250 utenti online in questo momento
250 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Conversioni: cosa sono, perché sono importanti! #Convertiamo

Per identificare una conversione sul vostro sito è necessario prima di tutto individuare quali siano le azioni svolte da un utente sul vostro sito internet che portano un vantaggio alla vostra azienda.

È facile intuire perché sia importate questa attività: se non misuriamo le attività a vantaggio della nostra azienda non potremo mai avere un azienda di successo

 

Analizziamo insieme diverse esempi.

 

Esempio 1 Transazione Ecommerce

L’acquisto di un prodotto/servizio è sicuramente l’esempio principe di un’azione compiuta da un utente che porta un vantaggio all’azienda (in questo caso genera un’attività di vendita e porta ricavi). L’acquisto è una conversione che in gergo viene definita transazione ecommerce.

 

Esempio 2 Compilazione di un form

Non tutti i siti sono degli ecommerce oppure non effettuano la vendita diretta, ma raccolgono le informazioni necessarie a ricontattare l’utente attraverso un form. In questo caso si parla di attività di lead generation ed è un altro genere di conversione.

Ogni volta che abbiamo un form da compilare da un utente possiamo identificare una conversione in quanto le informazioni raccolte sicuramente porteranno un vantaggio alla nostra azienda: sono informazioni di cui abbiamo necessità oppure  che ci permetteranno di ricontattare l’utente in futuro per portarlo ad acquisire i nostri servizi/prodotti. Esempi di questo tipo di conversione sono la creazione di un nuovo utente sul sito oppure la raccolta di email per il nostro database, oppure la compilazione di un sondaggio.

 

Esempio 3 pagine per sessione

Molti siti non vendono, non sono interessati ad effettuare sondaggi e non sono interessati o non possono raccogliere l’email od altre informazione dell'utenti: un portale di news sostenuto dalla pubblicità.

L’obiettivo primario per tali siti è far leggere all’utente il maggior numero di notizie in modo da massimizzare gli introiti pubblicitari. La  conversione può essere individuata sul numero minimo di pagine che devono essere mostrare ad un utente per renderlo remunerativo.
Un esempio numerico ci aiuta a capire la logica

 

Il sito di news mynews24.it ha in media 3000 visite/sessioni al mese. Ogni volta che un utente visualizza una pagina del sito mynews24 vengono generati € 0.10 dalla pubblicità mostrata sulla pagina (nota: i numeri sono puramente di esempio e non si riferiscono ad alcun caso reale). Mynews24 ha l'obiettivo di raccogliere dalla pubblcità almeno € 500 ogni mese.


Per raggiungere l'obbiettivo di revenue dai dati in nostro possesso e necessario visualizzare  5000 pagine  al meseo (500/0,10) che significa 1,6 pagine per ogni visita (5000/3000)


Per il nostro sito di news possiamo individuare come conversione l’evento che per una singola sessione vengano visualizzate almeno 2 pagine.

 

In questi 3 esempi ho cercato di raccogliere i casi più comuni, ma una conversione può essere ogni tipo di azione: la visualizzazione di un video, il tempo passato sulla pagina, cliccare su un banner ecc. ecc.

Una volta individuata qual è l’azione dell’utente a vantaggio dell'azienda è facile collegargli una conversione, ma come posso tracciarle all’interno di Google AdWords oppure di Google Analytics?

 

Transazione Ecommerce

Se deve essere tracciata una conversione/transazione ecommerce dovremmo semplicemente individuare in quale pagina l’utente ha completato l’acquisto, solitamente in ogni sito viene generata una pagina di ringraziamento. Individuata tale pagina dovremo installare all’interno di essa due diversi script:
per Google Adwords lo script di conversione, attraverso il quale è consigliabile anche inviare l’informazione di quale sia stata la spesa totale dell’utente

Per google Analytics installeremo lo script di tracciamento ecommerce

 

Lead generation
Quando vogliamo tracciare il completamento di un form dovremo sempre individuare la pagina in cui ringraziamo l’utente per averci dato le informazioni richieste, una volta individuata tale pagine l'implementazione del tracciamento ha diverse implementationi:

 

  • Per Google AdWords dovremo installare all’interno della pagina lo script di conversione e volendo definire quanto vale per la nostra azienda ogni singolo completamente del form e passarlo come valore.
  • Per Google Analytics dovremo impostare un obiettivo attraverso l’interfaccia di amministrazione che verrà definito attraverso la pagina di destinazione che non è altro che la pagina di ringraziamento

Pagine/sessione
Situazione diversa se il nostro obiettivo è il visualizzare un certo numero di pagine per sessione.
Tracciare questa attività attraverso l’interfaccia di conversione di Google AdWords è difficile e richiede implementazione tecniche complicate che possono richiedere molte ore di lavoro da parte di uno sviluppatore.
Per nostra fortuna viene in nostro aiuto la profonda integrazione tra Google AdWords e Google Analytics.
Una volta collegati Google AdWords e Google Analytics è possibile importare gli obiettivi e le transazioni ecommerce di quest’ultimo come conversioni di Google AdWords.

Questa soluzione ci permette di tracciare la conversione: numero minimo di pagine per sessione semplicemente.
Google Analytics permette di creare un obiettivo  basato sul numero di pagine per sessione.

Indentificata il numero minimo di pagine l’implementazione si riduce ad impostare questo numero in un pannello e di chiedere a Google (sempre attravero un pannello) di importare l’obiettivo come conversione di Google AdWords e i dati saranno disponibili anche attraverso l'interfaccia di AdWords.

Risorse ufficiali dalla Guida di AdWords

0 Mi piace
Bio Filippo Trocca