323 utenti online in questo momento
323 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Smartphone Rodeo. 7 regole auree per domare il mobile

adwords-in-testa.png

Sommario
Il mondo mobile non è più una statistica, è un macrocosmo che predomina sulla navigazione desktop e tablet, ma che svolge ruoli diversi. Talvolta è assist di conversione, altre volte è conversione stessa.
Dimenticarsi di questo, vuol dire perdere le redini... della realtà. Ecco quindi 7 regole auree per affrontare al meglio il contemporaneo scenario mobile!

 

1. Estensioni di chiamata con pianificazione oraria
Regola numero uno. Conditio sine qua non. Cercate di far comparire il numero di telefono quando i vostri operatori sono pronti a rispondere alla chiamata. Tenerle accese se siete chiusi, significa buttare un clic; ma anche far innervosire il prospect!

 

2. AdWords per le app
Il tempo passato su telefono è tendenzialmente trascorso sulle app. Se il vostro cliente ha un'app, è necessario che l'utente veda l'annuncio che la sponsorizza. Attenzione però! Il 25% degli utenti che aprono un'app, lo fanno una volta e poi non ci tornano più! Create (e sponsorizzate) app che portano alla conversione e che non sono perdite di tempo!
Esempi di successo? Dico in modo piuttosto scontato Amazon e Booking!

unnamed.png

 

3. Programma in Tv, cambio del bidding
Il 66% degli utenti, usa il proprio smartphone per approfondire argomenti visti in spot tv (fonte: Google Consumer Surveys, U.S., May 2015, n=1,243). Tv Schedule bid coordination, del Google Developer, è uno script che gestisce la strategia di offerta sulla base (anche) di una schedulazione di programmi televisivi!
Passa in TV un programma che parla del vostro verticale? Approfittatene subito!

 

4. Aggiustamento offerta device per gruppo annunci
Spesso dimenticata, questa funzione è attualmente l'unica possibile a livello di gruppo annunci. In una campagna, potreste avere solo uno o alcuni gruppi che devono avere un aggiustamento calibrato per i device smartphone.
Per attivare la funzione, usate la colonna sinistra. Selezionate la campagna, entrate in impostazioni e poi dal menù di sinistra gestite gli aggiustamenti per gruppo.

 

5. Avete un negozio? Aggiustamento per raggio
La localizzazione su smartphone funziona a meraviglia. Se avete un negozio, impostate un raggio anche solo di un km intorno alle vostre coordinate e puntate forte sull'aggiustamento dell'offerta. Chi cerca informazioni inerenti alla vostra attività, vi troverà più facilmente.

 

6. Attenti alla posizione dell'annuncio
Su smartphone è tutto più veloce; chiaramente anche la scelta sugli annunci. Cercate sempre di assicurarvi le prime due posizioni sulle chiavi tattiche. Essere in posizione 3 o successiva, su smartphone, potrebbe essere catastrofico, con CTR deprimenti e riscontri negativi su tutte le particelle dell'account.

 

7. Call to action che invitino alla chiamata
Non allungate i tempi di conversione. Soprattutto nelle campagne Solo Chiamata, incitare vivamente all'azione è fondamentale. Siete la risposta alla domanda dell'utente. Non fatelo tentennare. Se vi chiama subito, la conversione è fatta!
"Chiama ora"... è una call to action indispensabile!

 

Conclusioni
Velocità, sintesi, predominio. Tre regole conclusive e sintetiche per i punti discussi sopra. Dovete adattarvi alla velocità di consultazione di chi cerca. Dovete sinteticamente chiarire all'utente che siete la scelta migliore e che non deve perdere tempo. Non dovete lasciare campo ai competitor. Il percorso è più breve. Se parte la chiamata, è un punto per voi!

Bio Andrea Testa

Lavoro in ambito web dal 1993 e da sempre mi occupo di indicizzazione e marketing. Dal 2005 affronto l'advertising online e l'indicizzazione con un'ottica prettamente SEM, dedicata cioè al Search Engine Marketing, comprese le sue attuali derivazioni legate ai Social Media. Dal 2012 sono docente di Web Marketing al Corso di Laurea Magistrale in Marketing Consumi e Comunicazione alla IULM di Milano.