141 utenti online in questo momento
141 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Tre corrispondenze sono meglio di una sola?

Ogni giorno su Google c’è un 15% di ricerche che non si era mai vista prima. (fonte http://www.google.com/competition/howgooglesearchworks.html) Vogliamo perderci quel 15% di opportunità (impressioni) solo perché le parole chiave della nostra campagna sono solo in corrispondenza esatta? Però le corrispondenze esatte sono quelle che ci rendono di più. E’ proprio un bel dilemma! La morale è sempre quella fai merenda con Rossella (e leggi il resto dell’articolo).

 

 

Le opzioni di Corrispondenza


 

Facciamo un ripassino veloce: la parole chiave di AdWords possono avere diversi tipi di corrispondenza:

 

  • [Esatta]:l’annuncio può essere attivato SOLO SE la query dell’utente corrisponde esattamente alla parola chiave

  • Frase”: l’annuncio può essere attivato SOLO SE la query dell’utente, è presente nella stessa “forma e sequenza” nella parola chiave

  • +Generica +Modificata: l’annuncio può essere attivato solo se la query dell’utente contiene (in qualsiasi ordine, singolare/plurale, acronimi, abbreviazioni) la parola chiave

  • Generica: l’annuncio può essere attivato anche da sinonimi, varianti etc.

Facciamo un esempio. Immaginiamo di avere un hotel 3 stelle a Cicciolandia (il paese di Ciccio di Nonna Papera)

 

  • [hotel 3 stelle a cicciolandia] l’annuncio può essere pubblicato solo se l’utente cerca esattamente queste parole

  • “hotel 3 stelle a cicciolandia” l’annuncio può essere pubblicato anche se prima o dopo l’utente aggiungesse altre parole, per esempio: hotel 3 stelle a cicciolandia economico, ma non con hotel economico a cicciolandia (c’è “economico” che rompe la sequenza)

  • +hotel +3stelle +cicciolandia: l’annuncio può essere pubblicato per qualsiasi query che contenga (in qualsiasi ordine): hotel, 3stelle, cicciolandia. Per esempio hotel economico a cicciolandia

  • hotel 3 stelle a cicciolandia: l’annuncio può essere pubblicato anche con quelle che Google considera come varianti e sinonimi, per esempio b&b economico a cicciolandia.

Precisazione 1: le query sono quelle che scrive l’utente, le parole chiave sono quelle che “compriamo” noi inserzionisti.

 

Precisazione 2: se per Cocciante era questione di feeling, per AdWords è questione di Ranking Smiley Felice Ho scritto “può attivare l’annuncio” perché si tratta pur sempre di un’asta basata sul ranking. Quindi: un “sinonimo” pubblica l’annuncio solo se quel sinonimo vince l’asta.



Ha senso usare tutte le corrispondenze contemporaneamente?


 

CONTRO:

  • i gruppi di annunci/campagne si moltiplicano >> gestione diventa più impegnativa (anche in termini di tempo)

  • tendenzialmente Google pubblica la parola chiave col grado di corrispondenza più restrittivo, ma ovviamente ci sono delle eccezioni https://support.google.com/adwords/answer/2756257?hl=it

PRO:

  • possiamo creare le campagne “terreno di caccia” che ci aiutano a “recuperare” quel famoso 15% di ricerche “nuove” e tutte quelle che non avevamo considerato nella fase Ricerca Keyword.

 

Come fare se abbiamo la stessa parola chiave con più tipi di corrispondenza?


Una strategia possibile è quella di creare gruppi di annunci diversi in funzione del tipo di corrispondenza:

 

Esempio

Gruppo Exact: 

[hotel 3 stelle a cicciolandia]

 

Gruppo Phrase

“hotel 3 stelle a cicciolandia”

-[hotel 3 stelle a cicciolandia]

 

in questo modo mi assicuro che se l’utente cerca esattamente la query, la stessa verrebbe associata alla corrispondenza esatta (la query hotel 3 stelle a cicciolandia potrebbe altrimenti attivare sia la parola chiave in corrispondenza esatta che quella in corrispondenza a frase). Con lo stesso principio costruiremo il gruppo in corrispondenza generica.

 

Gruppo broad (terreno di caccia)

hotel 3 stelle a cicciolandia

-[hotel 3 stelle a cicciolandia]

-”hotel 3 stelle a cicciolandia”

 

Con una parola chiave è facile, ma quando le parole chiave diventano centinaia, diventa una cosa di difficile gestione.

Si, lo so. E’ una noia mortale! Ma per fortuna lo sa anche Fil.tro (Filippo Trocca) che per questo ha costruito un tool apposito che ci aiuta nell’impostazione.

