220 utenti online in questo momento
220 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

La struttura di Google Data Studio. #GDS #GDSAcademy

GDSAcademy.png

 

I dati sono generalmente registrati e archiviati in molteplici database che assolvono funzioni diverse tra loro: alcuni set di dati riguardano, ad esempio, attività online, altri campagne pubblicitarie, altri ancora sono dati di vendita rilevati periodicamente.

 

In questo contesto il rapporto rappresenta un modo di concentrare le informazioni in un’unica posizione concettuale che consente di fornire uno sguardo d’insieme sintetico, ma con potenzialità analitiche, sulla situazione che emerge dai dati registrati nei molteplici database.

 

Per poter collegare un rapporto a queste sorgenti di dati eterogenee è indispensabile che esistano delle interfacce dotate della possibilità di strutturare i dati provenienti da fonti esterne diverse tra loro in modo coerente rispetto alle necessità informative richieste dal rapporto stesso.

 

Le origini di dati di Google Data Studio consentono esattamente di raggiungere questo obiettivo.

 

I connettori rappresentano dei raccordi che collegano, tramite le origini dati, i database esterni agli elementi del rapporto.

 

Una volta che le origini dati sono state aggiunte o allegate al rapporto è possibile, tramite i connettori, accedere ai contenuti dei database esterni per poterli utilizzare nella realizzazione di grafici, tabelle o altri elementi fondati su tali dati.

 

Ogni grafico può fare riferimento a una sola origine di dati ma all’interno dello stesso rapporto è possibile avere grafici che traggono i loro dati da origini di dati diverse.

 

Per poter strutturare e organizzare un rapporto è opportuno raccogliere i grafici in base alle loro correlazioni a raggrupparli in pagine in modo da semplificarne la fruizione da parte dei destinatari del rapporto stesso.

 

Ricapitolando: un rapporto correttamente configurato si compone di vari grafici raccolti con pertinenza in pagine specifiche, che ottengono informazioni dalle origini dati allegate, le quali, si approvvigionano di dati da database esterni attraverso i connettori.

 

I connettori disponibili in Google Data Studio riguardano piattaforme di advertising e search engine optimization, database e prodotti specifici di Google:

 

ADVERTISING & SEO

  • Google Adwords
  • Attribution 360
  • DoubleClick (DCM)
  • Google Analytics
  • Search Console

 

DATABASE

  • BigQuery
  • Cloud SQL
  • MySQL
  • PostgreSQL
  • Caricamento File

 

PRODOTTI GOOGLE

  • Fogli Google
  • YouTube Analytics
  • Firebase

 

I set di dati sottostanti si aggiornano automaticamente, dunque, ogni volta che il rapporto viene aperto sarebbe necessario il refresh di tutti i dati: Google Data Studio è però dotato di un sistema di caching che evita questa necessità e rende l’esperienza dell’utente più fluida e veloce.

 

Ecco la “mappa” di Google Data Studio:

 

 

a07 (1).png

 




Bio Marco Biagiotti

La mia laurea in Economia Aziendale con la passione per l'informatica (da quando avevo 6 anni) mi ha portato al vertice di un'agenzia di Telematic Markting Consulting attiva in Italia e da poco in Marocco. La potenza di AdWords sia in ottica di "pubblicità" che di "raccolta di informazioni" non poteva non farmene innamorare fin da subito e non coinvolgermi al punto di aiutare altri che vi si avvicinano.

Etichette