88 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
favorite_border

Valutare le Performance di AdWords: il Metodo Lin-Rodnitzky

Vorresti valutare le performance di una campagna od un account AdWords in pochi minuti? Non dettagliatamente ma grazie al metodo Lin-Rodnitzky puoi farlo.Il metodo Lin-Rodnitzky, una buona valutazione veloce delle performance di AdWordsIl metodo Lin-Rodnitzky, una buona valutazione veloce delle performance di AdWordsLa premessa che devo fare necessariamente è ovvia: un audit di una campagna pubblicitaria o di un account di Google AdWords non è possibile farlo in pochi minuti, così come, per valutare le performance di una campagna od un account pubblicitario AdWords non è sufficiente vedere le entrate ed uscite (ROI/ROAS).

 

Il metodo Lin-Rodnitzky, creato da Will Lin e David Rodnitzky, però, permette di valutare velocemente il livello di margine, e, altrettanto velocemente permette di vedere cosa si può ottimizzare da subito, poi si potrà eseguire un audit di approfondito.

 

Come funziona il metodo Lin-Rodnitzky

 

Prima di dire come funziona ed i semplici step che consentono di utilizzare il metodo Lin-Rodnitzky per valutare le performance di AdWords vanno detti i requisiti:

 

  • Nella campagna o nell'account devono essere impostate le conversioni e devono esserci;
  • Servono dati di conversioni (qualche mese può andar bene) , più conversioni ci sono meglio è.

 

Il funzionamento teorico del metodo metodo Lin-Rodnitzky è molto semplice, esso, a livello di parola chiave (dell'account e/o della campagna), valuta il rapporto del costo tra clic convertiti di tutte le parole chiave rispetto al costo dei click convertiti delle parole chiave con almeno una conversione.

 

Costo click convertito tutte le parole chiave/costo click convertito delle parole chiave con almeno una conversione.

 

In pratica, per poter valutare questo tramite l'interfaccia di Google AdWords, dopo aver selezionato un range di tempo di qualche mese in modo tale di avere un po di dati, nella scheda "Parole chiave", come prima cosa bisogna premere "Colonne", selezionare "Modifica colonne..." e dalla metrica "Conversioni" bisogna aggiungere la colonna "Costo/clic convertito":Aggiungere colonna costo clic convertitoAggiungere colonna costo clic convertito

Apportata la modifica alle colonne bisogna creare il filtro che separi il valore dei click convertiti provenienti da tutte le parole chiave rispetto al valore dei click convertiti delle parole chiave con almeno una conversione.

 

Per far questo dopo aver premuto il menu "Filtra" si dovrà selezionare "Crea filtro", far espandere il menu "Conversioni" e selezionare "Clic convertiti" ed impostare uguale o maggiore di uno, inserendo "1", in modo tale che faccia vedere quanto è il costo medio per conversione delle parole chiave con almeno 1 conversione rispetto al costo medio per conversione totale:Creare filtro parole chiave AdWords con conversioniCreare filtro parole chiave AdWords con conversioni

Questo filtro è possibile anche salvarlo per un utilizzo futuro Smiley Strizza l'occhio

 

A questo punto scorrendo la tabella dei rapporto si vedrà una riga gialla corrispondente al costo delle parole chiave filtrate (con almeno una conversione) rispetto al costo dei di tutte le parole chiave:Costo clic convertito filtratoCosto clic convertito filtratoPer applicare il metodo metodo Lin-Rodnitzky non bisognerà far altro che dividere la cifra del costo di tutti i clic convertiti rispetto alla media del costo dei clic convertiti con almeno una conversione.

 

Ad esempio, se il costo per clic convertito di tutte le parole chiave è 10€ e quello delle parole chiave con almeno una conversione è 5€ il rapporto sarà di 2.0 (10€/5€).

 

interpretare il rapporto con il metodo Lin-Rodnitzky

 

Dopo averlo applicato il metodo Lin-Rodnitzky per vedere velocemente lo stato di salute di una campagna od un account AdWords il valore bisogna interpretarlo, questo grazie il metodo Lin-Rodnitzky.

 

Per farla semplice, se il valore restituito, ad esempio, è 1.0 vorrebbe dire che tutte le parole chiave convertono, di per sé non è un male, ma bisognerebbe pensare di più alla crescita.

 

Per essere dettagliati, il metodo Lin-Rodnitzky suggerisce che:

 

  • Se il valore restituito è tra 1.0 ed 1.5, seppur la campagna o l'account renda si stanno perdendo opportunità di crescita, sperimentare nuove strategie non è una brutta idea, sopratutto dato che c'è resa (in teoria anche ROI) si ha un buon margine su cui lavorare e test anche se con risultati negativi non dovrebbero influenzare il margine;
  • Se il valore restituito è tra 1.5 e 2 la gestione è ottimale, ancora meglio se non è statica ma si testano nuove implementazioni ricorrentemente;
  • Se il valore restituito è tra 2.0 e 2.5 ci sono troppo poche conversioni rispetto ai clic, ci sono molte ottimizzazioni che possono essere fatte, questa situazione può essere comunque comune ad inizio campagne o nuove implementazioni, ma non deve perdurare;
  • Se il valore restituito è maggiore di 2.5 la campagna o l'account AdWords sono mal gestiti, si stanno sprecando soldi inutilmente.

Precisazioni finali

 

Seppur ritengo sia interessante (sia per chi gestisce campagne AdWords sia per chi vuole vedere come vengono gestite le proprie campagne) per cui ho condiviso questo articolo, e dato che chi l'ha realizzato sono due persone che gestiscono account con grandi budget, per concludere questo articolo mi sento di fare delle precisazioni finali per non far passare il metodo Lin-Rodnitzky come "il metodo definitivo" per valutare account AdWords, campagne pubblicitarie od altro.

 

Il metodo Lin-Rodnitzky originale è pensato per valutare interi account AdWords, l'ho rivisto leggermente nel funzionamento ed ho fatto presente che può essere usato anche su campagne perché varie campagne in un account AdWords non sempre sono disponibili le parole chiave, in campagne di Google Shopping ad esempio non si possono impostare.

 

Inoltre, se l'obiettivo sono le performance il metodo Lin-Rodnitzky è ottimo, per una campagna che vuole aumentare la notorietà di marca od una campagna pubblicitaria fatta per portare traffico, le conversioni possono non essere l'obiettivo di marketing, quindi, analizzando le parole chiave dell'intero account il valore riportato dal rapporto mostrerebbe che c'è qualcosa che non va, anche se potrebbe non essere vero.

 

Anche se il valore restituito è 1.0, ovvero è conservativo e tutte le parole chiave generano conversioni, a volte non è possibile fare test, si spenderebbe inutilmente, magari far generare conversioni a tutte le parole chiave è uno scopo che è stato raggiunto in una determinata campagna.

In conclusione dico solo che, seppur non sia "statisticamente perfetto" e ci sono troppe variabili in AdWords, sicuramente il metodo Lin-Rodnitzky è interessante ed utile. Non trovi?

Bio Yuri Carlenzoli

Più unico che raro. - Si, è un'ovvietà, tutti sono unici. Preferisco dire una ovvietà piuttosto che dire parole anglofone che fanno sembrare superiori o guru, inoltre, l'unicità è una cosa che tengo sempre presente anche in quello che faccio online, nei siti web, nella SEO, ecc., mie passioni oltre che il mio lavoro. Vuoi sapere altro? Google Me!