo “giocare”.




Questo dominio possiamo sceglierlo mediante il menù o inserirlo manualmente


Captura de pantalla 2014-11-18 a la(s) 09.47.56.png

 

 

Per difetto ci indicherà i primi dieci domini del nostro settore con più quota percentuale di concorrenza. Se vogliamo vedere tutta la nostra concorrenza, allora dobbiamo ritornare al Rapporto informativo sulle aste che è visibile dal livello di campagna o gruppi di annunci,


Captura de pantalla 2014-11-18 a la(s) 09.48.31.png

 

Qui il link per interpretare nei migliori dei modi questi dati.



Se non ci fosse il nostro competitor per il quale il nostro cliente vuole ottenere la posizione più alta, possiamo aggiungerla manualmente , nel campo URL situato in basso dello stesso Dominio Benchmark

 

Dopodichè, il sistema ci indicherà di inserire la Percentuale della quota di target

 

Questa quota che inseriamo, sarà la percentuale dell’offerta dell’asta nel quale vogliamo situarci al di sopra del nostro competitor scelto (appunto la url o dominio selezionato precedentemente).



È ovvio che quanto più la quota percentuale è alta, più budget spenderemo per raggiungere quel target. Infatti dobbiamo considerare prima di scegliere una strategia di offerta flessibile, una serie di fattori, la tipica checklist per considerare l’efficacia di dover utilizzare questa strategia o no.

 

Comunque, se il nostro responsabile o cliente ci chiede in tutti i modi di ESSERE PRIMI rispetto a Tizio e Caio, già abbiamo uno strumento in più per mostrargli che è possibile farlo! Tutto sommato, era quello che voleva il cliente, no?


E tu, cosa ne pensi di questa nuova funzionalità?

0 Mi piace

Dal 2008 gestisco account da piccole aziende locali a multinazionali europee. Vivo tra la Europa e Sudamerica.Prossimi obiettivi consolidarmi nel mondo della moda e settore luxury dove gestisco differenti siti e brand. Docente Digital Marketing alla Camara di Commercio di Madrid e Associazione Imprenditori. Partners e formatore di AdWords e Analytics. Cerco di aiutare a tutti e di avvicinarsi a questo mondo "scuro e tenebroso" Hobbies? anche quelli...famiglia e la mia bdc.

Commenti
da Rosario A
in data ‎04-03-2015 09:17

Sicuramente è una funzionalità interessante, ritengo però che si possa presentare il rischio di avere un sistema "dopato" è che se due domini utilizzano la quota di superamento target, la strategia porta a un aumento dell'offerta di ogni dominio.

 

Qual'è la tua opinione?