Trovate il tool sul suo blog alla pagina tools.analyticstraining.it.

 

In pratica: voi caricate le parole chiave (senza i simboli che definiscono le corrispondenze), scegliete se volete una suddivisione a livello di gruppi di annunci o campagna, scegliete i tipi di corrispondenza et voilà, il sistema vi restituisce un csv che potete importare su AdWords Editor per le vostre campagne con più corrispondenze (con tutte le negative già impostate).

 

Bio Rossella Cenini

Un pò Psicologa un pò Sem... e la differenza fra i due non è così grande! Obiettivo: Capire gli utenti per farli convertire di più. E per chi come me si occupa prevalentemente di e-commerce è una bella sfida! ...E a me piace vincere.

Commenti
da JVB Astri Nascenti
in data ‎21-03-2014 18:11

Ciao Rossella, grazie della merenda Smiley Felice era quella di cui avevo bisogno

 

quanto prima provo anche il tool, in effetti ci stavo mettendo un pò a preparare le tabelle manualmente

 

Vincenzo

da Nicola p
in data ‎24-03-2014 09:41

Ciao Rossella, può essere utile, in alternativa alla strategia da te descritta, caricare la medesima keyword con le varie corrispondenze in un unico gruppo? (E per ciascuna impostare un bid diverso a seconda della corrispondenza).

da Igor
in data ‎24-03-2014 12:11

Ti segnalo anche un altro tool che mi sono costruito tempo fa.

Lo uso per creare le parole chiave combinando tag. Ne esistono molti altri di simili, ma il motivo per cui me lo sono creato autonomamente è che volevo avere totale controllo sulle permutazioni e sulle corrispondenze.

 

L'ho reso disponibile gratuitamente un po' di tempo fa e vedo che lo usano in molti

Keywords Mixer

 

 

da Rosserva
in data ‎24-03-2014 13:41

@NicolaP

Si, volendo potrebbe essere utile anche la strategia delle kw cn più corrispondenze all'interno dello stesso gruppo: riduci il numero di gruppi di annunci (e quindi dimiunuisci i tempi di gestione), ma allo stesso tempo diventa più complicato gestire il bid affinchè le kw non si sovrappongano.

@Igor

grazie per la condivisione, ma mi pare che i due strumenti non siano proprio la stessa cosa Smiley Felice

da navacasa
in data ‎26-03-2014 09:04

Buon giorno Rossella, espongo la mia visione personale:

 

 Pro: In questo modo troviamo nuove keywords che non avremmo mai pensato.

 

Contro: se creiamo gruppi di annunci o campagne con parole chiave in corrispondenza generica rischiamo che il nostro annuncio venga pubblicato per query non pertinenti con un consecutivo abbassamento del ctr. Il che non è da sottovalutare visto e considerato che il ctr è un fattore importante del  Quality score.

 

da Rosserva
in data ‎26-03-2014 09:14

@navacasa: in linea di principio il tuo ragionamento non fa una grinza, tieni conto però che anche con questo tipo di impostazioni usi le corrispondenze negative per il gruppo Broad.

 

Per esperienza: quanto più siamo "tematici" nella costruzione dei gruppi di annunci, tanto meno Google sarà "farfallone" nel considerare le varianti per le corrispondenze generiche. Ti assicuro che ho campagne con gruppi d'annunci tutti in broad match che funzionano benissimo Smiley Strizza l'occhio

da navacasa
in data ‎26-03-2014 10:07

Grazie Rossella ti devo una merenda

da JVB Astri Nascenti
in data ‎21-07-2014 19:17

Ciao Rossella, sopra hai scritto:

 

Per esperienza: quanto più siamo "tematici" nella costruzione dei gruppi di annunci, tanto meno Google sarà "farfallone" nel considerare le varianti per le corrispondenze generiche. Ti assicuro che ho campagne con gruppi d'annunci tutti in broad match che funzionano benissimo :smileywink: -

 

Vorrei farti una domanda per comprendere meglio cosa intendi, anche al fine di utilizzare correttamente il tool analytics training.

 

Avere campagne con gruppi di annunci (tematici) in broad macth, significa dire che in ogni gruppo ci sono kw con questa corrispondenza (e le relative negative).

 

Anche a me piace lavorare, e registro buoni risultati, con gruppi di kw generiche, buoni indici di rendimento (non solo CTR), al punto che mi verrebbe da inserirne altre... anche sfruttando alcune varianti registrate nei termini di ricerca. Non andrei più a fondo altrimenti non si capirebbe la domanda.. che alla fine è molto banale.

