393 utenti online in questo momento
393 utenti online in questo momento
Benvenuti nella Community degli Inserzionisti Google
star_border

Operazioni su origini dati. #GDSAcademy #GDS

GDSAcademy.png

 

Una volta fatto l’accesso a Google Data Studio facendo clic sulla scheda Origine Dati e a seguire sul pulsante (+) che ha la funzione di creare un nuovo rapporto o una nuova origine dati, è possibile visualizzare il riquadro Connettori nel quale selezionare il tipo di connettore desiderato dall'elenco.

 

Per assegnare un nuovo nome all’origine dati è necessario fare clic su Origine dati senza titolo e scrivere il nome che si intende dare all’origine dati.

 

Una volta selezionato il set di dati, specificate le necessarie configurazioni che possono variare in base al connettore in uso e scelto l’account o il file da utilizzare è necessario fare clic su Collega per far comparire la scheda Campi dell'origine dati.

 

Attraverso la scheda Campi è possibile aggiungere metriche e dimensioni, modificare il tipo di campo, impostare le aggregazioni e effettuare operazioni di rinomina.

 

In questa sede, trascinando verso il basso la maniglia di controllo “...” è inoltre possibile visualizzare lo schema di connessione.

 

L’editor delle origini dati consente di eseguire varie operazioni come:

  • Rinominare l'origine dati;
  • Rinominare i campi dell'origine dati;
  • Duplicare il campo di un'origine dati;
  • Creare campi calcolati;
  • Modificare le aggregazioni di campi;
  • Modificare i tipi di campi;
  • Eliminare e ripristinare l'origine dati;
  • Aggiornare, riconnettere, reimpostare un’origine dati;
  • Condividere l'origine dati.

 

Chiaramente per eseguire queste azioni è indispensabile disporre di un accesso che consenta di apportare modifiche all'origine dati stessa; vale la pena osservare che l’autorizzazione riguarda l’origine dati e non il set di dati a cui essa si riferisce.

 

Si può accedere a un’origine dati:

  • dalla home page Origine dati;
  • da un rapporto attraverso il menu Risorse;
  • da un qualsiasi componente attraverso la scheda Dati del Riquadro delle proprietà ovvero del riquadro che si apre sulla destra una volta che si seleziona un componente.

 

Un’origine dati precedentemente allegata al rapporto può essere eliminata in un secondo momento spostandola nel cestino: con questa azione tutti i componenti del rapporto che traevano informazioni da questa origine dati smetteranno di funzionare.

 

Al momento dell’eliminazione nessun alert inerente il collegamento a componenti attivi nel rapporto è fornito: è per questo motivo che l’origine dati non viene rimossa completamente ma è archiviata nel Cestino dal quale può essere ripristinata attraverso il comando Ripristina.

0 Mi piace
Bio Marco Biagiotti

Laureato in economia ma ufficiosamente hacker, è socio amministratore di Telemaco, agenzia di marketing in Italia e in Marocco, Top Contributor di Google Ad​W​ords​, formatore e​ autore di libri quali Web Marketing Internazionale, Social Media Advertising e Google ​Data Studio Per Tutti. ​​La potenza di AdWords sia in ottica di pubblicità che di raccolta di informazioni non poteva non sedurlo e coinvolgerlo al punto di aiutare altri che vi si avvicinano.

Etichette