175 utenti online in questo momento
175 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Ritorno sulla spesa pubblicitaria - #TheGooglerPost

Buongiorno amici della Community,

 

mi chiamo Antonello e sono entusiasta di prendere parte al secondo appuntamento della nuova Rubrica per la Community di AdWords: “The Googler Post”, uno spazio dove ogni settimana un membro dello Staff di Google condividerà con voi suggerimenti e spunti relativi ad AdWords.


original.png

 

Nome: Antonello

Le mie parole chiave: Sperimentazione, Ottimizzazione, Crescita

Non direste mai che… Parlo Polacco (Ja mowie po polsku)

 

Molti utenti dicono che Adwords è diventato uno strumento sempre meno profittevole rispetto al passato. Ma quanti sono a conoscenza di una strategia che ci permette di impostare un ritorno sulla spesa pubblicitaria??

Ebbene si, il Target ROAS (Return On Ad Spend) ci permette di fare tutto ciò. Non è una nuova strategia (visto che è stata presentata 2 anni fa) ma pochi utenti la utilizzano.

 

Che cos’è il Target ROAS?

Il ritorno sulla spesa pubblicitaria (Target ROAS in Inglese) fa parte della famiglia delle strategie flessibili. Ci permette di impostare automaticamente le offerte in modo da ottimizzare il valore delle conversioni, ma allo stesso tempo, raggiungere il ritorno sulla spesa pubblicitaria.

 

Esempio: il tuo obiettivo è un valore di vendita di 5€ per ogni euro investito in pubblicità. Dovrai quindi impostare un Target ROAS del 500%, ciò vuol dire che per ogni euro investito in pubblicità, desideri ottenere un guadagno quintuplo.

 

“Mmm...interessante. Ma Come funziona?”

 

Simile al CPA o il CPC ottimizzato, il Target ROAS funziona nel seguente modo:

 

  1. L’algoritmo di Adwords guarda in tempo reale lo storico delle conversioni all’interno dell’account
  2. Stima il valore delle conversioni di ogni asta idonea basandosi su differenti segnali
  3. Aggiusta l’offerta in tempo reale basandosi su determinate stime

 

Il bello di questa strategia è appunto l’utilizzo di informazioni in tempo reale, ad esempio dispositivo, browser, località e ora del giorno, per rettificare le offerte nelle aste dell'annuncio.

 

“Ok, posso implementarlo nel mio account?”

 

Certamente, bisogna solo soddisfare i seguenti requisiti:

 

  • Impostare il valore delle conversioni che stai monitorando.
  • Avere uno storico di almeno 15 conversioni negli ultimi 30 giorni nella campagna/gruppo di annunci in cui si vuole utilizzare questa strategia

 

La cronologia delle conversioni aiuta il sistema ad effettuare delle previsioni più accurate. Quindi, più dati abbiamo a disposizione, maggiore sarà la previsione futura.



“Era quello che cercavo, voglio impostare questa strategia!”



Come tutte le strategie di offerta flessibili, Il Target ROAS può essere impostato direttamente nella “Libreria Condivisa”. Di seguito, l’intero procedimento per applicare questa strategia ad un’intera campagna

 

  1. Fai clic su Libreria condivisa nella barra laterale sinistra.
  2. Nella sezione Strategie di offerta, fai clic su Visualizza.
  3. Per creare la strategia di offerta, fai clic sul pulsante + Strategia di offerta e seleziona Ritorno sulla spesa pubblicitaria target
  4. Fai clic sulla scheda Campagne.
  5. Fai clic sulla scheda Impostazioni della campagna da modificare.
  6. Nella sezione "Strategia di offerta" fai clic su Modifica.
  7. Fai clic su "Seleziona una strategia di offerta flessibile" e poi seleziona la strategia di offerta appena creata.
  8. Fai clic su Salva.

Puoi monitorare i risultati direttamente in Libreria Condivisa e vedere i dati aggregati per ogni strategia

 

Ben fatto! Ora sei a conoscenza di come aumentare le tue vendite grazie ad Adwords.

 

Non è finita qui, nel caso avessi un’agenzia, ho qualcosa che potrebbe interessarti. Puoi scaricare una presentazione su questo tipo di strategia, per proporla direttamente ai tuoi clienti. Ti basterà solo cliccare qui e scaricare il file.

 

Questa è una delle mie strategie preferite. E voi l'avete utilizzata? Condividete i vostri feedback o esperienze.

 

 

Appuntamento a Venerdì prossimo per un nuovo episodio del The Googler Post!

 

Seguici sui Social per non perdere i prossimi episodi!

 

adwords_youtube adwords_google+adwords_facebookadwords_twitter

Commenti
da Gio Googler
in data ‎11-09-2015 13:45

Interessante Articolo, chiaro e dritto al punto.