 

Avendo capito che le generiche possono funzionare e bene, quando ci troviamo di fronte nuovi clienti e nuove campagne ci sono nuovi elenchi di keywords da progettare, mi è venuto il dubbio su come crearli nel migliore dei modi.

 

Sappiamo che dipende da settore a settore, e che il risultato del lavoro di ottimizzazione nel tempo ci darà tutte le risposte, ma inizialmente o genericamente, quale è secondo te la strategia migliore?

 

Abbiamo a disposizione un tool che fa tutto, prima di farlo dobbiamo dirgli cosa fare.

 

In base della tua esperienza, hai qualche consiglio al riguardo? (numero di kw, inserimento di preposizioni, includere le modificate o altro)

 

Quanti termini inserisci mediamente per ogni kw? (a me è capitato di avere ottimi rendimenti anche per kw generiche di 2 soli termini)

 

grazie, e scusami nel caso avessi posto una domanda inutile Smiley Felice

 

Ciao,

Vincenzo.

da Rosserva
in data ‎21-07-2014 19:50

Ciao Jvb,

nessuna domanda è inutile, al massimo lo è la risposta. ma spero che questa mia non lo sia Smiley Strizza l'occhio

Vado per punti, rispondendoti in fucsia per rimanere in tema col fucsiapower

 

Avere campagne con gruppi di annunci (tematici) in broad macth, significa dire che in ogni gruppo ci sono kw con questa corrispondenza (e le relative negative).

Non intendevo proprio questo... Intendevo che i gruppi devono essere strettamente tematici. E con strettamente intendo proprio strettamente: tutti incentrati su un unico aspetto. Chiaro è che se lavori di broad match le negative diventano indispensabili.Se lavori SOLO di broad match, spesso l'ottimizzazione delle negative diventa un'ottimizzazione "a rincorrere" nel senso che trovi le negative una volta che sono state usate, che hanno prodotto impressioni e clic.

 

Avendo capito che le generiche possono funzionare e bene, quando ci troviamo di fronte nuovi clienti e nuove campagne ci sono nuovi elenchi di keywords da progettare, mi è venuto il dubbio su come crearli nel migliore dei modi.

Sappiamo che dipende da settore a settore, e che il risultato del lavoro di ottimizzazione nel tempo ci darà tutte le risposte, ma inizialmente o genericamente, quale è secondo te la strategia migliore?

Il cervello Smiley Strizza l'occhio Non credo esista una strategia migliore. Inizialmente, soprattutto quando non conosco il settore, io lavoro con le generiche modificate (prevalentemente) più che altro perché vedo i primi tempi di una campagna come una "fase di scoperta". Ovvio è che sai già che alcune kw ci devono essere per forza e in quel caso le inserisco con la strategia della triplice corrispondenza.

 

In base della tua esperienza, hai qualche consiglio al riguardo? (numero di kw, inserimento di preposizioni, includere le modificate o altro)

Io generalmente non uso mai più di 15 kw per gruppo: se ho più kw vuol dire che mi sto allontandando dal nocciolo della questione e che i noccioli della questione sono più di uno, quindi ci vanno più gruppi. Per le preposizioni... tendenzialmente le uso con le corrispondenze a frase o esatte ma non nelle generiche e/o generiche modificate.

 

Quanti termini inserisci mediamente per ogni kw? (a me è capitato di avere ottimi rendimenti anche per kw generiche di 2 soli termini)

Mi autospammo Smiley Strizza l'occhio Avevo scritto un post su quanto deve essere lunga la coda lunga Questo si rifà naturalmente alla mia esperienza. Tieni conto che molto spesso, diventa difficile ottimizzare gli annunci per la cosa lunga (5 o 6 termini e magari con parole lunghe): nel testo degli annunci mica ci puoi scrivere la divina commedia Smiley Felice

 

 

da JVB Astri Nascenti
in data ‎21-07-2014 20:09

Per me questa è una risposta utile, grazie di aver capito il senso della domanda Smiley Felice 

 

da Sergio Mancini
in data ‎13-11-2014 15:34

Ciao Rossella,
organizzando una campagna con gruppi di annunci diversi in funzione del tipo di corrispondenza, può succedere che un annuncio non venga pubblicato perché bloccato da una parola chiave a corrispondenza inversa inserita in uno dei gruppi creati?
In alcuni annunci ho notato questo avviso: "Una parola chiave a corrispondenza inversa (es:[hotel 3 stelle cicciolandia]) sta bloccando la pubblicazione del tuo annuncio." Questo avviso è normale poichè riferito solo a quella determinata query?

da Rosserva
in data ‎13-11-2014 23:07

Ciao Sergio,

 

si, l'avviso è normale.

