543 utenti online in questo momento
543 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

10 Suggerimenti per ottimizzare le campagne Adwords con Google Analytics

 

Sommario



10 suggerimenti  per ottenere il meglio da Google Analytics (GA) per analizzare e migliorare le vostre campagne AdWords e le vostre azioni Marketing.
Uno dei punti di forza di GA e’ la sua semplicita’, ma dietro ad essa si cela un potente strumento: piccoli accorgimenti vi permetteranno di ottenere grandi risultati e di ottimizzare le vostre campagne andando al di la’ delle informazioni che i report di AdWords possono darvi.

 

Che cos’e’ Google Analytics



Google Analytics e' un potente strumento di web Analysis offerto gratuitamente. 
GA e’ semplice da usare, semplice da installare e vi offre strumenti che troverete solo in piattaforme molto piu’ costose.

10 Suggerimenti per utilizzare Google Analytics 




1) Collegate i vostri accounts google AdWords e Google Analytics: questo permetterà a Google Analytics di importare i dati di click e costo da google AdWords.
Suggerimento: per ogni sito cercate di avere un diverso account AdWords ed un diverso account Analytics

2) Ricordatevi di impostare sempre la codifica automatica: in questo modo visualizzerete ogni singola campagna creata in google AdWords anche in Google Analytics

3) Controllate che il vostro sito accetti il parametro gclid: esso e' utilizzato da google per rendere possibile la codifica automatica. Solitamente i server apache accettano il parametro senza alcun problema, mentre i server microsoft necessitano di settings specifici: parlatene con il vostro webmaster 

4) Impostate sempre il tracciamento degli obiettivi assegnando un valore ad ogni obiettivo e, se il vostro sito e’ un e-commerce, impostate il monitoraggio e-commerce. In questo modo potrete visualizzare il ROI delle vostre campagne direttamente nell'interfaccia di Google Analytics.

5) Frequenza di rimbalzo: analizzate la frequenza di rimbalzo per le vostre pagine di destinazione: essa e’ un ottimo indice per indicarvi se la scelta fatta e’ corretta oppure no.

6) Query di ricerca con corrispondenza: questo rapporto diventerà il vostro migliore amico.
Aggiungendo come dimensione secondaria “parola chiave”,  vedrete le query di ricerca collegate ad ogni parola da voi inserita in AdWords in modo tale da procedere alle ottimizzazioni piu’ facilmente.

7) Posizionamenti delle parole chiave: la prima posizione non e’ sempre il vostro obiettivo; non fermatevi alle visite o al numero di click, andate più' in profondità. Il mio preferito e' tasso di conversione e-commerce poiché mi permette di vedere quale sia la migliore posizione per ottenere visite veramente interessate al prodotto.

8) Posizionamenti: Se avete attivato la rete display questo rapporto sarà un coltellino svizzero per ottimizzare le vostre campagne. Aggiungendo come dimensione secondaria “url del posizionamento” potrete scoprire esattamente quale pagina ha mostrato i vostri annunci, per ogni dominio.

9) Segmenti avanzati: utilizzate i segmenti avanzati per selezionare singole campagne, o singole keywords; solo segmentando troverete la chiave di volta per le vostre ottimizzazioni.

10) Ricerca sul sito: utilizzate i termini di ricerca sul vostro sito per scoprire nuove parole chiave da inserire nelle vostre campagne AdWords.

Bio Filippo Trocca