207 utenti online in questo momento
207 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Quale annuncio rende di più? Quando 2+2 fa 5

Sommario



Quanto vale la pubblicazione di un annuncio?
L’annuncio con il tasso di conversione più alto e il costo per conversione più basso è quello più performante?
Come spesso accade, anche con AdWords, la realtà è diversa da come appare... ma non possiamo saperlo finchè non testiamo e non misuriamo i dati!


Un esempio pratico



Non sempre è possibile attivare la Rotazione Automatica degli Annunci e ci troviamo a testare annunci con una percentuale di pubblicazione diversa.

In questo caso per esempio, ad una prima variante d’annuncio, già attiva da qualche tempo, ne ho aggiunta una seconda, per verificare se una diversa creatività potesse portare a miglioramenti nella performance.

Dai rapporti di Google Analytics vedo che i miei due annunci hanno avuto questo rendimento:


L’annuncio 2 sembra di essere il “vincente” (intervallo di confidenza statistica del 98%)

  • miglior CTR
  • miglior Tasso di Transazione
  • Costo per Transazione più basso


Ehi, è fantastico, confortata dalla statistica, posso essere ragionevolmente sicura che l’annuncio 2 mi porterà ad una performance migliore per il mio annuncio!

Ma siamo proprio sicuri?

A ben vedere, l’annuncio 2 ha ricevuto solo un terzo delle impressioni rispetto all’annuncio 1. E se avessero registrato lo stesso numero di pubblicazioni, ci sarebbero state delle differenze?

Ogni impressione dell’annuncio è una chance di conversione (in questo caso transazione): L’utente che acquista, comincia sempre il processo d’acquisto da una query, fa la sua ricerca, vede il mio annuncio, clicca ed entra nel sito e, mi auguro, acquista. Tutto comincia dalle impressioni. E nel report sopra, tra una variante e l’altra c’è una differenza di 2.215 impressioni!

Mi serve una metrica che descriva l’interazione di query, annuncio, landing page in ottica conversioni.

Al report sopra aggiungo tre colonne:

  1. il profitto: [entrate-costi] non considero in questa fase la marginalità sui prodotti
  2. il profitto per 1000 impressioni: [ profitto/impressioni]*1000
  3. il profitto per clic: [profitto/clic]


I risultati sono riportati nella figura


A questo punto la prospettiva cambia in modo devastante!!!! Se gli annunci fossero stati pubblicati lo stesso numero di volte... Il primo sarebbe stato l’assoluto vincitore.


L’avreste mai detto con un’occhiata distratta?


Bio Rossella Cenini

Un pò Psicologa un pò Sem... e la differenza fra i due non è così grande! Obiettivo: Capire gli utenti per farli convertire di più. E per chi come me si occupa prevalentemente di e-commerce è una bella sfida! ...E a me piace vincere.