Supponi che il gruppo sia (Broad) con kw hotel cicciolandia. Se te ci  metti -[hotel cicciolandia], ovviamente hotel cicciolandia sarà inibita. Considera che il controllo viene fatto solo per la kw così come è scritta. Quinfdi, bloccata hotel cicciolandia, ma potrebbe essere pubblicato hotel a cicciolandia

da Sergio Mancini
in data ‎14-11-2014 12:03

Ok, grazie per la risposta Smiley Felice. In sintesi, come hai detto in precedenza, se non avessi inserito le parole chiave a corrispondenza inversa, Google avrebbe pubblicato la parola chiave col grado di corrispondenza più restrittivo.

Altra domanda per le parole chiave a corrispondenza inversa: quando le identifico è meglio impostarle a livello di campagna o del singolo gruppo di annunci?

da Rosserva
in data ‎14-11-2014 14:09

 In sintesi, come hai detto in precedenza, se non avessi inserito le parole chiave a corrispondenza inversa, Google avrebbe pubblicato la parola chiave col grado di corrispondenza più restrittivo

NO. Avrebbe pubblicato quella col ranking migliore

Altra domanda per le parole chiave a corrispondenza inversa: quando le identifico è meglio impostarle a livello di campagna o del singolo gruppo di annunci?

Se ti serve escluderle per tutte le campagne a livello di campagna, se ti serve escluderle a livello di un solo gruppo d'annunci... a liv. di gruppo

da Rozalya B
in data ‎19-06-2015 16:57

Ciao Rossella,

 

anzittutto grazie per la chiarezza con cui hai spiegato la strategia della triplice corrispondenza. Anche chi è a digiuno di Google adwords o cmq alle prime armi, grazie farsi un'idea ancora più chiara. 

 

Confesso che però scoperta questa strategia sono andata un pò in tilt e spero riuscirai dedicarmi 2 minuti..

 

Prendendo un esempio a caso di una parola chiave...

 

Capelli voluminosi - usando la strategia delle triplice corrispondenza andiamo a "declinarla" con le 3 opzioni: generale modificata, exact e phrase..

 

Le declinazioni con le 3 corrispondenze vanno a coprire anche le varie versioni tipo:

capelli voluminosi come fare

capelli voluminosi lisci

capelli ricci voluminosi

capelli voluminosi radici ecc.. quando parliamo di Corrispondenza a Frase o Generica modificata...

 

Quindi avrebbe senso includerle semmai solo nel Gruppo Corrispondenza Exact qualora una di loro risultasse con un volume di ricerca importante, perché tanto nelle altre sono "incluse" grazie alla tipologia di corrispondenza usata..è un ragionamento giusto il mio? 

 

Scusami se la mia domanda può risultare banale, ma confesso che ho una certa confusione in testa e sto studiando da relativamente poco Google Adwords.. ho letto 2 libri in merito, consultato il vs. forum / gli articoli ..ma esempi veri e propri non ne ho trovati in merito a questo per togliermi il dubbio Smiley Felice

 

Grazie!

da Rosserva
‎21-06-2015 12:32 - modificato ‎21-06-2015 12:35

Ciao Rozalya,

 

si, ha senso includerle in corrispondenza esatta (se hanno volumi di traffico soddisfacenti). Fa attenzione. Ho scritto "volumi si traffico", non "stima di volume di traffico" Smiley Felice

 

Il keyword planner è un ottimo strumento per farsi un'idea di quale sarà il volume di impressioni / clic. Ma poi la gente è strana, cambia idea continuamente... Testa comunque, anche queste kw (quelle dell'esempio) con tutte le corrispondenze. 

E poi ricorda che Google AdWords premia la pertinenza. Anche se una query potrebbe essere pubblicata lo stesso perché hai la kw in corrispondenza generica modificata, usare anche la "corrispondenza a frase" e la [esatta] ti permette (in genere) di spendere meno per quel clic, e capire meglio il comportamento di ricerca dei tui utenti

da Rozalya B
in data ‎22-06-2015 20:25

Grazie mille Rossella, gentilissima e molto esaudiente come in tutte le tue risposte. 

da
in data ‎18-03-2016 12:53

Buongiorno,

vorrei partecipare a questo interessante thread ponendo un quesito in merito alla strategia illustrata da Rosserva. 

Può essere consigliabile creare, per ogni "argomento", solamente due gruppi di annuncio: uno con kws a corrispondenza esatta e uno con kws a corrispondenza generica modificata e corrispondenza inversa delle esatte? Il gruppo di annunci delle esatte avrà un bid maggiore.

 

Sostanzialmente fare un gruppo di annunci per le generiche modificate anziché farne uno per le generiche ed uno per quelle a frase.

 

Grazie!