325 utenti online in questo momento
325 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Interfacce: Rapporti, Origini Dati e Editor. #GDS #GDSAcademy

GDSAcademy.png

 

La home page di Google Data Studio consente di creare un nuovo report, utilizzare un modello, selezionare un file precedentemente realizzato, gestire le impostazioni e le sorgenti dei dati denominate origini dati.

 

Dalla barra in alto è possibile accedere ad altre applicazioni di Google e, nella fattispecie, Analytics, Tag Manager, Optimize e Survey, nonché alla gestione del proprio account attraverso la foto del profilo.

 

Nella parte centrale superiore della pagina è possibile iniziare il lavoro creando un rapporto vuoto o personalizzandone uno di quelli proposti come modelli.

 

image3.png

 

Immediatamente sotto è possibile filtrare l'elenco dei rapporti o delle origini dati in modo da visualizzare tutti i file, quelli di proprietà, quelli condivisi con l’utente e quelli cestinati, esattamente come avviene nell’interfaccia di Google Drive.

 

image4.png

 

Nella stessa area ma allineata a destra compare la funzionalità di ricerca Cerca che consente di trovare rapidamente origini dati o rapporti esistenti nonché il pulsante A-Z che permette di ordinare l'elenco dei file.

 

Nella colonna di sinistra si trova il menu degli strumenti che permette di scegliere tra Rapporti e Origini Dati, di accedere all’impostazione delle notifiche via email che si vogliono ricevere da Google Data Studio (Impostazioni utente) e di visualizzare dei tutorial video (Tutorial Video).

 

La parte centrale della pagina è dedicata all’elenco dei file di rapporti e origine dati che possono essere aperti con un clic o condivisi, rinominati o rimossi attraverso il menu contestuale che si apre in overflow nella parte di destra.

 

Facendo clic sulla voce Origini Dati nel menu di sinistra è possibile accedere alla schermata di selezione, configurazione e creazione delle origini dati.

 

image2.png

 

 

Da questa interfaccia è possibile elencare le origini dati disponibili e, attraverso il menu contestuale che si attiva sulla destra di ciascun elemento è possibile procedere ad alcune azioni tipiche come Condividi, Rinomina, Rimuovi e Gestisci rapporti aggiunti.

 

E’ possibile filtrare la visualizzazione in base all’accesso all’origine dati attraverso le voci: Tutti, Di mia proprietà, Condivisi con me e Cestino.

 

Creando un nuovo rapporto o facendo clic su un modello si è indirizzati nell’interfaccia di Editor Rapporti che consente la creazione vera e propria del rapporto o la sua modifica.

 

image5.png

 

In alto a sinistra si trova il logo di Google Data Studio che, in maniera non propriamente intuitiva, consente di tornare, con un clic alla Home Page dei rapporti.

 

La barra dei menu contiene le voci

  • File
  • Vista
  • Pagina
  • Guida

 

All’estrema destra della barra dei menu è presente il pulsante di condivisione del rapporto con altre persone e l’icona del profilo dell’account Google.

 

Sotto alla barra dei menu si trova la barra degli strumenti che, in questa fase, contiene soltanto le frecce di avanzamento pagina, il selettore delle pagine e il pulsante di aggiornamento della cache.

 

Le cose si fanno più interessanti quando, nella parte destra della zona centrale della pagina, si seleziona un’origine di dati:

  • il menu si estende aggiungendo nuovi elementi;
  • la barra degli strumenti mostra tutti i componenti applicabili a un rapporto;
  • la pagina del rapporto è pronta ad ospitare elementi che integrano i dati esterni;
  • il Riquadro delle proprietà fa la sua comparsa consentendo sia di configurare il rapporto che i singoli elementi che lo compongono.

 

image1.png

 

Bio Marco Biagiotti

Laureato in economia ma ufficiosamente hacker, è socio amministratore di Telemaco, agenzia di marketing in Italia e in Marocco, Top Contributor di Google Ad​W​ords​, formatore e​ autore di libri quali Web Marketing Internazionale, Social Media Advertising e Google ​Data Studio Per Tutti. ​​La potenza di AdWords sia in ottica di pubblicità che di raccolta di informazioni non poteva non sedurlo e coinvolgerlo al punto di aiutare altri che vi si avvicinano.

Etichette