200 utenti online in questo momento
200 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

L’importanza delle Origini Dati. #GDS #GDSAcademy

GDSAcademy.png

 

Un'origine dati è la connessione a dei database esterni ovvero a raccolte di dati, noti anche come set di dati, al rapporto che può essere impiegata nei grafici.

 

Ogni rapporto, per avere contenuto, deve essere necessariamente collegato almeno a un’origine dati e più origini dati possono coesistere all’interno dello stesso rapporto: aggiungendo molteplici origini dati al rapporto, è possibile visualizzare le informazioni provenienti da una vasta gamma di set di dati.

 

I connettori rappresentano dei raccordi necessari per collegare gli elementi di un rapporto a determinati specifici dati.

 

Una volta che un elemento del rapporto è collegato al set di dati sottostanti è possibile modificare l'origine dati rinominando o eliminando i campi, aggiungendo nuove metriche e personalizzando il tipo di dati.

 

L’aggiunta di un’origine dati tramite un connettore consente a tutti gli utenti con autorizzazione di modifica sul rapporto di utilizzare i dati dell'apposito set per creare i grafici del rapporto.

 

Un’origine dati non consiste in una importazione di dati bensì in una connessione (tramite connettore) a un set di dati sottostante: quando questi set di dati vengono modificati, la modifica è automaticamente propagata in tutti i rapporti che utilizzano l’origine dati oggetto della modifica.

 

Chiaramente, per poter collegare un'origine dati a un report è necessario, oltre che disporre della corretta autorizzazione di modifica del rapporto stesso, avere diritti di accesso al set di dati in questione.

 

Come precedentemente osservato, l’accesso ai dati da parte di altri utenti può essere di due tipi:

  • Credenziali del proprietario: consente ad altre persone di accedere al set di dati tramite l'origine dati utilizzando le credenziali del proprietario del rapporto; la concessione dell'accesso all'origine dati tramite le credenziali del proprietario non autorizza mai l'accesso diretto al set di dati ma soltanto al suo impiego nel rapporto;
  • Credenziali del visualizzatore: richiede al visualizzatore di fornire le proprie credenziali per accedere al set di dati.

Un’origine dati creata è disponibile per il solo proprietario è privata e quindi non è accessibile ad altri editor e non può mostrare i dati a cui attinge ai visualizzatori.

 

E’ necessario condividerla per rendere i rapporti fruibili da altri sia in ottica di modifica che di visualizzazione.

 

Una volta stabilita una connessione a un’origine dati è possibile:

  • utilizzarla immediatamente all’interno di un rapporto facendo clic sul pulsante Crea rapporto in alto a destra nella finestra dello strumento dell'origine dati;
  • collegarla successivamente al momento della creazione di un nuovo rapporto;
  • aggiungerla a un rapporto già esistente.

Al momento della creazione di un rapporto è indispensabile determinare quella che sarà l’origine dati predefinita ovvero quella che fornirà, di default, i dati a tutti gli elementi del rapporto stesso.

 

Per ogni elemento, ovvero pagina, grafico o controllo, sarà comunque possibile definire un’origine dati specifica che “scavalcherà” quella predefinita.

0 Mi piace
Bio Marco Biagiotti

Laureato in economia ma ufficiosamente hacker, è socio amministratore di Telemaco, agenzia di marketing in Italia e in Marocco, Top Contributor di Google Ad​W​ords​, formatore e​ autore di libri quali Web Marketing Internazionale, Social Media Advertising e Google ​Data Studio Per Tutti. ​​La potenza di AdWords sia in ottica di pubblicità che di raccolta di informazioni non poteva non sedurlo e coinvolgerlo al punto di aiutare altri che vi si avvicinano.

Etichette