191 utenti online in questo momento
191 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Storia di AdWords e di come salvò il Natale

Sommario


 

Erano giorni difficili per un giovane artigiano pasticcere. Era bravo e faceva prodotti buoni, ma purtroppo coi suoi fondi a disposizione era riuscito ad aprire una pasticceria solo nel luogo più nascosto delle città, dove il vento porta lontano e neanche il profumo dei dolciumi può essere scovato.
Un bel giorno un folletto di nome AdWords capitò lì per caso ed assaggiò i dolci del giovane pasticcere.
Così contento ed appagato per la splendida mangiata, decise di regalargli 6 buoni consigli da usare in pubblicità.

 

Sorpreso il giovane pasticcere si dimostrò scettico. Aveva solo 30 euro per mettere in pratica i 6 buoni consigli e gli sembravano pochi per promuoversi in una così grande città!
Il folletto AdWords allora gli insegnò le 6 regole auree e questa è la storia di cosa lui gli disse e di come il pasticcere riuscì a far conoscere e vendere i propri buonissimi panettoni.

 

 

 

Regola numero 1.


 

Se tu sei un pasticcere che vive (ad esempio) a Livorno, è poco utile che ti promuova in località lontane. Nel menù impostazioni puoi accedere alla voce "Località". Scegli la tua località a livello di città e non di regione se sei in una parte centrale. Molto importante anche suggerire da chi vuoi essere trovato. Se non vendi a distanza allora è importante che i tuoi annunci siano visibili solo da persone che si trovano fisicamente nella tua località target.

 

 

Regola numero 2.


 

Se vuoi pubblicizzarti con poco budget in un arco temporale ristretto, cerca di modularlo affinché parta alto e poi si abbassi, lasciando un po' di risorse nel caso tu avessi ancora disponibilità verso la fine del periodo di promozione.
Vuoi pubblicizzare la vendita di panettoni? Bene, valuta la possibilie curva di vendita, considerando che molte delle persone li compreranno nei primi giorni del mese e se si troveranno bene torneranno da te a comprarne altri.
Fidelizzare sui dolci natalizi a ridosso dell'evento, potrebbe essere proficuo a lunga scadenza, ma non nell'immediato.
Ogni panettone venduto, potrebbero essere altre vendite (del cliente, di amici o parenti).

 

 

Regola numero 3.


 

Soprattutto se hai molti concorrenti, cerca di far vedere i tuoi annunci in modo accellerato (rotazione annunci).
Questo perché oggi più che mai, prima di consumare un acquisto si guardano più siti. Quindi prima di convincere un cliente a venire nel tuo negozio, potresti aver bisogno di molte visite vicine tra loro.

 

 

Regola numero 4.


 

Configura le estensioni di località e di chiamata. Le prime sono utili universalmente parlando, perché fanno capire dove ti trovi e soprattutto che si, sei proprio nella città del cliente. Le seconde sono utili perché se mi trovo nelle vicinanze e sono con un telefono alla disperata ricerca di un buonissimo panettone... bhé... potrei chiamarti subito, appena visto l'annuncio! E ancora non tutti gli utenti hanno il numero di telefono nei propri annunci. Questo potrebbe trasformarsi in una vendita!

 

 

Regola numero 5.


 

Scegli parole chiave molto vicine alla tua produzione.
Ad esempio "panettone artigianale livorno". In varie corrispondenze, anche in esatta modifcata +panettone +artigianale +livorno.
Ma soprattutto attento alle chiavi che non servono! Inserisci molte chiavi inverse, perché saranno loro gli spiritelli birichini che potrebbero farti consumare fondi senza venedere!

 

 

Regola numero 6.


 

Fai in modo che ci sia un plus valore se qualcuno compra perché ha visto il tuo sito. E scrivilo nell'annuncio se vuoi!
Ad esempio metti uno sconto da stampare sul sito. Questo incentiverà le vendite.

 

 

Lieto fine


 

Il giovane pasticcere scrisse con un po' di timore queste regole, ma sicuro del prezioso e magico aiuto del folletto. Così fece e grazie al suo budget riuscì a fare 300 accessi pagando ognuno 0,10 euro (10 centesimi).

Le 300 visite si trasformarono in 100 visite in negozio, che portarono alla vendita immediata di 130 panettoni. Molti clienti tornarono contenti per la bontà dei panettoni, ed il pasticcere riuscì a vendere altri 25 panettoni.
Alla fine aveva venduto 155 panettoni al prezzo di 15 euro ciascuno.
Grazie ai suoi 30 euro, era riuscito a vendere 2.325 euro di dolciumi.

 

 

Morale e conclusione


 

Su AdWords non esiste un budget minimo o massimo. Esiste la passione che muove gli inserzionisti e la voglia dei competitor di proporre prodotti di qualità, che vengano conosciuti ed apprezzati. Con poco importo, osservando piccole regole ed avendo la pazienza di saper sbagliare, cadere e ripartire, si migliora sempre.
IMPORTANTE: l'esempio ed i numeri sopra riportati sono frutto di un racconto di fantasia... immagino che non vi lamenterete se venderete di meno... figuriamoci se venderete di più! Smiley Felice

 

Buon Natale.

Bio Andrea Testa

Lavoro in ambito web dal 1993 e da sempre mi occupo di indicizzazione e marketing. Dal 2005 affronto l'advertising online e l'indicizzazione con un'ottica prettamente SEM, dedicata cioè al Search Engine Marketing, comprese le sue attuali derivazioni legate ai Social Media. Dal 2012 sono docente di Web Marketing al Corso di Laurea Magistrale in Marketing Consumi e Comunicazione alla IULM di Milano.